Il design alpino dell’hotel Valserhof di Valles

Dopo circa 6 anni di lontananza dal Sud Tirolo Alto Adige, siamo finalmente riusciti a ritagliarci, tra un viaggio e l’altro, ben 5 giorni di vacanza a tutto relax e a tornare all’hotel Valserhof di Valles, in Val Pusteria,  in quella che secondo me è una delle valli laterali più belle dell’intero Alto Adige, raccolta e incontaminata. Un indirizzo sicuro ed un hotel di grande charme, ancora di più ora che è stato rinnovato nel bellissimo stile alpino moderno, con elementi di design che si riallacciano alla tradizione ed utilizzano materiali locali ma secondo linee contemporanee.

valserhof 15

Dimenticatevi le fantasie tirolesi che impazzano ancora in tanti hotel montani, i cuscini e le tendine ricamate, i decori tutti cuoricini, i campanacci da mucca e tutto l’ambaradan che ci si aspetterebbe di trovare in un hotel alpino: l’hotel Valserhof ha fatto una scelta diversa per il suo restyling, a mio parere vincente: feltro, loden, lane pregiate declinate in fantasie sobrie o in colori caldi e tanto, tanto legno profumato.

valserhof 13

Hotel Valserhof: la facciata principale

Di cambiamenti ce ne sono stati davvero tanti: la facciata dell’hotel è stata modificata – via lo stile Heidi tipico di qualche anno fa, la parola d’ordine è linearità ed eleganza – ed è stato aggiunto un corpo anteriore destinato alla reception ed alle nuove stube; la struttura è stata sopraelevata di un piano per fare spazio alle suite tematiche, spaziose e lussuose. La maggior parte delle camere ha ora un allure contemporanea, gli arredi sono studiati con attenzione per garantire la perfetta armonia dei materiali.

Valserhof collage 4

Quello che invece non è cambiato – e per fortuna! – è il calore, la cordialità, la cortesia e, fatemelo dire, la passione che la famiglia Erlacher, proprietaria dell’hotel, mette nel proprio mestiere. Una famiglia bella, babbo, mamma e tre figli che da 25 anni hanno fatto dell’ospitalità la loro scelta di vita.

Una parte dell’hotel è ora stata trasformata in una avveniristica enoteca, inserita in un gigantesco cubo di cristallo climatizzato, che può conservare al suo interno circa 8.000 bottiglie di vini sudtirolesi, nazionali ed internazionali:  la selezione è curata da Daniel Erlacher, sommelier diplomato (e appassionato), che organizza serate di degustazione guidata. Sono poi state aggiunte sale e stube rivestite di caldo e profumato legno di cirmolo ed aperte finestre per permettere al meraviglioso panorama montano di entrare dentro l’hotel.

Valserhof collage 3

All’hotel Valserhof anche il benessere trova una dimensione speciale, non per nulla è parte del circuito degli Hotel Vitalpina: la SPA e la zona benessere sono ampie, con piscina interna ed esterna, vasca idromassaggio, diverse saune, bagno turco, vasca di acqua ghiacciata e la nuova sauna evento, dove in orari programmati vengono proposti Aufguss con il vapore e gli aromi (per capire meglio di cosa si tratta potete leggere il mio post su Asmana Wellness Word). Ci sono sale con dondoli, materassi ad acqua, tisane,  luoghi silenziosi dove fare scorta di relax, sonnecchiare o leggere un libro.

Non stupitevi però se nella zona delle saune vige la regola del costume naturista: è normale nei paesi di lingua tedesca o comunque nel nord Europa, dove il concetto di pudore è meno stringente o comunque vissuto in modo diverso (ma nulla vieta di avvolgervi in uno degli ampi teli di spugna a disposizione). E per chi vuole, il centro benessere offre massaggi e remise en forme: Francesco si è sottoposto ad un massaggio sportivo al rientro da un’escursione impegnativa e ne ha apprezzato i benefici.

Valserhof collage 2

L’hotel Valserhof assomiglia ad una casa lussuosa, dove è impossibile non trovarsi a proprio agio o annoiarsi: nel programma ci sono attività fisiche e per gli appassionati di montagna vengono organizzate numerose escursioni guidate. In genere, ci sono un paio di escursioni al giorno di cui una più impegnativa per chi ha un buon allenamento fisico ed una decisamente più morbida, per chi vuole soprattutto fare passeggiate ed ammirare il panorama o approfondire aspetti culturali.

valserhof 23

Nel caso vogliate visitare i dintorni da soli, potrete contare su una tessera speciale, la Almencard Plus, che vi verrà consegnata gratuitamente al momento dell’arrivo all’Hotel Valserhof: permette di utilizzare liberamente i mezzi pubblici dell’Alto Adige – Sudtirolo (treni regionali, autobus urbani e di linea, funivie) e vi fa accedere – sempre senza spendere nulla – ad un gran numero di musei provinciali. Per dire: con la Almencard Plus sono stata a Brunico, a Bolzano, a Bressanone (che dall’hotel Valserhof si raggiunge in bus in poco più di 40 minuti), ho visitato il Castello di Rodengo, l’Abbazia Agostiniana di Novacella, il Museo provinciale degli usi e dei costumi di Teodone, di cui vi parlerò in altri post, senza spendere assolutamente nulla.

Valserhof collage 1

Accanto al bar, specializzato in grappe, gin e tisane, c’è una terrazza aperta sulla valle, la biblioteca a disposizione degli ospiti con narrativa, album fotografici e libri specializzati sulla montagna (va detto che la sezione in lingua italiana non è fornitissima ma comunque sufficiente) mentre in una zona tranquilla dell’hotel ci sono due ampi spazi dedicati ai bimbi, con giochi e postazioni per vedere cartoni animati.

valserhof 2

Inutile dire che all’hotel Valsehof anche la cucina è al massimo livello, non solo per gli strepitosi buffet di colazione e di merenda o per l’assortimento di antipasti o, ancora, per le serate a tema gastronomico: i piatti sono curati, le materie prime locali, il pane è fragrante di forno e i formaggi arrivano dalle vicine malghe. Anche qui, la filosofia alla base dell’Hotel Valserhof è cercare di viziare gli ospiti, facendoli sentire privilegiati e appagati. Forse, è anche questo uno dei motivi per cui, a distanza di anni, ci siamo voluti tornare, unito al fatto che il rapporto qualità/prezzo è assolutamente vincente per la mole di servizi inclusi. Quanto abbiamo speso? In media stagione (ci siamo stati dal 18 al 23 settembre) il soggiorno in mezza pensione (anzi, pensione 3/4, come piace sottolineare al Valserhof) in una camera classic ci è costato 93€ (*) a persona, con tanti benefit inclusi. Inutile dire che in un hotel così il wi-fi è gratuito e funziona benissimo :) .

valserhof 16

Informazioni utili:

Hotel Valserhof – Via Pichl 24 39037 Valles/Rio Pusteria (Bolzano) tel. 0472 547177

(*) per un mio maldestro errore ho sbagliato la data di prenotazione – non ci posso credere ma è successo! – ed inizialmente non vi erano disponibilità per stanze della tipologia prenotata:  ci è stata assegnata per le prime due notti una camera Family Suite Superior, che è quella che vedete nelle foto di questo post. Costa un po’ di più ma è stupenda!

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *