Visitare Riga: nel 2017 è Città europea della Gastronomia

E’ ora di iniziare a programmare un viaggio per visitare Riga: ho da poco partecipato ad un incontro presso l’Ambasciata di Lettonia di Roma dove sono state presentate le numerose attrattive turistiche del Paese e della sua capitale: ho scoperto una meravigliosa ed attraente città! Riga è la più grande delle Capitali baltiche, una città giovane, proiettata verso il futuro ma con una storia secolare alle spalle, in cui hanno avuto un ruolo importante  influenze germaniche, svedesi e, da ultimo, russe. Oggi vivono a Riga e dintorni quasi la metà dei lettoni e la città non è solo il principale centro economico, politico e culturale della Lettonia ma anche una meta turistica e artistica molto interessante: l’arte, oltre che nei musei, è per le vie e nelle piazze caratteristiche e visitare Riga è una gioia per gli occhi per chi è appassionato di architettura.

IMG_4963

Oltre al nucleo storico medioevale, a Riga si possono infatti ammirare centinaia di edifici in stile Jugendstil (o Art Noveau) risalenti al periodo a cavallo tra il XIX° ed il X° secolo, per lo più edificati su progetto dell’architetto Michail Ėjzenštejn e di questi alcuni hanno linee e fregi che richiamano gli edifici del movimento viennese della Sezession. Pare che gli edifici Jugendstil di Riga siano addirittura più di 800 e, in ogni caso, si tratta di una concentrazione di edifici enorme rapportata alle dimensioni di un centro cittadino tutto sommato piccolo e compatto! Per questa sua peculiarità Riga è stata inserita, nel 1997, nell’elenco dei Patrimoni mondiali dell’Umanità. Definita anche “la Parigi del Nord” per le atmosfere eleganti, per gli edifici raffinati, per i numerosi caffè che si aprono nelle piazze e nelle vie dello shopping ed anche per il grande fiume Daugava che la attraversa, con i suoi 4 ponti che connettono il centro storico con i sobborghi. Bella, romantica, sorprendente ma la Capitale della Lettonia è anche una città tecnologica: il wi-fi è uno dei più veloci del mondo! Un motivo in più per visitare Riga, non vi pare?

IMG_4962

Visitare Riga non è però solo arte e cultura: ci si può deliziare con lunghe passeggiate nelle viette acciottolate della zona attorno al Duomo, ammirare i suoi tanti edifici dagli intonaci pastello, sedersi nelle verande dei bar – ingentilite da fiori in primavera ed in estate –  per assaggiare una delle birre locali o un vino al rabarbaro, fare acquisti nei negozi vintage e nei piccoli mercatini di oggetti di artigianato locale: la Lettonia è una delle “terre dell’ambra” e i monili realizzati con la preziosa gemma, definita anche l‘oro del Baltico,  sono tra gli acquisti più interessanti. Soprattutto in primavera ed estate, quando il clima è meno freddo (in inverno il termometro precipita sotto lo zero ma in estate si possono raggiungere anche punte di 30°) Riga invita a scoprire anche i suoi dintorni: le lunghe spiagge del Mar Baltico, i sentieri nei Parco nazionale di Gaujas o di Kemeru, il Museo a cielo aperto di Jurmala, il Palazzo di Jelgava.

rigacollage

Già capitale della cultura nel 2014, nel 2017 c’è un motivo in più per visitare Riga: assieme alla vicina regione del Gaujia, sarà Città Europea della Gastronomia con tante iniziative previste. Gli Chef della città saranno in prima linea per promuovere le tradizioni della cultura culinaria locale e poiché è noto che un Paese si conosce anche e soprattutto a tavola, creeranno dei menù partendo da 12 prodotti tipici con esperienze di degustazione legate alle 4 stagioni. I 12 ingredienti sono piuttosto particolari, intriganti e capaci di incuriosire: il pane scuro di segale, le barbabietole e le bacche di sorbo rappresentano l’inverno; l’acetosa, la linfa di betulla e il rabarbaro sono gli ingredienti legati alla primavera; il pesce gatto, le more artiche e le amarene sono i gusti che si ritrovano nell’estate baltica mentre gli ingredienti di autunno sono funghi porcini, mele cotogne e carne di cervo.

Un assaggio della gastronomia lettone e della sua produzione agricola – sana e rispettosa dei cicli delle stagioni – si può avere all’interno del Mercato centrale di Riga, in Negu Iela (Via Negu), realizzato all’interno di cinque enormi hangar costruiti negli anni ’20 ed inizialmente destinati ad ospitare i dirigibili Zeppellin. Aperto tutti i giorni della settimana, orientativamente dalle 7.30 del mattino fino alle 18.00, è suddiviso tra generi alimentari e generi vari, al suo interno ci sono ristorantini ed è sicuranmente una delle mete imperdibili per ogni turista che che voglia visitare Riga attraverso la sua gastronomia.

aIMG_4964

Riga è ben connessa con il resto dell’Europa grazie ai voli di Air Baltic, compagnia di bandiera della Lettonia fondata nel 1995 che oggi raggiunge ben 60 destinazioni a medio e lungo raggio con una flotta aerea moderna, premiata per la sua puntualità. Air Baltic utilizza, tra l’altro, velivoli Bombardier Q400 NextGen e ha commissionato ben 20 nuovi e moderni Bombardier CS300, attenti alla sostenibilità ambientale. Air Baltic ha voli diretti da Roma, Milano e nell’estate 2017 aprirà rotte anche da Catania, Olbia e Venezia.

La Lettonia è meta di viaggio amata dagli italiani (nel 2015 i visitatori provenienti dal Bel Paese hanno avuto un incremento del 5%) e nel corso del 2015 ben 185.338 passeggeri italiani sono transitati per l’aeroporto di Riga, grazie anche agli accordi che Air Baltic ha stipulato con Alitalia per garantire la connessione quotidiana tra i due Paesi.

Informazioni utili per visitare Riga:

Vi consiglio di consultare i siti di:

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *