Il parco Ohori di Fukuoka è l’ombelico verde della città

Il Parco Ohori di Fukuoka (ed il relativo lago) sono scenografici, ve lo dico subito così vi allenate a fare ohh! di meraviglia con la giusta intonazione: immaginate di trovarvi davanti ad un piccolo mare, solcato nel mezzo da un lembo di terra che lo attraversa da una parte all’altra come fosse un ponte sull’acqua e tutto intorno ci sono altri piccoli giardini, istituzioni culturali, scuole ed asili per bimbi, luoghi dover fermarsi per ammirare il panorama, caffetterie e sale da tè. Amato da chi abita a Fukuoka, apprezzatissimo dalle famiglie che ci portano i bambini a giocare nel parco giochi “vista lago”, valvola di sfogo per gli sportivi che trovano percorsi attrezzati è molto frequentato dalle coppie giapponesi, che possono ammirare il tramonto in un’atmosfera davvero romantica!

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – paesaggio

Nel post su Fukuoka avevo definito questo parco, che circonda un grandissimo lago, come “l’ombelico tondo della città” ed effettivamente guardando dall’alto la mappa della città il Parco Ohori risalta in modo netto rispetto al groviglio di vie, strade e palazzi che ci sono tutto attorno. E’ un parco di grande respiro, oserei dire di concezione occidentale, dove si va per riconnettersi con le meraviglie della natura o meditare (come accade in tutti i giardini giapponesi tradizionali) ma anche e soprattutto per vivere in modo attivo il grande spazio pubblico dedicato allo sport, al divertimento ed alle attività ludiche. Una curiosità: nel centro delle città giapponesi difficilmente vi capiterà di vedere cani a passeggio – a dir la verità, io li ho visti solo a Tokyo nel quartiere di Shimokitazawa – mentre al Parco Ohori di Fukuoka ne ho visti diversi, impegnati in passeggiate insieme ai loro proprietari (e a disposizione hanno cestini per gli immancabili rifiuti corporei).

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - la mappa

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – la mappa

Il lago è circondato da tre piste, una dedicata alle biciclette (che si possono affittare), una pista per chi fa jogging e un percorso asfaltato per i pedoni: la lunghezza è di 2 km. esatti, quindi in base a quanti giri di lago si fanno gli sportivi possono calcolare il percorso effettuato (comunque, ci sono cartelli e scritte sulle piste che segnalano i percorsi intermedi). Noi abbiamo visto diverse squadre di atleti, di ogni età, che si allenavano intorno al lago a colpi di fischietto e di ‘ripetute‘ (Francesco mi ha spiegato che si tratta di un tipo di allenamento intenso che alterna corsa velocissima a camminata rapida) e tanti bambini in bicicletta.
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - vista dalla sponda sud

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – vista dalla sponda sud

Non mancano postazioni benessere: passeggiando attorno al Parco Ohori di Fukuoka, abbiamo visto (foto sotto) dei punti dove praticare la riflessologia plantare en plein air, con mattonelle dal fondo differenziato in base ai diversi benefici che si possono ottenere. Non solo una curiosità, però: molte le persone che lo utilizzavano e… sì, anche io non ho resistito a provare!
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - riflessologia plantare

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – riflessologia plantare

Il Parco Ohori è stato costruito tra il 1926 ed il 1929, prendendo come modello il Lago Occidentale di Hangzhou, considerato in Oriente un prototipo di perfezione del paesaggio e un omaggio agli ideali buddhisti di tranquillità e distacco attraverso la natura. Anche il Lago del Parco Ohori ha strade elevate sull’acqua, ponti, templi e zone paesaggisticamente ben definite; quella che appare come una lunga lingua di terra che collega le due estremità del lago, verde di pini e di alberi, in realtà altro non è che tre diverse isole connesse tra loro e con la terra ferma da quattro ponti, di legno o di pietra. La “passeggiata nel lago” consente di apprezzare il luogo, poeticamente panoramico nel suo complesso ma di certo quel che attrae più di ogni altra cosa il turista è la leggiadra pagoda esagonale verde e rossa posta su palafitte, che dall’isola più vicina all’ingresso al parco di Meiji Dori si slancia in mezzo al lago trattenuta solo da un piccolo ponticello (la vedete qui sotto in foto).
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - la pagoda sul lago

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – la pagoda sul lago

 Il Parco Ohori si trova in una zona di Fukuoka di grande valore storico: il lago è stato infatti realizzato utilizzando parzialmente i fossati del Castello di Maizuru, un edificio voluto nel periodo Edo (inizi 17° secolo) da Kuroda Nagasama, Daimyo (Signore) di Fukuoka di cui oggi però restano – e si possono visitare gratuitamente – solo alcuni torri e porte di guardia ricostruite nel XX° secolo, in quanto il Castello venne distrutto nel periodo del rinnovamento Meiji (in pratica, l’imperatore decise che doveva comandare solo lui e non tutti i vari Daimyo o Shogun a cui fino ad allora era stato affidato il potere!). Oggi parte del terreno su cui sorgeva il Castello di Fukuoka è stato trasformato in zona dedicata alle attività sportive, con campi di tennis, piste per atletica, diamanti di baseball, ecc. Sempre nella zona del Castello, sono stati ritrovati i resti di un Korokan, una casa destinata ad ospitare i diplomatici stranieri che venivano a Fukuoka per intavolare scambi commerciali e politici.
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - vista

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – vista

All’interno del Parco Ohori si trova  il Museo d’Arte di Fukuoka, uno dei più importanti della Prefettura di Fukuoka, che si trova nella zona sud del lago quasi davanti al punto in cui termina la passeggiata lungo; il complesso esterno è un insieme di edifici con i tipici tetti a pagoda ma purtroppo non siamo riusciti a visitare le sue collezioni di arte orientale e arte contemporanea occidentale e asiatica in quanto chiuso per ristrutturazione dal 1° settembre 2016 fino a marzo 2019: in pratica, verrà riaperto giusto in tempo per le Olimpiadi che svolgeranno in Giappone :) .
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - uno dei ponti che collegano la terraferma alle isole

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – uno dei ponti che collegano la terraferma alle isole

Uscendo dal Parco dalla strada che costeggia il Museo d’Arte ed attraversando la strada si arriva al tempio Gokoku, a cui si accede passando sotto un Torii monumentale (alto 13 metri) in legno di cipresso da cui si accede ad un boschetto e quindi alla zona del tempio caratteristico con il suo color oro; il percorso (torii – bosco – tempio) richiama il Tempio Meiji Jingu di Tokyo. Al tempio Gokoku a metà agosto si celebra la festa del Mitama Matsuri, con l’accensione di oltre 6.000 lanterne. Il tempio è aperto tutti giorni della settimana dalla 9.00 alle 17.00 e l’ingresso è libero (fate un’offerta, se volete).
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - il ponte di pietra

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – il ponte di pietra

E’ invece a pagamento (240 yen) il Giardino Giapponese del Parco Ohori, dove si trova anche una sala da tè ed il paesaggio che si può ammirare è decisamente più formale e ‘costruito’. E’ aperto dalle 9.00 alle 17.00 (da giugno ad agosto prolunga l’apertura fino alle 18.00). Ricordatevi che è sempre chiuso di lunedì e dal 29 dicembre al 3 gennaio, per le festività di inizio anno. Sempre nel Parco, si trova un edificio dove si svolgono (pare) apprezzate rappresentazioni del tradizionale Teatro Noh; la sala può ospitare fino a 590 spettatori ma non so molto altro perché non siamo entrati.
Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka - una delle lanterne di pietra

Il Parco ed il lago Ohori di Fukuoka – una delle lanterne di pietra

Per arrivare al Parco Ohori il modo più rapido è prendere la metropolitana Kuko Line (linea gialla) e scendere alla fermata Ohorikoen (da Tenjin è la 2^ fermata,  meno di 5 minuti di viaggio e 3 minuti a piedi per raggiungere il Parco). Il biglietto della metro costa 200 yen a corsa, tuttavia esiste una card giornaliera. Se volete fermarvi a mangiare qualcosa, nel parco è aperto un modernissimo Starbucks con vista sul lago – è all’incirca dove di passa per raggiungere la zona del Castello, e il caffè espresso che vende è nello standard della catena, quindi più che accettabile per noi italiani –  oltre ad un punto di ristoro nella zona del Parco vicina alla metropolitana, dove oltre ad acquistare gelati, spuntini e pasti si possono noleggiare, in stagione, buffe imbarcazioni a forma di cigno per navigare sul Lago Ohori (costo accettabile, 1.000 yen per due persone per mezz’ora).
In primavera, il Parco Ohori di Fukuoka garantisce un Hanami (la fioritura dei ciliegi) fantastico mentre in autunno le foglie rosse degli aceri donano colori intensi e in redibili al paesaggio. Il primo di agosto  al Parco Ohori si svolge un grande festival di fuochi di artificio, molto apprezzato dagli abitanti e dai visitatori di Fukuoka.
Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *