La città fortezza di Peschiera del Garda

Se avete figli tra i 3 ed i 16 anni e vi chiedo cosa vi fa venire in mente Peschiera del Garda, scommetto 10 ad 1 che mi rispondete “Gardaland”! Ebbene sì, il parco tematico più grande d’Italia, amato da bambini ed adolescenti – ma, ammettiamolo, anche dai loro genitori – si trova proprio nelle immediate vicinanze della città-fortezza di Peschiera del Garda, cittadina deliziosa in cui io e Francesco siamo stati per un fine settimana all’insegna del relax, delle chiacchiere, delle passeggiate, del buon mangiare, dimenticando affanni e lasciando (quasi sempre) computer e telefoni spenti. Un fine settimana sereno, appagante, di quelli che non vedi l’ora di ripetere, insomma! Ma cosa c’è da vedere a Peschiera del Garda, e cosa ha di tanto speciale questa cittadina?
peschiera 11
peschiera 1
Lo ammetto: in precedenza anche io ero stata a Peschiera del Garda solo di passaggio, diretta a Gardaland, senza mai soffermarmi a visitare questa specialissima cittadina circondata dalle acque di fiume e di lago dove è bello girare senza fretta cogliendo dettagli e immaginandone la sua storia ricca e importante. Lo sapete che la città fortezza di Peschiera del Garda può essere considerata, a tutti gli effetti, una ‘cittadella militare’? E che è stata abitata fin dalle epoche più antiche diventando quasi subito un baluardo cinto da mura? Che in primavera ed in estate si trasforma in una città piena di fiori tanto da meritare l’appellativo di città fiorita? Insomma, anche senza entrare nel dettaglio sembra proprio che di cose da vedere a Peschiera del Garda ce ne siamo davvero parecchie!
peschiera 12
L’urbanistica della città fortezza di Peschiera del Garda è davvero particolare: in pratica sono due isole circondate dal fiume Mincio nel punto in cui incontra il Lago di Garda, collegate alla terra ferma e tra loro da un sistema di ponti ed a cui si accede da due porte, Porta Verona e Porta Brescia. L’isola a nord (da cui si accede da Porta Verona, che vedete nella foto qui sopra) è una vera e propria piazzaforte militare e gli edifici che vi si trovano sono per lo più caserme, edifici di servizio e casematte mentre sull’isola a sud, a cui si accede da Porta Brescia (nelle foto, è quella con i pittori che espongono le loro opere), si trova il centro storico della città vero e proprio, sorto sui resti della romana città di Arilica: il borgo è poco più di un pugno di case che corrono lungo poche vie che si intersecano tra loro ed hanno il fulcro nel Duomo di San Martino e nella piazzetta San Marco, su cui si affaccia il Municipio. In questa parte di Peschiera del Garda trovavano collocazione anche gli edifici militari di servizio, come l’ospedale e la polveriera. Le due isole sono collegate tra loro da due ponti, il Ponte dei Voltoni e il più moderno ponte di Viale Cordigero.
peschiera 13
In pratica, Peschiera del Garda ha ancora l’aspetto di una fortezza militare ed è una città bellissima, fatta di mattoni e di acqua, romantica abbastanza da catturare il cuore di chi la visita: anche per questa sua particolarità, oltre che per i panorami che si allargano sull’orizzonte del Lago di Garda, per la vivacità del borgo pieno di negozi, di bar e ristoranti, è una delle mete del Lago di Garda più apprezzate. Per vivere pienamente l’armonia e la bellezza di Peschiera del Garda è bene visitarla prima che l’incessante flusso turistico estivo, attratto dalle attività lacustri e balneari nonché dai parchi tematici che ci sono in zona – a breve distanza non c’è solo Gardaland ma anche Caneva World, Movieland, Parco Sigurtà – complichi il traffico e renda meno vivibile la cittadina. Se poi siete appassionati di storia d’Italia, non potrete non amare Peschiera, testimone di momenti topici della storia patria.
peschiera 5
Un po’ di storia:
il territorio di Peschiera del Garda è stato colonizzato dall’uomo fin dall’antichità e campagne archeologiche di scavo hanno ricostruito la presenza di alcuni villaggi palafitticoli ma è con l’impero romano che diventa, con il nome di Arilica, un importante e strategico avamposto utilizzato come porto sicuro dalla flotta imperiale che solcava il Lago di Garda: ancora oggi accanto al Duomo di San Martino si possono osservare alcuni scavi archeologici che mostrano un’abitazione con pavimento in mosaico e cocciopesto.
peschiera 3
Da sempre strategica per la difesa del territorio, sia sotto il dominio degli Scaligeri che della Repubblica di Venezia, la città divenne base militare e venne fortificata con la costruzione di una cinta muraria e di una Rocca, assumendo una forma a stella pentagonale interrotta da canali d’acqua. Tra il 1815 ed il 1866 divenne parte del formidabile sistema difensivo dell’Impero Austriaco definito “Quadrilatero”, che oltre alla città fortezza di Peschiera del Garda comprendeva le strutture militari di Mantova, Legnago e Verona.
 peschiera 4
Peschiera del Garda è a tutti gli effetti una città-piazzaforte: passeggiando si sfiorano strutture militari oggi riutilizzate per scopi civili, come l’asburgica Caserma d’Artiglieria  voluta da Radetzky che ospita piccoli musei, biblioteche e spazi per rappresentazioni artistiche; la Palazzina Comando – che nel 1917, dopo la disfatta di Caporetto, ospitò l’incontro interalleato tra Italia, Francia ed Inghilterra che decise le sorti della I^ Guerra Mondiale – oggi museo storico; il Padiglione degli Ufficiali, in parte riutilizzato come circolo anziani, l’Ospedale Militare austriaco, edificato con sistemi costruttivi “a prova di bomba”, è stato utilizzato  – fino al 2000 – come carcere militare.
peschiera 2
Oggi i militari sono pressoché scomparsi da Peschiera del Garda – fa eccezione la presenza della Scuola per Allievi Agenti della Polizia di Stato al cui ingresso sono posti, in un cubo di vetro trasparente, a perenne memoria, i resti dell’autovettura che al momento dell’attentato trasportava il giudice Falcone e la sua scorta.
Cosa vedere nella città fortezza di Peschiera del Garda, cosa fare, che cosa offre:
Molto amata dai cicloturisti (da qui parte la ciclovia che collega con Mantova seguendo il corso del fiume Mincio e il percorso che dalla sponda sud del Lago di Garda arriva fino a Rovereto), da chi ama la navigazione a vela (a Peschiera c’è anche un’ottima scuola, la Fraglia della Vela) o da chi pratica canoa, surf e SUP, visitare Peschiera è un’esperienza molto piacevole anche per il solo gusto di passeggiare sul lungo lago, sia in direzione di Sirmione del Garda (che dista in auto circa 12 km.) che verso Pacengo.
peschiera 9
Apprezzata dai pescatori (non è certo un caso se sullo stemma municipale di Peschiera del Garda ci sono due anguille!) e da chi vuole dedicarsi al turismo lacustre, che trova nelle tante spiagge dei dintorni la postazione ideale per attività balneari, chi vuole unire il relax alla scoperta del territorio può prendere parte ad escursioni giornaliere che dal porto di Peschiera del Garda consentono di scoprire il Lago di Garda.  In estate sono numerose le rassegne teatrali, le manifestazioni e le rievocazioni tra cui segnalo il Palio delle Mura che vede i pescatori sfidarsi a colpi di voga.
Una caratteristica della città fortezza di Peschiera del Garda sono i numerosi volatili che affollano le sue rive e nuotano nelle acque del Mincio e del Lago di Garda: cigni, anatre, germani reali, folaghe, martin pescatori e perfino cormorani. Non c’è da stupirsi, quindi, se percorrendo il lungo lago si incontrano teneri cartelli con mamma papera ed i suoi paperotti che avvisano di stare attenti agli “animali selvatici vaganti”!
peschiera 10
Dove dormire e dove mangiare a Peschiera del Garda:
Secondo il sito di informazioni turistiche del Comune di Peschiera del Garda, nella cittadina ci sono più di 40 hotel di tutte le categorie, oltre a camping e affittacamere privati. Decisamente, trovare un alloggio non è complicatissimo tuttavia nei mesi estivi è bene prenotare per tempo. Durante la nostra breve gita a Peschiera noi abbiamo soggiornato presso l’Enjoy Garda Hotel, un hotel 4 stelle moderno e di design.
peschiera 7
Anche per i pasti Peschiera del Garda offre numerosissime possibilità, tra bar, ristoranti ed osterie adatti a tutte le tasche. Alcuni ristoranti possono sembrare più turistici ma, generalmente, la qualità è buona, Per quanto ci riguarda, noi abbiamo scelto come nostra ‘mensa quotidiana’ (nel senso che ci siamo tornati più volte perché ci siamo trovati davvero bene, in termini di costo, qualità e ambiente) il ristorante L’Osteria, in via Cavallotti n. 7, mentre abbiamo fatto l’aperitivo (di rito, siamo in veneto!) a base di Spritz e Hugo presso  il Bar Le Vecchie Mura, con vista sui canali, sulle mura e sul lago.
peschiera 8
 Come arrivare a Peschiera del Garda:
  • Peschiera del Garda dista 25 km. da Verona e circa 40 km. da Brescia;
  • è ben collegata dal treno: vi fermano i treni della linea Milano-Venezia e la stazione è a 400 mt. dal centro cittadino;
  • vi fermano gli autobus di linea che che partono da Verona e da Brescia;
  • in auto, si esce all’omonimo casello sull’Autostrada 4 (Torino-Trieste)
 peschiera 6
Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *