7 mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017

Si avvicinano giorni strategici (25 aprile, 1° maggio, 2 giugno) per fare ponte festivo: perfetti per organizzare, anche all’ultimo momento, un viaggio o una piccola vacanza. Ma se per mille motivi non ci si può spostare da casa, sono anche giorni ideali per visitare musei e nuove mostre d’arte. In particolare, per chi a Roma ci vive e per chi a Roma verrà in vacanza, ho selezionato alcune mostre aperte tra aprile e giugno (qualcuna prosegue anche oltre) che secondo me devono essere assolutamente visitate! Vediamo allora quali sono le Mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 capaci di affascinare il visitatore.

presentazione 7 mostrein programmaa Romada aprile a giugno 20177

1. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Giovanni Boldini:  una mostra interessante che espone circa 160 opere dell’artista ferrarese e di altri pittori suoi contemporanei, protagonisti degli anni della Belle Époque; una vera e propria antologia che ripercorre il percorso dell’artista, considerato tra gli anticipatori della pittura contemporanea del ‘900 e che si avvale di dipinti provenienti dai principali Musei d’Europa (Musée d’Orsay di Parigi, Staatliche Museen zu Berlin – Nationalgaleriedi Berlino, Musée des Beaux-Arts di Marsiglia, Uffizi di Firenze). Tipici di Boldini i numerosi ed eterei ritratti di donne dell’alta società, in cui il tratto lieve dell’artista esalta la femminilità e la spontaneità dei gesti.

Informazioni utili:

  • Cosa: Giovanni Boldini
  • Dove: Complesso del Vittoriano, Via di San Pietro in Carcere, Roma.
  • Quando: la mostra resterà aperta fino al 16 luglio 2017 . Orari di ingresso: sempre aperta, dalle 9.30 alle 19.30; sabato sino alle 22.00 e domenica fino alle 20.30
  • Quanto: biglietto di ingresso € 12,00 inclusa audio guida

giovanni boldini-2

2. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Botero: sempre al Complesso del Vittoriano, a partire dal 5 maggio aprirà la mostra dedicata agli 85 anni del pittore colombiano Ferdinando Botero, conosciuto per le sue donne e per i suoi uomini tondi, protagonisti di fiabe fatte di quotidianità e di colori accesi che ricordano i dipinti naif dei nativi dell’America Latina. I dipinti esposti abbracciano un arco temporale di 50 anni, dal 1958 al 2016 ed è una grande, completa retrospettiva.

Informazioni utili:

  • Cosa: Botero
  • Dove: Complesso del Vittoriano, Via di San Pietro in Carcere, Roma.
  • Quando: la mostra apre il 5 maggio e chiude il 27 agosto 2017. Orari di ingresso: sempre aperta, dalle 9.30 alle 19.30; sabato sino alle 22.00 e domenica fino alle 20.30
  • Quanto: biglietto di ingresso € 12,00 inclusa audioguida, previste riduzioni
  • puoi leggere il post sulla Mostra di Botero per saperne di più e vedere qualche foto di anteprima,

 Botero

3. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Jean-Michel Basquiat: controverso in vita, amato – anzi, osannato come un genio – dopo la sua scomparsa. L’artista newyorkese, morto all’età di 28 anni e sicuramente uno dei precursori e sdoganatori della street-art e dei graffiti come vera forma di arte. In esposizione al Chiostro del Bramante – contenitore d’eccezione che sempre più spesso ospita artisti rappresentativi della contemporaneità – circa 100 lavori di Jean-Michel Basquiat (pitture ad olio, ad acrilico, disegni ma anche ceramiche e serigrafie), parte della collezione privata Mugrabi. Nelle opere di Basquiat si ritrova l’energia tribale, l’asprezza delle lettere e delle parole usate come segno graffiante, la denuncia non silente del razzismo, la critica ai diversi ‘poteri’.

Informazioni utili:

  • Cosa: Jean-Michel Basquiat
  • Dove: Chiostro del Bramante, Via Arco della Pace 5, Roma
  • Quando: la mostra  chiude il 2 luglio 2017. Orari di ingresso: sempre aperta, dalle 10.00 alle 21.00; sabato e domenica fino alle 21.00
  • Quanto: biglietto di ingresso € 13,00 inclusa audio guida, previste riduzioni

jean-michel-basquiat-mostra-roma-00

4. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Vivian Maier è stata una fotografa per caso, ed ancor più per caso è diventata notissima dopo la sua scomparsa. Vissuta tra New York e Chicago seguendo le famiglie presso cui lavorava come governante e tata, la Maier ha scattato un numero impressionante di fotografie ritraendo scampoli di vita, scene curiose , dettagli di un’epoca con la sua macchina fotografica, una Rolleiflex che non abbandonava mai. Il patrimonio fotografico – che oggi ammonta ad oltre 150.000 negativi e 3.000 stampe – è stato scoperto per caso, a seguito di un’asta di beni confiscati per morosità: infatti la Maier era gelosissima delle sue fotografie, scatti fatti non per un pubblico ma per se stessa, e non le aveva mai mostrate a nessuno. Esposta al Museo di Roma solo una piccola selezione di 120 fotografie,  in bianco e nero quelle scattate negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso e a colori quelle più recenti degli anni ’70.

Informazioni utili:

  • Cosa: Vivian Maier, una fotografa ritrovata
  • Dove: Museo di Roma in Trastevere, Piazza Sant’Egidio 1/b, Roma
  • Quando: la mostra  chiude il 18 giugno 2017. Orari di ingresso: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00
  • Quanto: biglietto di ingresso € 8,50, previste riduzioni

vivian maier-2

5. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Da Caravaggio a Bernini. Capolavori del Seicento italiano nelle Collezioni Reali di Spagna: nel XVII secolo i pittori italiani erano particolarmente apprezzati alla corte spagnola e le collezioni reali (oggi custodite in gran parte al Museo del Prado, inseriti nel Patrimonio Nacional) si arricchirono – grazie a doni o  commissionate direttamente – di opere di grandissimo valore artistico espressione dell’arte italiana. Nella mostra delle Scuderie del Quirinale sono esposte tele di Guercino, di Guido Reni, di Caravaggio, del Bernini (tra cui un crocefisso custodito al Monastero di San Lorenzo all’Escorial). Nello stesso periodo, altrettanti grandi nomi dell’arte spagnola vennero in Italia per lavorare al servizio di famiglie nobili o della Chiesa e tra questi spiccano i nomi di José de Ribeira (in Italia più conosciuto come “lo spagnoletto” e dello stesso Velázquez. La mostra è un’occasione unica per ammirare dipinti di grandissimo valore e ripercorrere le vicende, spesso intrecciate, dell’arte moderna in Italia e in Spagna.

Informazioni utili:

  • Cosa: Da Caravaggio a Bernini
  • Dove: Scuderie del Quirinale, Via XXIV Maggio 16, Roma
  • Quando: la mostra  apre il 14 aprile 2017 e chiude il 30 luglio 2017. Orari di ingresso: aperto tutta la settimana dalle 10.00 alle 20.00, il venerdì ed il sabato la chiusura è posticipata alle 22.30.
  • Quanto: biglietto di ingresso € 12,00, previste riduzioni

Caravaggio-Bernini_Header

 

6. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Spartaco. Schiavi e padroni a Roma: gli spazi del’Ara Pacis sono la scenografia più adeguata per fare un balzo nella storia fino ad arrivare nell’antica Roma dove, accanto a cittadini, consoli, matrone, militi e mercanti vivevano milioni di schiavi, ingranaggio fondamentale dell’economia e della struttura civile dell’epoca. Si parte dalla rivolta capitanata dallo schiavo Spartaco per  indagare sulle condizioni di vita, sull’organizzazione, sullo sfruttamento della forza lavoro degli uomini e delle donne privati dei diritti di libertà. La mostra è suddivisa in 11 sezioni ed è arricchita da 250 reperti archeologici ma la particolarità della mostra dell’Ara Pacis è che il visitatore “entrerà” fisicamente nelle ambientazioni e nel racconto grazie a installazioni audiovisive, ai suoni, alle voci della Roma imperiale. Le sezioni sono dedicate all’età delle conquiste, al mercato degli schiavi, alla fatica che questi dovevano sopportare, alle rivolte, alle diverse tipologie di schiavi esistenti, allo sfruttamento sessuale delle schiave, agli schiavi bambini, all’istituto del diritto romano della manomissione, che rendeva liberi gli schiavi meritevoli, e il rapporto tra religione e schiavitù.

Informazioni utili:

  • Cosa: Spartaco. Schiavi e padroni a Roma
  • Dove: Museo dell’Ara Pacis, Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli), Roma
  • Quando: la mostra  chiude il 17 settembre 2017. Orari di ingresso: aperto tutta la settimana dalle 9.30 alle 19.30.
  • Quanto: biglietto di ingresso solo mostra € 11.00, integrato con il Museo dell’Ara Pacis, € 17,00; previste riduzioni.

spartaco_schiavi_e_padroni_a_roma_large

7. – mostre in programma a Roma da aprile a giugno 2017 – Dai Crivelli a Rubens, i tesori d’arte da Fermo e dal suo territorio: presso il Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro fino al 9 luglio 2017 è possibile vistare una mostra davvero speciale in cui sono esposte le opere provenienti dalle chiese e dai musei del Fermano lesionate dal terremoto del 26 e del 30 ottobre 2016, tra cui anche la Pinacoteca civica di Fermo. In attesa di recuperare o ristrutturare gli edifici, si è voluto dare ai romani ed ai turisti che scelgono Roma la possibilità di ammirare l’altissimo valore del patrimonio artistico di Fermo ed anche un segnale, forte, di sensibilizzazione sulle difficoltà che gli abitanti della zona stanno vivendo. Tra le varie opere, esposte va citata l’Adorazione dei Pastori dipinta da Rubens per la chiesa di San Filippo di Fermo, che viene messa a confronto con quella dipinta da Pietro da Cortona per la chiesa romana di San Salvatore in Lauro e quella del Baciccio che era custodita nella Chiesa di Santa Maria del Carmine di Fermo. La mostra è stata fortemente voluta dal Pio Sodalizio dei Piceni e dal Comune di Fermo in collaborazione con la Soprintendenza delle Marche.

Informazioni utili:

  • Cosa: Dai Crivelli a Rubens
  • Dove: Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro, Piazza di San Salvatore in Lauro, 15, Roma (lungo l’asse di Via dei Coronari).
  • Quando: la mostra  chiude il 9 luglio 2017. Orari di ingresso: aperto tutta la settimana dalle 10.00 allwe 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.
  • Quanto: la mostra è ad ingresso gratuito ma si suggerisce una donazione, che verrà utilizzata per il restauro degli edifici di Fermo e dintorni.
Pietro-Paolo-Rubens-Adorazione-dei-pastori-Pinacoteca-civica-Fermo-Olio-su-tela-cm-192x300

Pietro-Paolo-Rubens-Adorazione-dei-pastori-Pinacoteca-civica-Fermo-Olio-su-tela-cm-192×300

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *