Tutti a caccia di street art a Roma!

Siete tra coloro che vorrebbero viaggiare di più, prendere aerei, traghetti, treni, salire a bordo di un’auto verso non importa quale destinazione purché sia emozionante, avvincente, piena di scoperte ma… c’è sempre un ‘ma’, un qualcosa che non dipende da voi, un parametro che sballa e non va per il verso giusto, insomma, un qualsiasi imprevisto della vita che vi costringe a rimettere i sogni nel cassetto e ad aspettare tempi migliori? Avete mai pensato che – anche a breve distanza da casa, da dove abitate o dove lavorate – potete imbarcarvi per piccoli viaggi, forse non avventurosi, ma appaganti, gratificanti e capaci di dare un ritmo diverso ai giorni? Ci pensavo giusto nei giorni scorsi in occasione delle vacanze di Pasqua quando, mentre tutti caricavano le auto per l’immancabile fuga dalla città e il primo vero ponte vacanziero di stagione, io e Francesco ce ne siamo rimasti a Roma. Ma restare in città, a casa, non ci ha precluso la possibilità di regalarci un paio di viaggi ‘a portata di mano‘ e, nello specifico, una vera e propria escursione in scooter al Lago di Piediluco (sempre bellissimo!) ed una giornata trascorsa a fare i turisti su due ruote alla ricerca dei murales della street-art di Roma. Che è una città sempre più aperta alle sperimentazioni artistiche, tanto da aver creato una brochure con una mappa delle opere di street-art più interessanti, innovative e significative.

Street art a Roma, Via del Porto Fluviale, zona Ostiense

Street art a Roma, Via del Porto Fluviale, zona Ostiense

La mappa l’avevo presa un po’ di tempo fa in uno dei tanti chioschi Info Point del Comune di Roma ed era rimasta sulla scrivania in attesa del momento giusto ma sempre a portata d’occhio, in pratica ogni giorno mi rammentava che sui muri della città c’è un mondo fatto di colori, di grafismi, di veri e propri capolavori ideati e realizzati da artisti internazionali. Se non trovate il volantino, potete scaricare on line la mappa della street art a Roma da consultare, utile per organizzare il vostro itinerario, oppure visitare il sito specifico del Comune di Roma con la mappatura delle opere ed informazioni sugli artisti (andate in fondo alla pagina, le opere di street art sono suddivise per zone).

street art

In ogni caso, scordatevi i graffittari che con lo spray imbrattano pareti e mura di vecchi edifici, la street art a Roma, così come avviene nelle grandi Capitali internazionali, è vera arte urbana con una sua dinamica espressiva che spesso trasforma in gallerie d’arte a cielo aperto vecchi edifici, realtà sociali degradate, scheletri e manufatti di archeologia industriale abbandonati.

Street art a Roma - Porto Fluviale

Street art a Roma – Porto Fluviale

La gran parte delle opere di street art a Roma si trovano in periferia, anzi, ancor più spesso in quelle zone della città che non sono periferia ma nemmeno centro storico, in quartieri frequentati da studenti o con una propensione alla creatività alta (ed altra). Nella mappa, sono segnalati infatti – tra i quartieri e le zone di Roma più ricche di installazioni di ‘arte di strada’ – la Serpentara, San Basilio, Torpignattara, Tor Bella Monaca. il Quadraro, Tor Marancia, Drgona, il Trullo, Ottavia. Tutte zone della città che un turista difficilmente esplora e che spesso e volentieri sono sconosciute anche a chi a Roma ci abita (faccio mea culpa, io ad esempio proprio non conosco e non so bene dove sia la zona del Trullo!). Non mancano tuttavia esempi di arte murale in zone più centrali e conosciute, come i quartieri popolari (a dir la verità, popolari lo erano, provate ora a comprarci un appartamento :) !) di San Lorenzo e Testaccio.

Street art a Roma - Tor Marancia

Street art a Roma – Tor Marancia

E’ un’arte libera che nasce senza vincoli ed anzi, spesso è un’arte ‘contro’, in cui il territorio è utilizzato come tela pittorica ed amplificatore di messaggio ma che è allo stesso tempo è scarsamente fruibile (per assurdo, mi verrebbe da dire che in fondo, pur senza volerlo, è un’arte elitaria) a meno di non essere davvero appassionati e ben determinati ad andare alla sua ricerca. Insomma, nella sua quasi totalità sfugge al turista che visita la capitale limitandosi alla Roma classica e del centro storico ed all’arte classica, quella conservata nei musei.

Street art a Roma - Tor Marancia

Street art a Roma – Tor Marancia

Per andare alla ricerca della street art di Roma noi abbiamo scelto di utilizzare lo scooter perché le distanze che separano i diversi siti in cui si trovano le opere d’arte – perché questo a tutti gli effetti sono, ed è un vero peccato che alcune siano già soggette al deterioramento a causa degli agenti atmosferici – sono piuttosto impegnative e a meno di non volersi concentrare unicamente su un paio di quartieri, diventa complicato raggiungerle utilizzando i mezzi pubblici.

Street art a Roma - Tor Marancia

Street art a Roma – Tor Marancia

Per cui se volete andare in caccia di street art a Roma, il primo consiglio che mi sento di dare è di utilizzare un mezzo a due ruote (scooter, motorino, bicicletta, perché no il segway), munirvi di macchina fotografica, di una mappa della città (o un navigatore, come abbiamo fatto noi) e un po’ di pazienza, perché non tutte le opere di street art si trovano facilmente ed, anzi, in alcuni casi bisogna trasformarsi in detective per scoprire, magari dietro ad un muro o svoltato un angolo, un grandioso murales colorato e d’impatto.

Street art a Roma - Via Libetta

Street art a Roma – Via Libetta

Impossibile, comunque, anche solo immaginare di vedere tutte le opere di street art che ci sono a Roma e anche noi abbiamo dovuto fare una selezione tra le zone in cui ‘andare in caccia’, puntando su Ostiense, Garbatella e Tor Marancia prima, quindi sulla strada per tornare a casa, abbiamo scelto alcune opere che si trovano nella zona di Torpignattara. In ogni caso, se avete solo poco tempo e volete ammirare un lavoro collettivo di street art non molto distante dal centro cittadino, per di più facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, vi consiglio di focalizzarvi proprio sulla zona di Tor Marancia dove un intero isolato di case popolari, il cosiddetto Lotto 1, è stato trasformato in una galleria all’aperto con opere che rivestono completamente le facciate dei palazzi. E, ve lo assicuro, una è più bella dell’altra!.

Il nostro itinerario a caccia della street art di Roma? Eccolo!

Street art a Roma - Via Libetta

Street art a Roma – Via Libetta

Da casa ci siamo diretti verso la zona dell’Ostiense con prima tappa in via Giuseppe Libetta, una vietta laterale della via Ostiense, dove oltre al murale Citazioni calligrafiche dell’artista romano Brus, ci sono i murales La conquista dello spazio di Agostino Iacurci ed altri murales che però non siamo riusciti ad attribuire.

Street art a Roma - Via del Porto Fluviale

Street art a Roma – Via del Porto Fluviale

Proseguendo verso la zona del Gazometro, ci siamo fatti trascinare in una storia surreale con il murales di Agostino Iacurci che invade lo spazio del civico 67 di Via del Porto Fluviale, un buffo nuotatore con la benda che viene afferrato da inquietanti mani bianche che emergono dal mare. Altra grande opera di street art è all’incrocio tra via Ostiense e via del Porto Fluviale, dell’artista Blu sul Fronte del Porto, che abbraccia tutto un edificio con inquietanti ed alieni volti colorati. Da qui abbiamo proseguito verso gli scheletri del gazometro, dove la facciata di un edificio industriale presenta cromatismi tratteggiati, opera dell’artista americano Momo.

Street art a Roma - Via del Porto Fluviale

Street art a Roma – Via del Porto Fluviale

Poco prima di attraversare il Ponte Settimia Spizzichino (che a me ricorda sempre nelle forme un gigantesco insetto), in alto su un edificio a destra c’è il murale quasi cubista dell’artista berlinese Clemens Behr, in cui il blu petrolio, il bianco,il grigio ed il ruggine creano armoniche campiture di colore. Un giro lungo le strade di Garbatella (bello questo quartiere, da visitare anche al di là della ‘caccia alla street art'; a proposito, se seguite il link qui sopra trovate il post parlo d una visita guidata fatta con l’Associazione culturale Miramuseo) e poi via verso Tor Marancia, quartiere dall’altra parte della via Cristoforo Colombo.

Street art a Roma - viadotto Settimia Spizzichino

Street art a Roma – viadotto Settimia Spizzichino

Qui, al Lotto 1, preparatevi ad un turbinio di emozioni (e di scatti fotografici): grazie al progetto di arte pubblica Big City Life, nel 2015 è stata promossa la riqualificazione della zona urbana con l’apporto di 20 artisti internazionali che hanno potuto utilizzare le facciate di 11 palazzine popolari. Ogni opera è diversa dall’altra per stile pittorico, per l’uso del colore, per la tecnica interpretativa ed è curioso finestre finestre e balconi diventare parte integrante dell’opera. Perfino la signora affacciata in finestra diventa, suo malgrado, parte dell’opera! I murales di Tor Marancia sono vere e proprie opere d’arte, peccato che alcuni di loro comincino a sentire e segni del tempo.

Street art a Roma - Tor Marancia

Street art a Roma – Tor Marancia

Tornando verso casa, ci siamo fermati a Torpignattara, una volta quartiere popolare e popoloso di operai ed oggi una delle zone più multiculturali della città, dove sulle strade stette e annodate come labirinti, tra gli edifici bassi, spesso di edilizia popolare o edificati in economia, si incrociano i destini di maghrebini, cingalesi, cinesi, indiani, slavi. Le vie di Torpignattara sono quindi il substrato ideale per la street art ed infatti anche qui abbiamo trovato murales molto interessanti: L’Atlas (linee bianche che come un labirinto danno vita alla parola), Vantage di Aakash Nihalani (immagine tridimensionale verde), C215 (il volto intenso di un uomo grafittata tra due serrande di negozi) eseguiti nell’ambito del progetto promosso dalla locale galleria d’arte Wunderkammern e proprio su via di Tor Pignattara, un’intera palazzina trasformata da Atoche in un acquario in cui gli uomini condividono l’ambiente con pesci, statue e mostri marini.

Street art a Roma - Torpignattara

Street art a Roma – Torpignattara

Street art a Roma - Torpignattara

Street art a Roma – Torpignattara

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *