Conosci lo storico villaggio olandese di Hindeloopen?

Attorno al grande bacino olandese dell’IJsselmeer (quello che oggi è un lago salmastro ed una volta era parte del Mare del Nord) ci sono tanti deliziosi paesini da visitare, non troppo distanti l’uno dall’altro ma che richiedono – comunque – di avere a disposizione un mezzo di trasporto ed allora una bicicletta sarà perfetta se avete buone gambe altrimenti anche un’auto a noleggio va benissimo. Dopo aver visitato il paese di Urk, caratteristico per essere stato in precedenza un’isola (ed il grande faro bianco e rosso è ancora di  vedetta sul punto più alto) e per ospitare sul suo territorio numerose chiese e congregazioni religiose, partendo dalla città frisone di  Leeuwaarden abbiamo visitato altre cittadine caratteristiche e tipicamente marinare. Una di queste è il villaggio olandese di Hindeloopen, amato dai turisti e dai villeggianti per le case tipiche perfettamente conservate, i canali costeggiati da alberi e fiori che lo attraversano, le piccole chiuse e i ponticelli che connettono le diverse aree del paese.

Hindelooppen

Panorama del villaggio olandese di Hindeloopen

Ovviamente, a Hindeloopen (Hylpen in lingua frisone) è bene non utilizzare la macchina per poter vivere le sue atmosfere a passo lento, a piedi o in bicicletta, per cui poco prima di arrivare al villaggio dopo aver superato le campagne rigogliose che in primavera ospitano coltivazioni di tulipani coloratissimi, si può lasciare l’auto nella zona dei cantieri navali, dove c’è un grande parcheggio gratuito. Giusto un centinaio di metri più avanti, lungo una strada rivestita di mattoncini, ci si trova davanti al ponticello mobile dipinto di bianco che segna l’ingresso al villaggio.

Panorama del villaggio olandese di Hindeloopen

Panorama del villaggio olandese di Hindeloopen

La marina dove sono attraccate imbarcazioni di ogni dimensione, per lo più barche a vela,  ci suggerisce immediatamente l’idea che il villaggio olandese di Hindeloopen sia legato a più fili con le attività marinare ed effettivamente è uno dei principali porti turistici dell’IJsselmeer, da cui si può salpare per veleggiare sfruttando l’energico vento che arriva dal Nord. Il villaggio è incantevole e di sicuro ve ne innamorerete al primo sguardo, proprio come è accaduto a me: casette in mattoni, spesso di dimensioni davvero minime, con piccole finestre, comignoli e tetti rossi, quasi sempre ingentilite da vasi di fiori.

hindeloppen2

Continuate lungo la strada acciottolata fino a raggiungere il capanno azzurro di legno: un sentierino chiuso da un cancello di legno – necessario per evitare che le pecore che pascolano sulla diga entrino nel villaggio – permette di passare al di là dello sbarramento preserva il villaggio olandese di Hindeloopen dagli eventuali allagamenti e di ammirare il panorama che si apre su tutto l’IJsselmeer. Da qui, un volta scesi,  imboccate la via principale di Hindeloopen, il Buren, fiancheggiato da edifici bassi, raramente a due piani, che ospitano case di abitazione o turistiche e diversi negozi, bar e gallerie d’arte. La via gira attorno alla Chiesa Grande (il campanile, leggermente inclinato, è un po’ il punto di riferimento per orientarsi perché è il punto più alto del villaggio di Hindeloopen e si vede ovunque) e la particolarità è che tutto attorno all’edificio sacro vi è il cimitero, separato dalla strada solo da una staccionata bassa di legno.

Hindelooppen3

Visitando il villaggio olandese di Hindeloopen ci si aspetta – da un momento all’altro – di veder sbucare da una delle stradine che intersecano il centro donne abbigliate con gli abiti tradizionali, cuffiette candide in testa e ai piedi zoccoli di legno. Legata al suo passato importante – era una delle città che nel XIV° secolo facevano parte della Lega Anseatica, l’unione commerciale tra città del nord Europa e del Baltico –  Hindeloopen venne a contatto con usi e costumi diversi da quelli olandesi e il dialetto che vi si parla, diverso da tutti gli altri dialetti dei dintorni, conserva alcune parole che hanno radici danesi, norvegesi e inglesi. Inoltre, praticamente tutti gli uomini di Hindeloopen lavoravano come marinai o capitani e la loro professione li aveva portati a conoscere culture e abitudini di altri Paesi. Chissà, forse è proprio questo è uno dei motivi per cui gli abiti tradizionali di Hindeloopen utilizzavano, a differenza di altre località, stoffe colorate e variopinte di cotone pregiato, in parte tessute in India e trasportate in Olanda dalla Compagnia Olandese delle Indie Orientali.

La storia del villaggio di Hindeloopen si può conoscere dedicando un po’ di tempo al piccolo Museo di Hindeloopen, dove oltre a pannelli che aiutano a conoscere la storia del villaggio si può ammirare una bella collezione di abiti e oggetti di uso comune oltre a stampe di imbarcazioni. In più, è stata riprodotta la tipica abitazione di un capitano di mare, la cui famiglia era generalmente abbiente grazie ai commerci marittimi e quindi si può entrare dentro le stanze, la cucina ed il salotto tutte arredate con suppellettili colorate e decorate artigianalmente.

la marina del villaggio olandese di Hindeloopen

la marina del villaggio olandese di Hindeloopen

Per chi ama i mercatini vintage o il bric à brac, nel villaggio di Hindeloopen lungo la Tuinenweeg, quasi davanti allo sportello bancomat, c’è un curiosissimo negozio inserito all’interno di un grande capannone, l’Hindeloopermarkt, dove si vendono oggetti con una storia, piatti, tazzine, attrezzi agricoli, vecchie radio, lampadari dismessi, libri, oggetti curiosi, spesso accatastati l’uno sull’altro. Se invece volete fare spesa ed acquistare qualcosa da mangiare, più avanti c’è un fornito supermarket dai prezzi non eccessivi. Se volete noleggiare biciclette o acquistare cioccolato artigianale, invece, dovete cercare la Nieuwstad, una via residenziale con edifici caratterizzati da porte e facciate elaborate e dove ci sono diversi ristoranti e B&B.

Hindelooppen2

Informazioni utili :

  • da Hindeloopen si possono fare numerose escursioni in bicicletta, più o meno lunghe e di diversa difficoltà: ad esempio dal villaggio di  Hindeloopen partono piste che arrivano fino alla città di Sneek (circa 27 km.), a Makkum (circa 16 km.), ad Harlingen sul mare di Wadden (circa 32 km.). In ogni caso per calcolare i percorsi in bicicletta e avere tutte le indicazioni utili, può essere utile consultare la Fietsersbond Routeplanner). Altra attività sportiva molto praticata è il windsurf, così come il kitesurf;
  • per attività balneari a breve distanza dal villaggio olandese di Hindeloopen c’è la spiaggia di sabbia bianca di Workum mentre altre spiagge sabbiose si trovano nella zona dei campeggi di Hindeloopen;
  • il Museo di Hindeloopen è aperto dal 1° aprile al 1° novembre, orario dal lunedì al sabato 11-17, domenica 13.30-17.00); costo del biglietto 5€ adulti, 3€ bambini e nel biglietto di ingresso è anche incluso un caffé/thè per gli adulti o una limonata per i bambini;
  • Hindeloopen è a circa 13o km. da Amsterdam, sia che  si passi sulla Afsluidjik che si segua il percorso via Lelystadt

hindeloppen8

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *