10 cose da fare a Utrecht in 3 giorni

Cosa fare e vedere a Utrecht in 3 giorni? Utrecht è una città con una storia millenaria ma allo stesso tempo è vivace, giovane, accogliente, aperta e tollerante, insomma ad Utrecht non ci sia annoia di sicuro! Ma quali sono le 10 cose da fare a Utrecht assolutamente, il ‘must to do‘ del turista perfetto?

Di sicuro, l’ideale è iniziare la visita di Utrecht con una bella passeggiata, in modo da avere uno sguardo d’insieme della città ed ammirare i suoi caratteristici canali. Quasi obbligatoria poi la visita ad uno dei musei cittadini e ai caratteristici mercati e, se il tempo è buono, potete pensare ad una sosta rilassante nei suoi parchi o a fare un giro in bicicletta. Ma andiamo per ordine, e di seguito vi elenco le 10 cose da fare a Utrecht (ma so già che sarà impossibile limitarsi a 10 e quindi ci sarà un secondo post)!

Cosa vedere a Utrecht 16

  •  La prima delle 10 cose da fare ad Utrecht è organizzarsi con i mezzi di trasporto per spostarsi in città: il centro della città è relativamente piccolo e si gira tutto a piedi ma poter contare su un mezzo di locomozione può essere utile per spingersi verso la periferia ed i parchi più grandi. Potete noleggiare una bicicletta (che vi garantisce maggiore libertà ed autonomia) oppure acquistare presso l’ufficio della U-OV della stazione centrale (uscendo dalle scale mobili che salgono dal piano dei binari, andate a destra: è un cubo di vetro) un biglietto giornaliero per utilizzare i mezzi pubblici (1 giorno 6€, 3 giorni 11,50, 5 giorni 16 euro). Il consiglio per visitare Utrecht in modo organico è di seguire un itinerario ‘per quartieri’ e per entrare nello spirito della città è d’obbligo la passeggiata lungo la spina dorsale d’acqua della città, il canale Oudegracht che scorre nel centro della città per oltre 2 km. con le curiose strutture a due piani. Volendo, almeno nella bella stagione, ci sono escursioni guidate in barca e si possono noleggiare canoe e barchette per navigare i canali di Utrecht in autonomia.

10 COSE DA FARE A uTRECHT 10

  • La seconda delle 10 cose da fare a Utrecht è un omaggio alla storia della città  e quindi il mio suggerimento è di raggiungere la Domplein e dedicare una mezza mattinata alla visita del Duomo e al suo chiostro (Pandhof Domkerk), per poi salire in cima alla Domtoren (ricordatevi di prenotare la visita guidata presso l’Ufficio del turismo),  soffermarvi sul piccolo giardino di fianco alla Domtoren e partecipare all’interessante percorso DomUnder. Trovate maggiori informazioni nel post “L’avvincente storia di Utrecht in un percorso verticale“. Una curiosità: all’interno dell’edificio del Duomo, con vista sul chiostro, c’è anche una piccola caffetteria.

10 COSE DA FARE A uTRECHT 4

  • La terza delle 10 cose da fare a Utrecht è visitare in Prins Hendriklaan 50 la Rietveld Schröderhius, una piccola abitazione dalle linee pure realizzata nel 1924 seguendo i principi ispiratori del De Stjil dall’architetto olandese Gerrit Rietveld, uno degli esponenti del movimento artistico. L’abitazione, che per l’epoca era davvero innovativa, utilizza negli infissi e in alcuni elementi strutturali i tipici colori primari (giallo, rosso, blu, nero, bianco oltre al grigio) ed è parte del patrimonio Unesco. Per visitarla bisogna rivolgersi al Centraal Museum, dove tra l’altro è custodita una interessante collezione di opere e realizzazioni legate alla corrente stilistica. Gli orari di visita: mercoledì visite con audio-guida, con partenza ogni ora dalle 11.00 alle 16.oo; da giovedì a sabato alle 15.00 ed alle 16.00 in programma visite con audio-guida mentre dalle 11.00 alle 14.00 le visite sono guidate da esperti. Domenica e lunedì la casa di Rietveld non visitabile (costo visita con audio guida 9€; visita guidata € 16 previste riduzioni in entrambi i casi).

10 COSE DA FARE A uTRECHT 3

  • La quarta delle 10 cose da fare a Utrecht è una passeggiata o una sosta in uno dei parchi della città: a Utrecth ci sono diversi punti verdi e veri e propri parchi appena fuori dal cento cittadino: molto grande il parco De Voorveldse Polder, che avevamo vicino all’hotel Star Lodge, il Griftpark, il Wilhelminapark; i giardini allo Zocherpark (accanto al Teatro Municipale di Utrecht), il Parco Lepelenburg (relativamente vicino al Duomo), il Parco Zonnenburg (vicino al quartiere dei Musei) senza dimenticare tutta la fascia verde, con sentieri, attracchi per imbarcazioni  e panchine che costeggia il Catharijnesingel.

Cosa vedere a Utrecht 11

  • La quinta delle 10 cose da fare a Utrecht va fatta esclusivamente di notte: di sera i palazzi più belli di Utrecht, i ponti più scenografici, il Duomo, i canali, le architetture più particolari vengono illuminate ad arte in modo da enfatizzare volumi e creare un gioco di chiaro scuro. Le luci danno vita ad un percorso in cui Utrecht appare diversa da come appare alla luce del sole grazie alla magia creata da installazioni luminose colorate. L’itinerario si può seguire grazie alla mappa del Trajectum Lumen, che si può ritirare da ritirare presso l’Ufficio del Turismo di Utrecht, in Domplein.

10 COSE DA FARE A uTRECHT 8

  • La sesta delle cose da fare a Utrecht farà felici le famiglie con bambini: proprio davanti al Centraal Museum c’è il Nintje Museum. Nintje è il coniglietto nato dalla matita di Dick Bruna, amatissimo dai bambini di tutto il mondo  (l’ho ritrovato anche a Nagasaki, per dire!) e più che un Museo vero e proprio si tratta di una struttura tutta dedicata ai più piccoli, organizzata come una enorme casa ‘a misura di bambini’ in cui giocare e assumere i ruoli ‘dei grandi’ insieme a Nintjie (noi il coniglio lo conosciamo come Miffy) ed ai suoi amichetti. Al secondo piano c’è anche una pista per automobiline a misura di bambini, da spingere rigorosamente con i piedi! Età consigliata tra i 2 ed i 6 anni ma non mi vergogno a dire che anche io mi sono divertita a visitarla! L’ingresso è organizzato a tempo, in blocchi di ingresso che variano dai 45 minuto a un’ora e trenta ed il biglietto di ingresso si può acquistare on line: la cosa buffa è che – per una volta – i bambini piccoli pagano di più degli adulti  (costo bambini fino a 12 anni 8,5€, a partire dai 13 anni 3,00€) .

10 COSE DA FARE A uTRECHT 5

  • La settima delle cose da fare a Utrecht è visitare, anche solo all’esterno, la Paushuize, ovvero l’edificio costruito per Papa Adriano VI, unico papa olandese della storia della Chiesa cattolica, che ha stile rinascimentale ed influssi gotici. Per visitarlo bisogna però aspettare l’ultima domenica del mese, quando alle 10.45 è prevista la visita guidata gratuita dell’edificio.

10 COSE DA FARE A uTRECHT 9

  • L’ ottava delle cose da fare a Utrecht (e da ripetere più volte!) è fare un giro al mercato delle merci varie del Vredenburg, dove si può pranzare in puro stile street food. Consigliatissimi i banchi del pesce, che cuociono al momento fumanti bocconcini di merluzzo o pollack passati nella pastella e fritti: è il famoso kibbeling, un pasto saporito e a buon mercato che viene servito caldissimo accompagnato da maionese alle erbe o salsa remoulade oppure offrono panini morbidi ripieni di aringhe e cipolla preparati al momento. Il consiglio è di provare più banchi, in ogni caso difficilmente si spendono più di 5 euro per una generosissima porzione di kibbeling (noi una porzione l’abbiamo condivisa in 2). Al mercato del Vredenburg si trovano anche formaggi, le immancabili patatine fritte, centrifugati di frutta, chioschi che preparano al momento gli stroopwaffel ripieni di caramello (costo 1 euro a biscotto, vendono anche buste confezionate). Dei mercati di Utrecht vi parlerò meglio in un prossimo post.

10 COSE DA FARE A uTRECHT 7

  • La nona delle cose da fare a Utrecht è andare per musei:  ci sono Musei interessanti, con belle mostre temporanee. Il più famoso in assoluto è il Centraal Museum, con collezioni di opere legate a Mondrian e al De Stjil, altre di arte contemporanea e sale dedicate ad installazioni. Il biglietto di ingresso al Centraal Museum costa 12,50€ (sono previste riduzioni); un altro museo interessante ed unico nel suo genere è il Museo dei carillon – e un simile museo non può trovarsi in nessun’altra città se non ad Utrecht, considerato che un gigantesco carillon di campane è installato perfino sulla DomTower! La mia amica Elena del blog di viaggi Giorni Rubati lo ha visitato insieme alla sua famiglia e sullo Speelklok Museum, così si chiama, ci ha scritto un bel post. A proposito: visitare lo Speelklok Museum costa 12€, sono però previste numerose riduzioni. Ancora: nel museo di arte sacra Catharjineconvent  all’interno di un ex convento in stile gotico è conservata una collezione eclettica di arte sacra (biglietto di ingresso 12,50, previste riduzioni).

10 COSE DA FARE A uTRECHT 1

  • La decima delle cose da fare a Utrecht  è divertirsi a fare qualche incursione nei negozi insoliti e nelle gallerie d’arte che si trovano in Zadelstraat e in Mariaplaats o lungo le strade che costeggiano l’Oudegracht: nella zona di Twijnstraat, una delle più vecchie vie commerciali di Utrecht, trovate negozi di design e di arredamento contemporanei, bar alla moda, negozi specializzati in oggetti vintage e perfino un negozio completamente dedicato alla birra, con una collezione di 600 birre a tutto il mondo (De Bierverteller). In Lange Elisabethstraat trovate Febo, un’istituzione in Olanda con i suoi distributori di crocchette self service e Mymuesli, negozio specializzato in muesli con ingredienti organici e adatti per vegetariani e vegani. Non so se definirlo una curiosità o meno, ma a due passi dalla Domtoren, all’angolo della strada che porta alla Domtoren e quindi proprio nel pieno centro turistico e commerciale della città c’è pure un coffeeshop aperto dalle 10.00 alle 23.00 dove c’è regolarmente la fila per acquistare – no, nei coffee shop (*) non si vende caffè, sappiatelo! Per quanto mi riguarda, lascio il negozio in questione agli appassionati del genere e preferisco proseguire di qualche metro per fermami al piccolo negozio specializzato in tè e caffè (questa volta, realmente caffè!) di Simon Lévelt.

Cosa vedere a Utrecht 13

Cosa vedere a Utrecht collage

(*) un coffeeshop vende cannabis, che in Olanda è tollerata a determinate condizioni. Ad esempio, è vietatissimo fumare in pubblico (è tollerato solo in questi locali particolari), possono accedere ai coffeeshop solo i maggiorenni  (serve un documento), non è possibile acquistare droghe oltre modiche quantità per uso personale ed è punibile con sanzioni penali chi tenta di esportarle oltre i confini olandesi.

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *