10 cose da fare a Follonica (oltre ad andare al mare)

Se vai a Follonica in estate immagino che sia soprattutto per fare vacanze al mare, ma non di solo ed esclusivamente mare è fatta una vacanza, no? Che poi se sei come me, che dopo 3-4 giorni di spiaggia (sono sicura che conosci bene la routine: lettino, solare, bagno, lettino, solare, aperitivo, lettino, solare, chiacchiere e/o passeggiatina, lettino…) comincio a dar fuori di matto perché mi annoio, ecco che essere informato sulle opportunità che una città balneare offre ai suoi ospiti oltre a spiagge e grandi nuotate, può esseri utile per completare la tua conoscenza di Follonica e integrare le informazioni che già hai letto nel post “I pro e i contro delle vacanze a Follonica“.

10 cose da fare a Follonica

Allora: quali sono le 10 cose da fare a Follonica oltre ad andare al mare?

  • tra le cose da fare a Follonica metto al primo posto la spesa al mercato settimanale del venerdì: un mercato grande dove nel settore agro-alimentare si trovano prodotti locali, la frutta e la verdura a km. zero e nel settore delle merci varie abbondano banchi di abbigliamento, scarpe, oggettistica per la casa, giocattoli, campionari  – non sempre e non solo ‘cineserie’. Il mercato si svolge nell’area del Parco Centrale che una volta era occupata dall’Ippodromo (che si è spostato fuori città) ed è aperto dalle 8.00 alle 13.30. Trovare parcheggio può essere complicato (complicatissimo sotto Ferragosto!)  conviene semmai lasciare la macchina  verso la zona dei supermercati e raggiungere il mercato a piedi. In ogni caso, dal Municipio sono 10 minuti di passeggiata e ci passano anche gli autobus urbani;
  •  un’altra delle 10 cose da fare a Follonica è una una giornata all’Acquavillage, uno dei più grandi acquapark della costa toscana, con piscine adatte sia agli adulti che a bambini. Tante le attrazioni, ambientate in una scenografia hawaiana – una grande piscina ad onde dove nuotare, la piscina – SPA con idromassaggio, docce sensoriali, giochi d’acqua; scivoli mozzafiato. Il biglietto giornaliero costa 21€, il pomeridiano 18€ e sono previste riduzion (e se siete soci Igers ci sono convenzioni ed ingressi gratuiti, informatevi!). L’Acquavillage si trova in via Nicolò Sanzio, poco più avanti del PalaGolfo (il palazzetto dello sport di Follonica);
  • organizzare un picnic in pineta: Follonica conserva ancora della grandi pinete di pini marittimi, sia nella zona della spiaggia di ponente (che corrisponde a Prato Ranieri ed a quello che viene definito da tutti come ‘Il villaggio degli Svizzeri’, un’insieme di strutture turistiche di proprietà di una società elvetica che ospitano clientela internazionale) che della spiaggia di Levante, nel tratto che va dal quartiere Senzuno fino al confine con il Comune di Scarlino ed oltre. Soprattutto nei fine settimana vedrete le pinete riempirsi di turisti giornalieri che arrivano dall’entroterra toscano, muniti di tavolini, seggiole e borse frigo pronti ad improvvisare banchetti all’ombra dei pini secolari. Unica avvertenza: fate vostra la massima di Lord Baden Powell (il fondatore degli scout) e ‘lasciate il mondo migliore di come lo avete trovato’. Tradotto: non lasciate rifiuti in giro!

IMG_9713

  • andare alle terme: no, a Follonica non ci sono terme ma ce ne sono un paio di qualità a Venturina, frazione di Campiglia Marittima che si trova sulla via Aurelia in direzione di Livorno, a circa 20 km. da Follonica. Potete scegliere di trascorrere una giornata alle Terme di Venturina, la cui acqua, che scaturisce dalla Sorgente Cratere, è benefica per le malattie respiratorie, dermatologiche, epatiche, per i disturbi articolari e vascolari e sono dotate oltre che di impianti termali veri e propri anche di due piscine, una piscina interna (acqua a 36°) ed una grande esterna (acqua a 32°). Costo 25€ per tutta la giornata per entrambe le piscine. Altra alternativa, a mio parere più esclusiva ma anche più costosa, è una giornata al Calidario, dove attorno ad un laghetto con acque sorgive e balneabili che sgorgano alla temperatura di 36° è stato costruito un complesso termale-alberghiero con una SPA ricavata tra le mura di un edificio tradizionale, con pareti di mattoni a vista ed ampie volte, che struttura il suo percorso seguendo i diversi momenti codificati dalle terme romane classiche (e quindi laconicum, calidarium, frigidarium, tepidarium).  L’ingresso al lago termale costa 20€ (10€ bambini da 2 a 10 anni) mentre l’ingresso alla SPA per 3 ore+ lago termale tutto il giorno fino alle 24.00, costa 40€ (previsti sconti e promozioni);
  • pattinare sulla storica Pista dei Pini è un’altra delle 10 cose da fare a Follonica: è stata il palcoscenico di mille evoluzioni e mille cadute della mia infanzia e adolescenza, è su questa pista che ho cominciato a pattinare all’età di tre anni (ricordo degli orribili pattini con le ruote frenate, dove più che scivolare camminavi) ed ho continuato, migliorando sempre di più fino a fare leggiadre evoluzioni e piroette finché… cadere non è stato troppo doloroso! :) Per diverso tempo la pista è stata lasciata andare in malora, una struttura vecchia che sembrava dovesse essere rimossa da un momento all’altro ed invece leggo con piacere che la “mia” pista è stata riqualificata, il chiosco bar e le strutture sono completamente nuove (la pista apre dalle 16.00 19,30 e dalle 21.00 alle 24.00, l’ingresso in pista costa €3 con pattini propri, 4€ con pattini a noleggio nel pomeriggio, di sera bisogna aggiungere un supplemento di 50 centesimi – tariffe luglio 2017);

DSCN0008

  • forse non sarà tra le prime 10 cose da fare a Follonica, ma potete trascorrere un pomeriggio diverso visitando i mercatini di artigianato e antiquariato che si svolgono nelle vie lungomare (Viale Italia, via Amorotti), generalmente nel fine settimana: non sempre sono esposte novità o prodotti di qualità ma qualche volta si fanno piccoli affari (qui trovate il link con il calendario dei mercatini di Follonica);
  • fare una ‘gita’ in città percorrendo Follonica in lungo e in largo con gli autobus urbani: ad esempio, prendendo il bus F1 della Tiemme SpA, da Via Lago di Bracciano (pineta di levante) arrivate fino alla zona di Casse Lombarde (pineta di ponente) passando per il centro e la stazione. Ricordatevi di acquistare il biglietto nelle rivendite e consultate l’orario estivo 2017 per gli orari;
  • assolutamente da inserire tra le 10 cose da fare a Follonica è un pomeriggio di visite culturali a Massa Marittima, città natale di San Bernardino da Siena e famosa un tempo per le sue miniere. Visitate la piazza Garibaldi, la piazza principale su cui affacciano la Cattedrale di San Cerbone (vi sembrerà di averla già vista, perché è stata utilizzata come quinta scenica per tante pubblicità) e il medievale Municipio, per la miniera educativa da visitare ma non dimenticate di ammirare l’affresco con l’albero dell’abbondanza, un particolarissimo albero i cui frutti sono – ehm – espliciti riferimenti alla sessualità maschile. A Massa Marittima fate due passi lungo la ripida Via Moncini ed arrivate fino alla Torre (ci si può salire, ingresso a pagamento), visitate il Chiostro di Santa Chiara ma soprattutto fatevi una passeggiata seguendo il sentiero che costeggia le mura della città, da cui lo sguardo si perde sulle colline metallifere. Massa Marittima dista da Follonica 20 km. e potete arrivarci anche con gli autobus di linea (circa 30 minuti di percorso, partono dalla Stazione ferroviaria);
  • visitate la Follonica storica: anche se la città non ha monumenti o palazzi molto antichi – la Follonica come la conosciamo noi nasce nel periodo di sviluppo della siderurgia del Gran Ducato di Toscana, quando Leopoldo di Lorena fa costruire il villaggio-fabbrica delle Reali e Imperiali Fonderie, oggi conosciute come ex Ilva, dove venivano prodotti manufatti in ghisa che utilizzavano i minerali ferrosi estratti dalle miniere dell’Isola d’Elba – vale davvero la pena varcare il grande cancello in ghisa che immette nel villaggio fabbrica i cui edifici, in parte riutilizzati per usi sociali e civici, restano a testimoniare la grande importanza della produzione follonichese: nelle vecchie fonderie e negli opifici sono oggi ospitati il teatro e il MAGMA. il Museo della ghisa. In quella che era la vecchia dispensa e osteria si trova la scuola media, nel Palazzo del Forno Quadro la biblioteca comunale e al di là della strada, la Chiesa principale di Follonica, dedicata a San Leopoldo in omaggio al Granduca, utilizza la ghisa con maestria per creare decorazioni e volute;

DSCN0016

  • immancabili tra le 10 cose da fare a Follonica sono le feste estive: vengono organizzati diversi eventi popolari, per lo più di sera e in genere sono gratuiti. Sono spettacoli o balli in piazza, concerti, degustazioni (per sapere il calendario vi conviene informarvi presso l’ufficio della Pro Loco in via Roma). Altra attività da fare a Follonica è munirsi di pop-corn e patatine e trascorrere una serata al Cinema estivo delle Ferriere, un classico cinema all’aperto con i sassolini di breccia in terra, le sedie spartane ed il chiosco che vende gelati e noccioline in fondo. Un cinema di quelli ormai difficili da trovare, dove vengono proiettati film ‘per famiglie’, spesso con anticipazioni e prime di film della stagione autunnale. Fa molto vacanze anni ’70, ma è divertente – nel cinema all’aperto si crea un particolare clima di comunità e di attività condivisa che nei cinema ‘al chiuso’ non si avverte – e se è una stagione particolarmente calda è un modo furbo per sfuggire all’afa serale di bar e locali (comunque io un giacchino leggero lo porto sempre e pure l’Autan, si sa mai…).

DSCN0014

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *