Dove costa meno fare acquisti in Europa?

Se mi chiedete dove costa meno fare acquisti in Europa, so cosa rispondervi. Ma per farvi capire come nasce questo mio interesse, questa mia curiosità specifica per il costo della vita nei Paesi europei, devo fare un piccolo salto indietro nel tempo: tutto nasce da un viaggio in Spagna, diversi anni fa: ero a Valencia, città bellissima che vi consiglio di visitare se ancora non lo avete fatto. Ed ecco lì che mi scoppia uno dei mal di testa, rari ma assolutamente devastanti che mi costringono immediatamente a correre ai ripari restando distesa, in penombra e soprattutto inghiottendo quanto prima possibile un antidolorifico. Cerco nella bustina dei medicinali da viaggio, sulla carta sono una previdente e porto sempre con me tutti i farmaci necessari che possono essere utili. Peccato che la scatola del farmaco a base di ibuprofene, che so che mi funziona bene in questi casi, è desolatamente vuota mentre il mal di testa non accenna a diminuire: nella fretta devo aver inserito la scatola senza controllare che ci fossero le pasticche! Panico. Ed ora, che si fa?

Quel buon uomo di Francesco, munito di vocabolario italiano-spagnolo e della scatola vuota del medicinale, va alla ricerca della farmacia più vicina dove gli consegnano una scatola di 30 pillole di ibuprofene – la mia salvezza! – facendogliele pagare ad un costo irrisorio, circa 2€. Ma come è possibile? Io in Italia per una confezione da 12 pillole (farmaco generico, stesso quantitativo di principio attivo) spendo non meno di 3,50€!

Proprio da questo episodio è nata la mia curiosità per scoprire dove costa meno fare acquisti in Europa e non c’è viaggio in cui io non faccio almeno un giro nei mercati e nei supermercati locali non solo per vedere (e talvolta acquistare) i prodotti locali ma anche per confrontare e paragonare i prezzi dei prodotti di uso comune, come appunto i farmaci da banco per i piccoli malanni. Ed è ormai da tempo che evito di appesantire il bagaglio con confezioni di shampoo, bagnoschiuma e prodotti di uso quotidiano se so che una volta arrivata sul posto li posso acquistare – per di più a minor prezzo –  al primo supermercato che trovo.

Quanto costa fare acquisti in Europa-

Qualche esempio di dove costa meno fare acquisti in Europa (in base alla mia esperienza e alle statistiche di Eurostat):

  • fare la spesa al mercato o al supermercato è particolarmente conveniente in Croazia, Romania, Slovenia, Estonia, Lettonia e Lituania. Ma anche Malta, il Portogallo e la Repubblica Ceca hanno un costo della vita generalmente più basso che in Italia;
  • le bevande alcoliche (vino, birra ma anche whisky, cognac, ecc.) a parità di marca si acquistano al costo minore in Romania e, in generale, nei Paesi dell’est europeo;
  • acquistare farmaci da banco in Spagna e Gran Bretagna è decisamente più conveniente che in Italia (e quindi se ho in programma un viaggio in queste due nazioni, evito di mettere in valigia medicinali ma anzi ne faccio scorta una volta arrivata sul posto). In Gran Bretagna, poi, i generici per i piccoli malanni sono venduti non sono nelle farmacie ma anche in tutti i supermercati. Nel mio armadietto del pronto soccorso ho ibuprofene marchiato Tesco e acido acetilsalicilico di Sainsbury’s acquistati a Glasgow :);
  • l’abbigliamento  si acquista a costi inferiori rispetto all’Italia in  Croazia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna, Ungheria;
  • per i beni di elettronica, i migliori acquisti si fanno in Polonia e nella Repubblica Ceca e comunque piccoli affari anche in Germania e in Spagna. Va detto che per il settore dell’elettronica c’è però un generale livellamento dei prezzi di vendita, trattandosi per lo più di prodotti di importazione;
  • acquistare un pacchetto di sigarette costa meno in Bulgaria, Ungheria, Croazia, Polonia e Romania (ed è carissimo in Irlanda, Gran Bretagna, Svezia);
  • la Norvegia non fa testo: è forse in assoluto per noi italiani il Paese più caro d’Europa, per cui ricordatevi di portarvi tutto ciò che vi può servire dall’Italia!

Inoltre:

  • utilizzare trasporti pubblici costa molto di meno nella Repubblica Ceca, in Ungheria, Polonia, Estonia, Lettonia e Lituania e Romania;
  • potrete permettervi più cene al ristorante in Bulgaria, Polonia, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Romania.

In conclusione, generalmente, i Paesi meno costosi rispetto all’Italia sono quasi tutti quelli dell’Europa orientale mentre i più cari quelli del Nord Europa.

(per consultare le statistiche complessive sul costo della vita in Europa: http://ec.europa.eu/eurostat/web/main/home).

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *