Il festival internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire

Nei viaggi che facciamo con il Franz, quando è possibile, cerchiamo sempre di inserire visite a giardini e parchi, che siano orti botanici o vere e proprie strutture naturalistiche poco importa. Quel che è certo, è che anche un giardino, un parco, un’area verde possono regalare esperienze meravigliose e arricchenti, ancor più se insieme all’aspetto botanico vero e proprio associano anche percorsi narrativi declinati da installazioni d’arte. Ho dedicato a queste ‘isole verdi‘ diversi post, tra i tanti vi ricordo quello sui bellissimi Giardini di Metis in Canada, sul giardino formale Kenrokuen di Kanazawa in Giappone, il Parque del Buen Retiro di Madrid in Spagna e, di recente, il post sull’Orto botanico di Leida. Tanti gli appuntamenti europei ed internazionali che permettono di apprezzare e confrontarsi con l’arte inserita nel paesaggio naturale e tra questi vi è il festival internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire, in Francia, uno degli eventi che più richiamano numerosi visitatori e appassionati.

Les belles aux eaux dormantes ©Eric Sander pour le Domaine de Chaumont sur Loire

Anche nel 2017 il centro di arte e natura  del Domaine di Chaumont-sur-Loire ospiterà, fino a novembre 2017, la 26^ edizione del Festival internazionale dei giardini con tema “Flower Power – il potere dei Fiori”, con installazioni ed esposizioni di arte floreale, realizzata utilizzando una profusione di corolle naturali o artificiali: qui gli appassionati di architettura del paesaggio potranno fruire di un luogo idilliaco dove passeggiare ammirando arte innovativa realizzata con un materiale altrettanto naturale ed inserita in un contesto paesaggistico in cui l’incanto e lo stupore sono sempre dietro l’angolo, con la possibilità di apprezzare e confrontare le diverse visioni che ispirano gli artisti che prendono parte al Festival, un vero compendio di giardini del futuro.

Piante, fiori ed arte: un connubio perfetto il cui la perfezione delle forme naturali esalta l’opera dell’uomo, che si colloca in un assetto per una volta non predominante ma collaborativo con il paesaggio circostante. Ed è sempre una sorpresa ammirare giardini perfettamente curati, che seguono progetti che spesso risalgono ai secoli passati, riuscire a confrontarsi alla pari con installazioni insolite e perfino – almeno in alcuni casi – completamente aliene o dissacranti.

Il festival dei Giardini di Chaumont-sur-Loire è ospitato nell’omonimo Domaine, di proprietà della Regione Centro-Valle della Loira: la tenuta si trova lungo le rive della Loira ed è un grande complesso formato dal Castello vero e proprio con le sue collezioni, dalle  dépendance a servizio del Castello, dal parco e dalle scuderie. Il Domaine è stato acquistato dalla Regione francese Centro-Valle della Loira nel 2008 ed è anche parte di una rete europea di istituzioni prestigiose impegnate nella progettazione artistica. Classificato come patrimonio mondiale dall’Unesco ed ha ricevuto il marchio di  “Jardin Remarquable” e le 3 stelle della guida Michelin. Insomma, un vero campione di premi e di riconoscimenti!

Rebecca Louise Law_ LE JARDIN PRESERVE ©Eric Sander pour le Domaine de Chaumont sur Loire

La programmazione delle attività che si svolgono al del Festival dei giardini di Chaumont-sur-Loire – mostre fotografiche, seminari, incontri culturali – dichiarano apertamente l’intento di trasformare  sempre più il Domaine in un centro propulsivo della creatività, utilizzando la sua propensione ad essere un luogo in continuo divenire per ospitare opere d’arte di artisti innovativi.

Per l’edizione del 2017 del festival dei giardini di Chaumont-sur-Loire partecipano con le loro opere ed installazioni gli artisti Sheila Hicks, Sam Szafran, El Anatsui, Ursula Von Rydingsvard. Stéphane Guiran, Sara Favriau, Karine Bonneval, Marie Denis, Andrea Wolfensberger, Mâkhi Xenakis, Rebecca Louise-Law per la sezione arti plastiche e i fotografi e videomakers Miguel Chevalier, Davide Quayola e Stéphane Guiran, che letteralmente “invadono” gli spazi del Domaine.

Le pouvoir des sorcières ©Eric Sander pour le Domaine de Chaumont sur Loire

Tra le opere esposte al Festival dei giardini di Chaumont-sur-Loire, va segnalata l’installazione gigantesca di Sheila Hicks, che riempirà di colore le pareti della galleria del fienile mentre Sam Szafran esporrà un’opera che è un omaggio alla natura. Estremamente poetica l’opera “il nido dei mormorii” di Stéphane Guiran, fatta di fiori di quarzo traslucidi mentre Marie Denis con Karine Bonneval propongono un’istallazione diffusa nelle stanze degli appartamenti privati e nell’asineria del Castello. Gli universi fantastici di Miguel Chevalier e di Davide Quayola si sviluppano nella galleria bassa del fienile attraverso la rielaborazione digitale dei giardini d’estate.

L'agora ©Eric Sander pour le Domaine de Chaumont sur Loire

Festival dei giardini di Chaumont-sur-Loire, da segnalare:

  • in agosto sono previste serate dedicate ai ‘giardini di luce’, in cui i giardini di Chamont-sur Loire, grazie alla partnership con Philips, Citéos e Néolight si illuminano rivelando atmosfere inedite;
  • il Domaine di Chamont-sur Loire è aperto anche per le vacanze di Ognissanti con visite guidate e l’esposizione di ‘quadri vegetali’ e durante le feste natalizie, quando grande spazio viene riservato ai laboratori per bambini.

Jardin pluriel singulier ©Eric Sander pour le Domaine de Chaumont sur Loire

Festival dei giardini di Chaumont-sur-Loire – informazioni utili:

  • Orari: il festival internazionale dei giardini di Chaumont-sur-Loire è aperto tutti i giorni dal 20 aprile fino al 5 novembre 2017, dalle ore 10.00 alle 20.00 (orari variabili a seconda delle stagioni).
  • Costo dei biglietti:
    • Biglietto “tenuta” per 1 giorno: €18,00
    • Biglietto “tenuta” per 2 giorni consecutivi: €30,00
    • Biglietto festival internazionale dei giardini: € 15,00
    • Biglietto castello:  € 12,00
    • Tariffa famiglie: 36,00 €
    • Ingresso gratuito per 2 ragazzi di età inferiore a 12 anni per l’acquisto di 2 biglietti tariffa intera “tenuta”.
  • Come arrivare al Festival internazionale dei Giardini di Chaumont-Sur_Loire:
    • è situato tra Blois e Tours, a 185 km da Parigi; si arriva con l’autostrada A10 e A85, uscita Blois o Amboise.
    • numerosi treni percorrono, ogni giorno, la linea che da Parigi Austerlitz porta, via Orléans, fino a Tours; la fermata di riferimento è Onzain – Chaumontsur-Loire. Altra alternativa, prendere la linea tav da Parigi fino a St. Pierre des Corps quindi da St. Pierre des Corps proseguire fino a Onzain – Chaumont-sur-Loire.
    • soltanto in estate viene previsto un treno direto che collega la Stazione Austerlitz di Parigi con la stazione di Onzain – Chaumont-sur-Loire.
Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *