Magnifiche vacanze invernali nel Cantone del Vallese

Una conferenza stampa seguita da una bella cena (e dalla degustazione degli ottimi vini svizzeri della pluriennale premiata Cantina Provins, è stata l’occasione per scoprire il Cantone svizzero del Valais, che noi italiano conosciamo come Cantone del Vallese, una zona contraddistinta da una grande varietà di microclimi in cui vallate verdi e alti picchi alpini, cittadine famose e villaggi incantati riescono ad offrire ai visitatori un bouquet colorato di mille attività, tutte in grado di trasformare una vacanza in un’esperienza totalmente appagante. Nel Cantone del Vallese la vocazione per il turismo è forte e consolidata e vi si possono trovare specifiche proposte per l’estate, spesso ispirate alle numerose attività sportive che vi si possono praticare – ed allora resta solo da scegliere tra  trekking, passeggiate alpine, golf su campi di respiro internazionale da 18 e da 9 buche, l’equitazione ed ovviamente la roccia ed il climbing, bike, ecc. – così come per vacanze invernali. La valle elvetica attraversata dal Rodano, con un’estensione che va da ghiacciaio del Rodano fino al lago di Ginevra, è  la  destinazione  perfetta dove dare libero sfogo alla passione per gli sport invernali: sci, slittino, ciaspole, trekking sulla neve. Non potrebbe essere altrimenti, considerato che in questo Cantone si trovano ben 47 vette alte oltre i 4000 metri di altitudine: mettendo una dietro all’altra tutte le piste da sci, suddivise in 36 comprensori sciistici, si otterrebbe una lunghissima pista di 2.000 chilometri. Un vero paradiso per tutti gli sciatori e per chi ama la neve!

1200px-Aletschhorn_from_Konkordiaplatz

Il Ghiacciaio di Aletsch – di Tallin – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6049328

Non a caso prima ho usato il termine ‘paradiso': grazie alla particolare posizione geografica, all’altitudine piste e ad un capillare sistema di innevamento artificiale, in Vallese la neve è assicurata e la stagione sciistica comincia già a metà novembre per concludersi ad aprile inoltrato, mentre gli irriducibili degli sci possono sciare tutto l’anno nei comprensori di Zermatt e  Saas-Fee. E nel Vallese si scia quasi sempre con il tempo bello, è una delle zone della Svizzera con il miglior rapporto di giorni assolati. Gli appassionati di sci-escursionismo sono particolarmente coccolati: hanno a disposizione un sistema di parchi sci-escursionistici segnalati e sicuri, la possibilità di fare attività accompagnati da guide e, se alla fine della giornata non sono ancora stanchi, possono praticare il loro sport preferito anche di sera, perché ci sono diverse piste sci-escursionistiche illuminate.

Solo sportivi, atleti, sciatori? No, assolutamente! Nel Cantone del Vallese sono contemplati tutti gli stili di vacanza e le famiglie trovano proposte dedicate ai più piccoli tant’è che ben otto destinazioni molto note sono specializzate nell’accoglienza delle famiglie ed hanno ricevuto dalla Federazione svizzera del turismo (FST) il marchio «Famiglie Benvenute»   e quindi ad Aletsch Arena, Bellwald, Blatten-Belalp, Crans-Montana, Grächen-Saint-Nicolas, Nendaz, Saas-Fee e Zermatt-Matterhorn sarà facile trovare ed attività sia  per bambini che per adulti.

ValaisAlps

Il Matterhorn (Cervino) di Grindel1 – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5004581

Per chi non vuole sciare o per chi alla fine di una intensa giornata sulle piste vuole dedicarsi spazi di benessere e relax, in Vallese ci sono ben 6 stazioni termali – Breiten, Brigerbad, Leukerbad, Saillon, Ovronnaz e Val-d’Illiez – inserite in paesaggi emozionanti, in cui le acque calde e benefiche, l’aria frizzante della montagna, la vista di spettacolari cime e ghiacciai riesce a sciogliere qualsiasi nodo e costrizione e ad ispirare positività. Leukerbad, in particolare, è la stazione termale più grande delle Alpi ed è anche un comprensorio sciistico dove è possibile praticare sia sci alpino che sci di fondo. Scendere dagli sci e due minuti dopo essere immersi nella piscina termale? Fantastico e possibile!

Non c’è vacanza invernale senza momenti di pura convivialità e anche in ciò il Vallese non è secondo a nessuno: nel suo territorio sono prodotte specialità e alimenti tipici di grande qualità, di cui 8 sono insigniti del marchio AOP e IGP (sono il famoso formaggio Raclette del Vallese AOP, la saporita carne secca del Vallese IGP, il prosciutto crudo del Vallese IGP e il lardo essiccato del Vallese IGP, il profumato pane di segale vallesano AOP, il pregiato zafferano di Mund AOP, il liquore Abricotine AOP e l’aromatica grappa di pere del Vallese AOP), che sulle tavole spesso si presentano tutti assieme nella “assiette valaisanne”, un tagliere di affettati e formaggi misti e si accompagnano ottimamente con il rinomato vino prodotto nei 5.300 ettari coltivati a vigna tra i 400 ed i 1.100 metri di altitudine che rendono il Cantone del Vallese il maggiore produttore di vino della Svizzera (oltre 50 vini sono DOC) e quello che offre la maggiore varietà di vitigni. Ottimi l’Arvin, il Petite Arvine, il Cornalin e l’Humagne rouge.

VignesSion

Vigneti di Sion – di I, Vheritier, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2329651

C’è poi una tradizione gastronomica conviviale che è diffusa il tutto il Cantone del Vallese: la raclette, ovvero il pasto a base di formaggio Raclette fuso al momento in pentolini mono porzione, da accompagnare con verdure, salumi, patate, pane di segale, perfino frutta e noci e sempre da un buon bicchiere di vino. E’ un’abitudine così diffusa e piacevole che nel Cantone Vallese, non sarà difficile trovare dove assaggiare la Raclette, ma non lo sarà nemmeno trovare un ristorante specializzato in cucina regionale: nel Cantone ci sono ben 60 ristoranti «Saveurs du Valais» che utilizzano i prodotti degli agricoltori e dei vignaioli locali. Se invece ai piatti rustici  si preferisce la cucina di altissimo livello, nel Cantone Vallese ci sono 72 ristoranti gastronomici in cui la creatività esalta la tradizione e tutti insieme totalizzano ben 996 punti Gault&Millau e 13 stelle della Guida Michelin, di cui 2 a testa sono state conferite a Didier de Courten a Sierre e  ad Ivo Adam a Zermatt.

Il Cantone del Vallese nella stagione sciistica  2018 ospiterà poi numerosi eventi, sia sportivi che musicali, tra cui i più noti sono:

  • Discesa delle Streghe a Belalp – (Blatten-Belalp-Naters) – dal 6 al 13.1.2018
  • Ice Climbing World Cup (Saas-Fee) – 19. e 20.1.2018
  • Gara internazionale del Goms – (competizione di sci di fondo) – il 24 e il 25.2.2018
  • Coppa del mondo di Sci FIS femminile (Crans-Montana) – il 3 e il 4.3.2018
  • «Patrouille des Glaciers» – (Zermatt, Arolla, Verbier) – dal 17. al 21.4.2018
  • Swatch Xtreme Verbier 31.3.2018
  • Zermatt Unplugged dal 10. al 14.4.2018
  • Caprices Festival Crans-Montana – date da comunicare
  • Verbier Impulse – date da comunicare

Tradizione e modernità, paesaggi mozzafiato e strutture di livello internazionale fanno del Cantone del Vallese una destinazione turistica di qualità a breve distanza dall’Italia, a cui è collegata tramite il Passo del Sempione (in treno, linea Milano -Domodossola – Briga) e attraverso il Passo del Gran San Bernardo (dalla Valle d’Aosta). Va poi sfatato un mito negativo: i costi di una vacanza in Svizzera non sono economici ma nemmeno impossibili: il 16 ottobre 2017 ho provato a fare una simulazione di prenotazione su Booking – periodo sabato 3 febbraio 2018/domenica 8 febbraio 2018, quindi alta stagione sciistica –  e si possono trovare camere in hotel o appartamenti in affitto per 8 notti, a meno di 1.000 euro in totale per 2 adulti, spesso anche nelle località più rinomate. SE volete provare un alloggio diverso, a Crans Montana è stato aperto da poco un nuovo ostello della gioventù, che nasce dalla ristrutturazione di un hotel, il Bella Lui, costruito nel 1930 in stile Bauhaus. Oggi a disposizione degli ospiti ci sono 54 camere, di cui 37 camere doppie e 2 camere per famiglie, arredate con mobili di design (i costi sono paragonabili a quelli di un hotel a 3 stelle). In più, alcune località propongono pacchetti per gli sciatori e a Leukerbad è possibile utilizzare gli impianti di risalita ed entrare alle terme con un unico biglietto cumulativo.

*****

Questo è il primo di una serie di post conoscitivi sul Cantone del Vallese che ci accompagneranno di qui ai primi di dicembre e ci permetteranno, insieme,  di conoscere e approfondire meglio questo angolo di vero, autentico paradiso per vacanze invernali, sempre a contatto con la perfezione della natura. Ringrazio le rappresentanti di Leukerbad, Verbier e Crans Montana per le informazioni ricevute nel corso della media experience romana.

Nei prossimi post, più in dettaglio:

  • una vacanza a Crans Montana, non solo per Vip 
  • vacanze termali invernali a Leukerbad
  • Verbier, elegante destinazione rock
Karte_Kanton_Wallis_Bezirke

CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=124205

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *