Una vacanza autunnale in Costa Azzurra

Per chi non ama la folla dell’estate, per chi sceglie di trascorrere le proprie vacanze fuori stagione (oppure, vuole regalarsi qualche giorno di relax senza allontanarsi troppo dall’Italia), per chi vuole trovare il piacere di vivere luoghi e ambienti belli e famosi in un periodo dell’anno in cui non c’è confusione e i costi sono più abbordabili, per chi cerca temperature gradevoli anche nei mesi più freddi, la destinazione ‘a portata di auto, di treno e di aereo‘ dall’Italia è la vicina Costa Azzurra, che in autunno indossa i bellissimi colori dell’estate indiana –  in cui i boschi ed i giardini si tingono di arancio, di giallo, di rosso ruggine in un felice contrasto cromatico con il cielo che è spesso azzurro e soleggiato (in Côte d’Azur ci sono circa 300 giorni di sole all’anno).

IMG_3547

La Costa Azzurra è a portata di auto,

di treno e di aereo dall’Italia

Lungo la costa, partendo dal confine italiano, si incontrano – solo per citare le località più note – Menton, Nizza, Antibes Juan-Les-Pins, Cannes, Roquebrune sur Argens: prese singolarmente rappresentano mete perfette per un week-end  autunnale mentre se vengono unite a formare un itinerario settimanale consentono di apprezzare la bellezza complessiva della Costa Azzurra, che non viene mai meno neanche durante quella che erroneamente viene definita bassa stagione.

Una meta vicinissima all’Italia dove trascorrere una breve vacanza autunnale in Costa Azzurra è proprio Menton, la città francese che possiede un clima estremamente temperato e non a caso nel suo territorio si coltivano gli agrumi, tra cui molto conosciuto è il limone di Menton. Una città verde, sia per i numerosi giardini e spazi urbani verdi che per i famosi giardini botanici, ben sette (Jardin Val Rahmeh, Jardin Colombières, Jardin du Palais de Carnolès, Jardin Maria Serena, Jardin Serre de la Madone, Jardin Fontana Rosa, Jardin Clos du Peyronnet), dove trovano rifugio piante tropicali o sub-tropicali: a fianco di essenze mediterranee ed oliveti, a Menton svettano alte le palme. Per gli appassionati di arte ed architetture contemporanee, a Menton è immancabile il Museo Jean Cocteau, il cui edificio è opera dell’architetto Rudy Ricciotti e  che raccoglie le opere del poliedrico artista. Una località della Costa Azzurra che anche in autunno (ed inverno) saprà regalare giornate luminose e assolate!

Cultura, natura, sport, gourmand:

solo alcuni dei motivi per una splendida

vacanza autunnale in Costa Azzurra

Impossibile non innamorarsi di Nizza, che riesce ad essere sempre affascinante, non importa in quale stagione si visiti. Nell’itinerario per una vacanza autunnale in Costa Azzurra è una località che non deve mancare, perché la grande città (Nizza è la quinta città francese per ordine di grandezza) riesce ad offrire al visitatore una piacevole vita culturale e percorsi di shopping di qualità: passeggiare tra le sue vie, su cui si aprono le vetrine delle boutiques e dei negozi dalle vetrine colme di prodotti del territorio, scoprirne le architetture barocche o della Belle époque, visitare l’Osservatorio astronomico, il mercato dei fiori di Cours Saleya o ritagliarsi lo spazio per degustazioni gastronomiche sono attività imperdibili a Nizza.

La meta più adatta a chi in una vacanza autunnale in Costa Azzurra vuole unire esperienze culturali ad attività sportive? Sicuramente la sorprendente Antibes Juan-Les-Pins, dove accanto alle spiagge e ai magnifici panorami sul Mediterraneo si trovano aree verdi connotate da una grande biodiversità: l’autunno è il momento migliore per scoprire il Bois de la Garoupe, un bosco dove passeggiare immersi nei colori dell’autunno fino a raggiungere la chiesetta di Notre-Dame-de-la-Garoupe e la sua collezione di ex voto offerti dai pellegrini che vi si recavano per chiedere grazie; oppure si può scegliere di seguire il sentiero del litorale, il “Tire Poil” (è un percorso adatto a tutta la famiglia e si può anche fare con visita guidata botanica e naturalistica, per informazioni bisogna rivolgersi all’Ufficio del Turismo di  Antibes Juan-Les-Pins). Per chi nella sua vacanza autunnale in Costa Azzurra preferisce dedicarsi ad attività culturali, immancabile è la visita del Museo Picasso (l’artista soggiornò a lungo nella città) inserito all’interno della Rocca Grimaldi, in cui lo stesso artista lavorò nel 1946 in un atelier messogli a disposizione. Oltre ad opere dell’artista spagnolo, nel Museo Picasso è ospitata anche una bella raccolta di arte contemporanea.

IMG_3318

I paesaggi magnifici ed il clima dolce

invitano a visitare la Costa Azzurra

anche in autunno e in inverno

Cannes è conosciuta soprattutto per essere la città del Festival del Cinema, frequentata da celebrities e da vip tuttavia la città possiede un volto meno noto, lontano da lustrini e luci dei riflettori e che trova nella natura la migliore interprete della stagione autunnale. Cannes è amata da chi ama lo sport all’aria aperta: nel territorio ci sono oltre 60 km. di sentieri per escursioni e piattaforme per il fitness, collegate le une alle altre ma soprattutto da Le Vieux Port di Cannes partono i battelli che in 20 minuti portano fino alle piccole Isole Lérins. In queste due isolette – lontanissime dal frastuono della mondanità – si trovano riuniti patrimoni storici, culturali spirituali ed ambientali. Il piccolo arcipelago è formato da due isole, entrambi molto verdi e con divieto di sbarco per i mezzi a motore (perfino le biciclette non sono ammesse!). La più grande (170 ettari) è l’isola di Sainte Marguerite, coperta da una foresta di pini ed eucalipti ed ha al suo interno lo stagno del Batéguier, punto di sosta di uccelli migratori. Sempre su questa isola sorge il Fort Royale, legato alla storia della Maschera di Ferro (ricordate? Su questo misterioso prigioniero costretto a non rivelare il suo volto Alexandre Dumas ne ha tratto un romanzo e nel 1998 è stato fatto anche un film con Leonardo Di Caprio e Anne Parillaud), mentre la seconda isola, è la piccola Saint-Honorat, di proprietà dell’Abbazia di Lérins. Qui i monaci producono vino, olio, liquori e prodotti a base di lavanda. Le isole Lérins sono state candidate – così come la stessa Croisette, il lungomare di Cannes, – per essere inserite nel Patrimonio mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

A soli 45 km. da Cannes il villaggio medievale di Roquebrune sur Argens si trova a metà strada tra Nizza (da cui dista 80 km.) e la provenzale Aix en Provence e può godere di un territorio in cui si ritrovano aspetti naturalistici diversi e complementari: mare e montagna, lago e collina. E’ la destinazione che più di tutte farà felici gli sportivi – qui si pratica trekking e canoa, vela e paracadutismo ascensionale, passeggiate e talassoterapia – ma anche i turisti gourmands: nel centro del villaggio c’è la Maison du Chocolat et Cacao, il museo del cioccolato con oltre 1.000 oggetti in esposizione (il Museo è stato realizzato in quella che era la Chapelle des Sœurs de la Charité de Nevers, è ad ingresso gratuito ed è aperto ma martedì a sabato, 9-12.30/14.30-18, domenica solo la mattina).

Vacanze autunnali in Costa Azzurra:

non solo per vip e celebrities

Per chi vuole ottenere il meglio dalla Costa Azzurra, il pass turistico Côte d’Azur Card offre più di 180 proposte tra musei (36), luoghi (45) ed attività adatte per tutte le età (69), ad un costo economico e vantaggioso: le card per 3 giorni costano 45€ (fino a 12 anni 25€) e si possono acquistare anche on-line. Il costo si ripaga velocemente: ad esempio, a Nizza si può visitare gratuitamente il Museo Chagall, l’Osservatorio astronomico, partecipare a degustazioni di vino, utilizzare l’open bus turistico, fare una piccola crociera, partecipare ad un tour in segway e ad un’escursione giornaliera in bus per scoprire le località della Costa Azzurra. Le altre principali città della Costa Azzurra in cui si possono fruire i vantaggi della Côte d’Azur Card sono  Cannes, Antibes, Grasse, Menton, Mercantour, Esterel ed anche il Principato di Monaco. In totale, le località che offrono vantaggi ai possessori della card sono oltre 60.

IMG_3524

(Nota: le foto del post sono state scattate a Nizza da Simonetta Clucher, blogger di Sulle Strade del Mondo)

Informazioni e link utili:

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *