Scommetti che ti innamori della romantica Niagara on the Lake?

Chi organizza un  viaggio in Ontario, difficilmente rinuncia ad inserire nel suo itinerario una puntata alla Cascate del Niagara. E fa proprio bene! Perché le cascate sono un capolavoro della natura, molto più grandiose di quanto ci si può aspettare vedendole sui libri, in tv o su internet. Una volta arrivati davanti alla enorme massa d’acqua che cade a valle, si resta senza parole davanti all’acqua nebulizzata che si alza dal fiume e alle piccole imbarcazioni che si avventurano vicine alla cascata apparentemente inconsapevoli dei rischi che corrono. Ovviamente sto esagerando, perché la navigazione sotto le Cascate del Niagara è estremamente sicura e anzi vi consiglio caldamente di provare anche voi questa esperienza: sono soldi ben spesi, è divertente, ci si avvicina davvero parecchio alla cascata e potrete dire con orgoglio, mentre guardate la foto che immancabilmente vi verrà scattata alla discesa, ‘io c’ero’ :) ! La foto non è obbligatoria, mentre è indispensabile indossare il leggero impermeabile colorato che vi verrà fornito prima dell’imbarco se non volete inzupparvi. Una volta terminata la visita delle Cascate del Niagara – vi ci vorranno 4-5 ore, non di più (ma trovate più informazioni nel post specifico sulle Cascate del Niagara) anziché ritornare immediatamente verso Toronto  o dirigervi verso i numerosi outlet della zona per darvi alle pazze spese (siamo al confine tra Canada e Usa e si trovano buone occasioni), allungate il vostro itinerario di una ventina di chilometri e regalatevi un pomeriggio nella romantica Niagara on the Lake, una cittadina canadese di confine con tipici edifici in stile inglese, perfette aiuole fiorite (noi ci siamo stati in agosto), strade ampie percorse da carrozze a cavallo con il Fiacre vestito in abiti ottocenteschi e decine di negozi deliziosi dove fare incetta di souvenir esclusivi da riportare a casa.

Niagara on the lake 6

Niagara on the lake 7

La romantica Niagara on the Lake è proprio sulle rive del fiume Niagara e vi consiglio, tra le strade che potete seguire per raggiungerla dalle Cascate del Niagara, di prendere via che costeggia il confine: attraverserete prima un piccolo agglomerato urbano quindi campi di golf dai prati perfettamente rasati, giardini botanici con serre piene di piante tropicali, parchi con aree picnic. Poco dopo aver superato una grande centrale elettrica, mettete la freccia e fate una mini deviazione per vedere l’orologio floreale! Più avanti incontrerete grandi estensioni di vigneti (ebbene sì, in Canada si produce il vino!) e quindi costeggerete il fiume e passerete attraverso boschi fino ad arrivare a Queen Street, la via più bella della romantica Niagara on the Lake. Saprete di essere arrivati nel centro turistico della piccola cittadina (meno di 18.000 abitanti) quando vedrete la torre dell’orologio, proprio nel bel mezzo della strada.

Niagara on the lake 4

Niagara on the Lake 16

A questo punto, trovate un parcheggio, lasciate la macchina e proseguite a piedi (noi avevamo lasciato l’auto nel grande parcheggio dietro l’hotel Prince of Wales, dove servono un elegante high tea, in perfetto stile britannico. E con gli inglesi la romantica Niagara on the Lake condivide un pezzettino di storia: per un breve periodo (4 anni, tra il 1792 ed il 1796) con il nome Newark fu la capitale della colonia britannica dell’alto Canada. E Niagara on the Lake è un nome relativamente recente, perché dopo Newark venne denominata Niagara (ma vuoi mettere quanto è più dolce e romantico pronunciare Niagara on the Lake?). Le case di Niagara on the Lake sono un compendio di architettura coloniale-vittoriana (risalgono al periodo tra il 1815 ed il 1859), con porticati, tetti con abbaini, esterni in legno o in mattoncini di cotto rosso, bow-window, dai colori pastello o decisi.

Niagara on the lake 2

Che Niagara on the Lake sia una cittadina turistica, è indubbio: qui ci vengono i canadesi in gita ma ancor più gli americani, che trovano una sorta di Disneyland per adulti garbata e tutto sommato non eccessiva, dove trascorrere uno o più giorni tra partite di golf (a Niagara on the Lake c’è perfino un campo di golf pubblico vista lago!), passeggiate nel verde, cene romantiche e acquisti nei tanti negozietti che affollano Queen Street:  rivendite di cappelli, abbigliamento vintage o di design, negozi specializzati in marmellate e conserve, in fudge (sono simili a caramelle mou), ovviamente botteghine che vendono lo sciroppo d’acero in tutte le forme (siamo in Canada, non dimentichiamolo!), e poi enoteche, gallerie d’arte e centri espositivi. Ovviamente non mancano caffetterie, bar, ristoranti e gelaterie. C’è perfino un negozio specializzato in mele ricoperte di caramello, zucchero, cioccolato!

Niagara on the lake 3

Niagara on the Lake è come una grande giostra, difficile non innamorarsi di questa cittadina. E non è solo negozi e leziosità: qui ci sono le più vecchie chiese dell’Ontario, cattolica (dedicata a San Vincenzo de’ Paoli)  ed anglicana (dedicata a San marco) e in questa zona del Canada furono combattute aspre battaglia tant’è che poco prima di arrivare a Queen Street c’è il sito storico di Fort George, ben conservato e visitabile. Nei dintorni di Niagara on the Lake si possono visitare altri siti storici e militari, come Fort Drummond, Fort Mississauga.

 Maggiori informazioni:

Sito internet di Niagara on the Lake: www.niagaraonthelake.com

 

Niagara on the lake 1

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *