Il nuovo quartiere DomRömer di Francoforte

Come già vi segnalato nel post dedicato alla città di Francoforte, purtroppo l’architettura originale della città, incluse le abitazioni e la gran parte degli edifici pubblici di epoca medievale sono andati distruttu a seguito dei bombardame ti nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Quella che oggi si presenta ai visitatori è infatti una città moderna o comunque ricostruita e solo alcuni edifici sono, almeno in parte, originali. Uno di questi è sicuramente il Duomo (che in parte conserva la struttura originaria) ed alcuni edifici nella zona di Sachsenhausen, al di là del Meno. Tuttavia la città ha voluto ricreare, con edifici moderni che in alcuni casi riprendono il tradizionale stile ‘a graticcio’, una delle zone  più prestigiose di Francoforte, il quartiere DomRömer,  che abbraccia la zona situata tra il Römer City Hall e la Cattedrale degli Imperatori (Dom), in pratica il centro della città e lungo le vie di questa parte della città si snodava la processione della corte imperiale diretta al Duomo per l’incoronazione, costeggiando case dipinte in colori brillanti (la più famosa è  di sicuro la la Routes Haus).

Ovviamente nella ricostruzione delle case del quartiere DomRömer è evidente la contemporaneità delle costruzioni, tuttavia nel progetto edilizio si è cercato di ricreare lo spirito della Alt Frankfurt (Francoforte Vecchia) e quindi non stupitevi di vedere edifici con tante finestre, micro balconcini e tetti a punta proprio come usava alcuni secoli fa!

Ora che il lavoro di ricostruzione del quartiere DomRömer è quasi del tutto terminato, si avvicina il tempo della festa  e la cerimonia d’inaugurazione della “nuova città vecchia” sarà anche l’occasione per vivere ben tre giorni di festa, dal 28 al 30 settembre 2018. Come tutte le cerimonie ufficiali ed importanti, l’inizio avverrà all’insegna di una cerimonia di inaugurazione che si terrà presso la chiesa di Paulskirche anche se l’intero quartiere sarà coinvolto in eventi speciali. Cosa offrirà il quartiere DomRömer in occasione della sua inaugurazione formale? Mostre permanenti e temporanee, concerti – sia all’interno del Römerberg che lungo le sponde del fiume Meno ed il venerdì e il sabato sera, sono previsti  spettacoli e performance teatrali. Tuttavia non è necessari aspettare la fine di settembre per visitare il quartiere DomRömer, perché già da giugno vengono proposti tour guidati giornalieri.

Per aiutare a comprendere lo spirito architettonico del quartiere DomRömer prima della seconda guerra mondiale, dal 22 settembre 2018 al 3 marzo 2019 verrà allestita presso il Deutshche Arckitekturmuseum la mostra tematica – “Il nuovo ‘vecchio’ quartiere rinnovato. L’architettura tra la Cattedrale e il Römer dal 1900” , in cui  si potrà comprendere lo sviluppo urbano della città vecchia e ripercorrere le complesse fasi del progetto di ristrutturazione.

Per arrivare a Francoforte nei giorni degli eventi dedicati al quartiere DomRömer, ci sono diverse possibilità: la più semplice  è tramite aereo (Francoforte è un hub aeroportuale enorme, vi fanno scalo quasi tutte le compagnie europee) oppure via  ferrovia tramite l’ICE (attenzione, c’è un cambio a Monaco di Baviera).

Prima dei giorni dedicati all’inaugurazione, sarà comunque possibile fare una passeggiata lungo i caratteristici vicoli e per chi vuole dedicarsi allo shopping, è possibile fare una passeggiata virtuale lungo i vicoli tortuosi del quartiere DomRömer. Se invece il vostro desiderio è avere un’anteprima del nuovo quartiere si può vedere un filmato sul www.domroemer.de/der-film.

Ulteriori informazioni su Francoforte e la sua storia si possono leggere sul sito dell’Ente del turismo di Francoforte www.frankfurt-tourismus.de. Ugualmente sul sito del turismo si trovano spunti ed ispirazioni per ‘costruire’ il proprio viaggio a Francoforte.

DomRoemer-Quartier-Copyright-DomRoemer-GmbH-r

DomRoemer Quartier – Copyright-DomRoemer-GmbH-r

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *