La cucina friulana dell’Osteria al Bachero di Spilimbergo

Raggiungere l’Austria in auto da Roma è piuttosto impegnativo, per cui dopo un lungo viaggio lungo le autostrade d’Italia siamo arrivati in Friuli, in provincia di Udine, solo nel primo pomeriggio e la prima meta è stata presso il Relais  Picaron di San Daniele del  Friuli, hotel scelto come “casa temporanea” per una notte per evitare di fare tutta una tirata fino a Klagenfurt. Il Friuli Venezia Giulia è una Regione d’Italia che io conosco davvero poco, la zona friulana ancor meno della Venezia Giulia. mentre Francesco, che da giovane ha fatto il militare a Cervignano del Friuli, qualcosa ricorda ma sono passati così tanti anni che è come se fosse tutto nuovo Quindi: metti che hai solo poche ore di tempo libero prima di andare a dormire e poi ripartire alla volta della Carinzia, che fai? Facile, ti organizzi per una sommaria (ma intensa ed alla fine completa) visita di San Daniele del Friuli e quindi – su suggerimenti di un’amica – spendi le poche ore che restano per attraversare il fiume Tagliamento, passare dalla provincia di Udine a quella di Pordenone e vai a visitare molto velocemente, va detto, pure Spilimbergo! Che è una cittadina graziosa e asburgica, famosa per essere sede di una rinomata scuola di mosaico e con un bel corso costeggiato da edifici dai colori accesi e delimitato da due Porte. Non mancano archi e sottopassi gotici e tra i luoghi ‘belli’ da vedere la Torre Orientale con la Casa Dipinta, che conserva sulla facciata affreschi del XVI secolo che celebrano la storia di Ercole e la Casa di Thadea, all’interno di quello che era il Castello di Spilimbergo, dalla facciata completamente affrescata. Ma dopo la cultura, è tempo di soddisfare l’appetito. Perché va bene che in viaggio è meglio tenersi leggeri, ma non vuoi assaggiare la cucina furlana? Abbiamo scelto – piuttosto casualmente, a dir la verità, ma ci ha detto molto bene! – di fermarci all’ Osteria al Bachero di Spilimbergo, locale storico che ha iniziato a sfamare e dissetare avventori nel lontano 1897 e che è considerato uno dei luoghi migliori per assaggiare la cucina friulana tipica e provare buone etichette di vino e di birra.

Bachero Spilimbergo 4

L’Osteria al Bachero di Spilimbergo

L’Osteria al Bachero di Spilimbergo si trova in pieno centro cittadino, è piuttosto rinomata e assai spesso i suoi tavoli sono tutti riservati. Il locale ha una storia curiosa: il nome originario non era Osteria al Bachero ma “Osteria alla città di Bari” e all’inizio dell’attività era fondamentalmente una rivendita di alimenti e vino specializzata in prodotti del Sud Italia come olio pugliese e vino Marsala, questo perché il primo proprietario era un… marinaio! Ma tutto all’Osteria del Bachero di Spilimbergo parla di Friuli e una volta entrati nella grande sala l’occhio va subito al grande focolare (fogolar, in friulano) che si trova al centro, vero simbolo dell’Osteria, circondato da arredi che sanno di storia e di solidità.

Bachero Spilimbergo 6

Fanno parte del menù  dell’Osteria al Bachero di Spilimbergo piatti tradizionali come la trippa con polenta (vera specialità, Francesco ne ha assaggiato un piatto ed era molto gustosa), il salame con l’aceto, la polenta pasticciata, il frico (che ho assaggiato io: è una specie di frittata a base di patate, cipolle e formaggio) e ovviamente tra gli antipasti non manca il Prosciutto di San Daniele, vanto della zona. Buono l’assortimento di vini friulani, anche se noi ci siamo limitati al Malbech della casa. Tra i dolci, oltre all’immancabile strudel, gli strucchi: sono bocconcini di pasta dolce fritti e ripieni di frutta secca, uvetta e amalgamati con grappa.

Bachero Spilimbergo 2

Informazioni utili:

  • Osteria al Bachero di Spilimbergo, Via Pilacorte, 5  – tel, 0427.2317
  • il locale resta chiuso la domenica tutto il giorno e il lunedì sera
  • costo medio per un pasto più che completo per due persone: 54€ (2 fettuccine alle verdure, 1 frico con polenta, 1 baccalà con polenta, 1 contorno, una  porzione di strudel ed una di strucchi, acqua, una caraffa di vino, 1 bicchiere di grappa alla pera ed uno di vino dolce Ramandolo).

Bachero Spilimbergo 1

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *