Cosa mettere nella valigia per i viaggi autunnali

Ma come, agosto non è ancora finito e tu già parli di cosa mettere nella valigia per i viaggi autunnali? Sembrerà impossibile eppure è questo il momento adatto per iniziare a pensare ai piccoli-grandi itinerari prossimi venturi ed è anche l’occasione per rivedere la lista di cosa mettere nella valigia: leggevo giusto nei giorni scorsi che progettare una breve viaggio dopo le ferie estive, non troppo lontano nel tempo, aiuta ad adattarsi meglio alla routine del quotidiano e a far sentire meno intensa la nostalgia delle vacanze appena finite. Non so se è davvero così, di sicuro per me, che starei sempre in viaggio ma che quest’anno per la prima volta mi trovo davanti alla dura realtà di aver bruciato quasi tutti i giorni di ferie disponibili (non mi era mai successo, me ne è rimasta giusto una manciata che sto centellinando con grande parsimonia), anche solo immaginare di partire a settembre – mese che è il prolungamento dell’estate e stempera nell’autunno – quantomeno per un week end lungo, mi fa stare meglio.

Se le vostre vacanze estive hanno avuto come destinazione luoghi lontani raggiunti con viaggi impegnativi, il primo suggerimento è di puntare soprattutto ad un momento di riposo e di relax senza allontanarvi troppo. Bene allora scegliere una meta italiana, non importa se si trova al mare o in montagna, se è una stazione termale o una città d’arte. Per essere più tranquilli sul fronte meteorologico la scelta migliore è quella di puntare su una destinazione del nostro bellissimo Sud, che sia Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia poco importa. Se invece avete ‘speso’ la vostra vacanza estiva in Italia e avete voglia di atmosfere internazionali, perché non pensare ad una piccola fuga autunnale nelle capitali europee? In autunno Atene, Madrid e Lisbona sono bellissime, Vienna, Praga, Parigi, Londra lo sono altrettanto ma sono più a rischio pioggia, in ogni caso sono tutte ben collegate all’Italia da numerose compagnie aeree.

Ho capito: siete tra coloro che “non è un viaggio se non è lontano”? Qui le cose diventano un pochino più complicate e a meno che non abbiate pensato a prenotare aereo e hotel con ampio anticipo, difficilmente troverete voli aerei a costi economici per settembre ed ottobre (ma non dimenticate che la fortuna aiuta gli audaci!); potete però provare a chiedere alla vostra agenzia viaggi di fiducia se ha qualche offerta last minute (o qualche viaggio invenduto) per destinazioni un pochino più distanti, come possono essere le Azzorre, le isole Canarie, il Marocco, o molto distanti come New York o Tokyo. Ricordatevi che il periodo tra agosto e dicembre è il meno indicato per andare a Cuba e ai Caraibi, in quanto potrebbero esserci tempeste e uragani. Ugualmente, i mesi di settembre e ottobre non sono troppo indicati per raggiungere il Medio Oriente (Emirati Arabi, Qatar, Oman) perché è ancora piuttosto caldo (la temperatura in settembre a Dubai oscilla tra la minima 28 e la massima 39).

Qualsiasi sia la vostra destinazione di viaggio, sarà necessario rivedere ed aggiornare la lista di cosa mettere nella valigia per i viaggi autunnali: va bene lasciare sandali, costumi e parei se andate al mare ma pensate anche a qualcosa di più tecnico e caldo, come una leggera giacca anti-vento e anti-acqua (come la Jack Wolfskin Troposphere, in un vivace punto di rosa),  un paio di scarpe chiuse da trekking urbano per camminare comodi e senza timore di bagnarsi i piedi in caso di pioggia (ok le SALEWA Firetail 3), un paio di maglioncini o felpe leggeri per la sera, pantaloni lunghi comodi – io amo quelli elasticizzati, che permettono di stare comodi anche nei lunghi voli aerei, si lavano con facilità perfino nel lavabo del bagno in hotel ed asciugano velocemente. Nella valigia per i viaggi autunnali inserite magliette a volontà, un vestitino multi uso da usare di giorno e di sera  ma anche una camicia o due a maniche lunghe e non dimenticate  un ombrello o un poncho impermeabile, che occupano poco spazio in valigia ma possono essere molto comodi in caso di pioggia.

valigia autunnale 2

Ricordatevi di mettere nella valigia per i viaggi autunnali anche una sciarpa di stoffa  o una stola leggera che vi  sarà utile in mille modi in caso di giornate ventose e oltre all’attrezzatura elettronica, oramai diventata la cifra distintiva dei viaggiatori del XXI° secolo (la dotazione minima comprende smartphone, macchina fotografica di misure contenute come una mirrorless, eventuale GoPro accompagnate da un groviglio di cavi per la ricarica!) non dimenticate di mettere in valigia cibo per la mente, ovvero libri, riviste, perché no colori e quaderni per scrivere e dare sfogo alla vostra vena creativa (ne trovate di stupendi sul sito di Paperness, la cartoleria felice di Roma che vende anche tramite e-shop). Anzi, più che in valigia, inseriteli nello zainetto o nella borsa da passeggio, dove metterete tutto ciò che è di valore e indispensabile da avere ‘a portata di mano’. Da quando ho scoperto le borse della Kipling (ne ho due, identiche, una blu comprata di recente ed una argento acquistata ad Aix en Provence qualche anno fa, che ho lavato più volte in lavatrice ma è sempre in ottime condizioni), le ho elette a indispensabili compagne di viaggio: sono leggere e comode perché suddivise in più vani e tasche che aiutano a tenere ben separati il portamonete, le carte, le chiavi, i biglietti, il passaporto, la trousse dei trucchi, ed hanno spazio per guide di viaggio, telefono e macchina fotografica piccola. Talmente comode che le uso anche per andare in ufficio!

valigia autunnale 1

Nella valigia per i viaggi autunnali (a proposito, avete visto nella foto in alto quanto è bella la valigia  Samsonite S’Cure, resistente, disponibile in sette colori e con le misure giuste per essere imbarcata come bagaglio a mano su Ryanair e Easyjet?) mettete anche il beauty con l’essenziale per l’igiene – shampoo, bagnoschiuma, pettine, spazzolino & dentifricio e ricordatevi che se dovete imbarcare la valigia in aereo come bagaglio a mano i liquidi non potranno eccedere la quantità di 100 ml.! Aggiungete nel beauty prodotti adeguati al periodo dell’anno, di passaggio tra l’estate e l’inverno, come una crema ristrutturante per i capelli e un siero specifico per il viso da mettere sotto la consueta crema idratante: in autunno pelle e capelli hanno bisogno di tante coccole per riprendersi dal caldo e dal sole estivo e prepararsi ad affrontare serenamente i primi giorni freddi. Se vi capita, acquistate da Sephora la maschera gel fondente idratante all’estratto di finocchio marino (60 ml., € 13,90), che idrata in profondità e lascia il viso rigenerato e un paio di  guantini-maschera in tessuto per le mani: io li uso spesso in viaggio nei tempi morti in aeroporto o in aereo, in valigia occupano davvero poco spazio e cosa importante costano pochi euro (€ 3,90, ci sono sia in versione avocado/nutriente riparatrice e aloe vera/ultraidratante e sono realmente risolutivi in caso di forte disidratazione o mani sciupate).

sephora textile mask

E se proprio non riuscite a partire in autunno (come ahimè quasi certamente succederà a me)? So bene che non è la stessa cosa, è poco più di un contentino, ma almeno è un contentino bello: nell’impossibilità di partire nell’immediato, gratificatevi acquistando un un libro fotografico di viaggi che vi aiuti a sognare e viaggiare per lungo tempo, un volume come “I viaggi della vita. Le 225 mete più emozionanti del mondo“, curato dal National Geographic. E poiché ogni meta presentata dal libro è corredata di informazioni pratiche per visitarla, vorrà dire che quando si tratterà di organizzare il prossimo viaggio, sarete già ispirati e avrete tutte le informazioni necessarie!

 

(alcuni prodotti citati sono proposti in affiliazione con Amazon)

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *