Crostata tipo Linzertorte con farina di farro

Al rientro da viaggi e vacanze riporto sempre con me alcuni souvenir gastronomici ed anche questa state, per non smentirmi. nella mia valigia c’è stato spazio per leccornie e prodotti locali. Se dalla Thailandia ho riportato tè e mango dolce essiccato, in Austria ho fatto scorte di semi oleosi, marmellate, vini e formaggi. Da ultimo, a Santo Stefano di Sessanio ho invece acquistato legumi (la famosa e buonissima lenticchia di Santo Stefano è un presidio Slow Food) e un piccolo sacchetto di farina di farro macinata artigianalmente. Quest’ultima è una farina pregiata ed anche abbastanza costosa (mezzo chilo l’ho pagato 3 euro!) ma sono soldi davvero ben spesi perché il farro – uno dei frumenti più antichi ad essere stati utilizzati nell’alimentazione umana, soppiantato nel tempo dal frumento perché la sua resa è limitata – ha importanti qualità nutrizionali. Importante il contenuto di proteine, di fibre e di vitamine e sali minerali e quel che più importante ha un ottimo il sapore. Il sacchettino di farina di farro aveva però una scadenza piuttosto ravvicinata per cui ho deciso – complice il clima piacevole dei primi giorni di settembre –  di ‘rimettere le mani in pasta’ e accendere di nuovo il forno per fare una rivisitazione di un dolce tipico dell’Austria, una crostata tipo Linzertorte con farina di farro e mandorle.

IMG_6259

La Linzertorte nasce in Austria nell’omonima città di Linz e la ricetta storica (se conoscete il tedesco trovate qui la ricetta originale) prevede l’uso di farina di nocciole e di frumento mentre la copertura è a base di marmellata di ribes; tuttavia sul web ci sono ricette diverse e in alcuni casi viene usata anche farina di mandorle oppure un mix di entrambe, in ogni caso arricchite con polvere di spezie come cannella e chiodi di garofano. Nella ricetta originale entrano il burro, le uova e lo zucchero ed è fondamentale la marmellata di copertura, che deve essere comunque asprigna per bilanciare il sapore morbido della base di pasta frolla.

IMG_6233

Per la ‘mia’ crostata tipo Linzertorte con farina di farro ho fatto qualche modifica: ho scelto di usare la farina di mandorle (quella, avevo!), anziché il burro ho usato l’olio di mais e come spezie ho messo solo cannella e scorza di limone perché l’aroma dei chiodi di garofano mi ricorda troppo i dolci di Natale.

Per preparare l’impasto, farlo rassodare in frigo, cuocere la crostata ho impiegato in totale un’ora e mezza, ma se volete far prima, potete preparare l’impasto in anticipo (si conserva in frigo ben chiuso nella pellicola per un paio di giorni): in questo caso per fare la crostata simil Linzertorte con farina di farro non vi impiegherà più di un’ora in totale.

Cosa occorre per la Linzertorte con farina di farro (ricetta rielaborata):

  •  200 gr. di farina di mandorle
  • 250 gr. di farina di farro
  • mezzo cucchiaino di lievito chimico per dolci
  • 2 uova intere
  • 8 cucchiai di zucchero semolato (credo che con lo zucchero non raffinato sia anche più buona)
  • 5-6 cucchiai di olio di mais
  • la scorza grattugiata di un limone
  • un cucchiaino di polvere di cannella
  • un barattolo di confettura di ribes (o di frutti di bosco, di visciole o prugne)
  • carta forno + teglia inaderente

IMG_6240 (Modificato)

 Come preparare la Linzertorte con farina di farro

In una ampia ciotola, che vi permetta di lavorare comodamente, versate la farina di mandorle e la farina di grano saraceno (se necessario, setacciatela), lo zucchero e la cannella e aggiungete, poco alla volta, l’olio. Lavorate velocemente gli ingredienti in modo da amalgamarli, quindi unite le due uova intere, la scorza di limone grattugiato e il mezzo cucchiaino di lievito, quindi formate un panetto e mettetelo in frigo avvolto nella pellicola per una mezz’ora.

IMG_6248

 Preparate la teglia rivestendola di carta forno bagnata e strizzata, quindi prendete l’impasto dal frigo e con l’aiuto delle mani stendetelo direttamente nella teglia (deve avere uno spessore di circa un centimetro), lasciando i bordi un pochino più alti (io per fare prima ho fatto dei rotolini di impasto che ho messo tutto attorno alla teglia, schiacciandoli poi con i rebbi di una forchetta). Bucherellate il fondo.

Una volta preparata la base, vi consiglio di rimettere la teglia in frigo per un quarto d’ora in modo da compattare l’impasto. Preparate la confettura di ribes (o di frutti di bosco, di visciole o prugne) amalgamandola un pochino con un cucchiaio (se è troppo solida, aggiungete un goccio d’acqua), quindi accendete il forno in modo da pre-riscaldarlo. Versate la confettura sull’impasto solo poco prima di mettere in forno. Fate cuocere per 30-35 minuti se forno ventilato (160°), altrimenti regolatevi in base al vostro forno.

 Una volta sfornata la crostata tipo Linzertorte con farina di farro, guarnitela con lamelle di mandorle tostate. Io non le avevo, per cui ho messo dei gherigli di noce che, a dirla tutta, ci stanno anche molto bene!

IMG_6265

Nota: la farina di mandorle può essere acquistata già pronta (cosa che ho fatto io) oppure preparata al momento con l’aiuto di un mixer macinando 200 gr. di mandorle intere o spellate; è ricca di vitamine, magnesio, ferro e minerali.

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *