Una borsa porta abiti da viaggio? E’ indispensabile e non potrai farne a meno

Ciao a tutti da Francesco! Ogni tanto riesco a trovare il tempo per mettermi a scrivere anche io, perché uomo impegnatissimo sono tra casa, scuola (della nipote) e mille impegni che mi riempiono la giornata! Soprattutto, mi piace scrivere  quando posso condividere con voi alcune piccoli trucchi e accessori che aiutano a rendere migliore l’esperienza viaggio. Vado subito al sodo e mi rivolgo soprattutto ai maschietti che leggono il blog: quante volte vi è capitato di dover viaggiare per lavoro ed avere in programma eventi serali in cui era richiesto il cosiddetto ‘abito scuro’ e siete arrivati in albergo, avete aperto la valigia ed avete trovato la sorpresa: il vostro completo elegante sgualcito e la camicia ciancicata come se fosse stata in bocca a un cane? A me è successo diverse volte e non sempre c’è stato il tempo per chiedere in hotel di far stirare di nuovo l’abito o la camicia. Certo, ci sono piccole accortezze che aiutano (lo sapete che se mettete la giacca o la camicia su una stampella e la appendete in bagno mentre vi fate una doccia bella calda, il vapore aiuta a togliere le pieghe più leggere? O che quando fate la valigia dovete ricordarvi di mettere all’interno del collo della camicia calzettoni, slip o fazzoletti, in modo da evitare che si schiacci?), ma non sempre sono la soluzione giusta per far arrivare a destinazione un vestito in buone condizioni. C’è però una soluzione, di quelle che io ho rifiutato per lungo tempo perché mi sembrava di appesantire il mio bagaglio da viaggio ed invece no, una borsa porta abiti da viaggio è stata proprio la scelta migliore che potessi fare per viaggiare in aereo, in treno e pure in auto portando con me vestiti senza paura di sgualcirli. Certo, non tutti i porta abiti da viaggio vanno bene, i migliori sono quelli che permettono di fare le veci di una bagaglio a mano (e quindi hanno spazio aggiuntivo per scarpe, cravatte, accessori e tasche per oggetti vari, come i caricabatterie e il beauty), hanno dimensione contenute (alcune compagnie permettono di imbarcarlo come bagaglio a mano), non pesano eccessivamente e sono realizzati con tessuti indistruttibili ed idrorepellenti. Fondamentale, per una borsa porta abiti da viaggio, è che abbia la tracolla per poter avere le mani libere (così se dovete trascinarvi dietro un trolley non vi crea problemi).

La borsa porta abiti da viaggi ideale – e che a mio parere risponde ai requisiti  di leggerezza, praticità, ampio spazio contenitivo e multifunzionalità – l’ho trovata dopo lunga ricerca su Amazon e se all’apparenza sembra una normale borsa sportiva, una volta aperte tutte le cerniere lampo e disassemblata, compare la custodia porta abiti (rettangolare), con il classico gancio appendi gruccia ed alcune tasche (chiuse con la lampo) e spazi contenitivi dove mettere le cravatte, il cambio e tutto ciò che può servire in un viaggio di lavoro. Inoltre, due ampie tasche laterali possono ospitare le scarpe o quello che volete. Una volta inserito il vestito e le camicie all’interno del porta abiti, la custodia si arrotola su se stessa, le due tasche laterali si chiudono e l’aspetto è in tutto e per tutto simile ad una borsa sportiva, munita di tracolla e di taschina esterna anteriore comoda per piccoli oggetti (biglietti, chiave, monete). In più, tramite una ingegnosa tasca posteriore munita di doppia cerniera, la borsa porta abiti da viaggio si può agganciare anche ad un trolley, evitando di doverla portare a spalla. Il tessuto con cui è realizzata è idrorepellente, le maniglie in similpelle sono rinforzate con nastro, la capacità totale è di 55 litri e le dimensioni da chiusa sono 50 x 40 x 30 cm. e pesa 1,2 kg.

portaabiti 1

In alternativa alla borsa porta abiti da viaggio ‘arrotolabile’, ad un costo pressoché identico, vi segnalo come valido per dimensioni, spazio di contenimento e tasche a disposizione una più tradizionale tracolla rettangolare come questa nella foto qui in basso: qui, a suo favore, giocano le tante tasche interne a disposizione, chiuse da velcro o da zip, le fibbie con cui bloccare l’abito per un migliore trasporto e la grande tasca esterna – suddivisa a sua volta in taschine e scomparti – dove riporre documenti, apparecchi elettronici, biglietti e penne. E’ presente anche una ampia tasca posteriore ed anche qui oltre che portarlo a spalla si può agganciare ad un trolley. Le misure da chiusa, in questo caso, sono 58 x 55 x 10 cm. (occhio: sono misure che però non vanno bene come bagaglio a mano – vi consiglio di controllare le utili tabelle Samsonite sulle dimensioni dei bagagli da cabina –  quindi da usare preferibilmente in auto o in treno).

portaabiti 2

Sempre per restare in tema borse porta abiti da viaggio, vi segnalo anche alcuni accessori che potrebbero rivelarsi fondamentali per risparmiare spazio:

  • un vero classico è il porta oggetti con tanti scomparti interni che si può appendere alla porta del bagno per avere tutto sotto controllo. Non troppo piccolo (24,8 x 14 x 22,5 cm), leggero (240 gr.) ed idrorepellente, è particolarmente indicato per i viaggi lunghi. La separazione degli spazi e le diverse tasche, sia interne che esterne con cerniera, lo rendono molto più di un beauty case: dentro ci possono entrare prodotti per il bagno, medicinali, accessori elettronici, oggetti piccoli e tutto quello che in genere crea disordine nella valigia o costringe ad usare tante bustine separate;
  • per chi combatte ogni volta con lo (scarso) spazio del bagaglio a mano, la soluzione è arrotolare. Arrotolare e togliere l’aria, per la precisione, in modo da far occupare meno spazio agli indumenti come pantaloni sportivi, magliette e maglioni (no, non fatelo con gli abiti eleganti, mi raccomando!). Per facilitare il compito, sono utili le buste roll-up salva spazio, che funzionano con lo stesso principio delle buste che si usano per mettere sotto vuoto i piumoni da letto ma non hanno bisogno di un aspirapolvere perché è sufficiente arrotolarle per togliere l’aria;

portaabiti collage complementare

  • i contenitori in tessuto di nylon sono colorati, divertenti (attenti, appena li vedono ve li sequestrano immediatamente le vostre moglie-fidanzate-compagne di vita) e sono comodi per mille utilizzi. Io ve ne suggerisco qualcuno: porta scarpe, porta biancheria, porta accessori elettronici, porta magliette, porta pigiama. Ma non solo in viaggio: io le uso anche quando vado in palestra, ci infilo dentro il cambio pulito e al ritorno ci racchiudo maglietta e pantaloncini usati. E per farle tornare come nuove, è sufficiente lavarle in lavatrice a bassa temperatura;
  • per finire questo post vi ripropongo uno dei miei ‘bagagli easy’ preferiti, un borsone di tessuto resistente che costa davvero poco (10€) ed occupa pochissimo spazio in qualsiasi valigia – può essere nascosto perfino in una borsa porta abiti da viaggio – da aprire al momento del bisogno. Per me e Claudia è un compagno di viaggio fondamentale, soprattutto lo è per Claudia, che immancabilmente lo usa per riportare a casa i suoi innumerevoli acquisti!

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *