Alla scoperta dei Mercatini dell’Avvento olandesi

E’ diventato un appuntamento ricorrente, già ad inizio ottobre inizia la pianificazione mirata con la scelta della destinazione: meglio in Francia o in Gran Bretagna? Andiamo in Austria o in Germania? O per quest’anno ne visitiamo uno insolito, in Grecia o in Portogallo? I Mercatini dell’Avvento sono diventati una piccola, felice ossessione e la buona (ottima!) scusa per un mini viaggio in Europa – perché per i viaggiatori veri e gli aspiranti tali, ogni scusa è buona per prenotare un volo e partire – ma devo dire che anche chi non ha il viaggio nel sangue davanti alla prospettiva di visitare un mercatino dell’Avvento non si tira indietro, il vin brulè, l’odore di spezie, le casette che riproducono atmosfere fiabesche hanno un fascino capace di intrigare chiunque. E poiché noi siamo innamorati del Natale, dell’Avvento e di tutto ciò che gli ruota attorno, anche quest’anno abbiamo deciso di raggiungere una destinazione dove non mancano mercatini dell’Avvento e che garantisce un’atmosfera speciale in tutte le stagioni: ebbene sì, quest’anno la destinazione è l’Olanda, un Paese europeo che abbiamo visitato più e più volte  sul quale trovate tanti, ma proprio tanti post in questo blog. In Olanda a dir la verità i mercatini dell’Avvento non sono una delle tradizioni più diffuse, pur tuttavia ci sono diverse città olandesi famose per i loro mercati in tempo di Avvento e con la scusa di visitarli si possono scoprire piccole realtà generalmente al di fuori dei normali circuiti turistici.

Natale a Bordrecht

Natale a Bordrecht

Perché dico che i mercatini dell’Avvento in Olanda sono meno tradizionali che altrove? Ma perché in Olanda la vera superstar dell’Avvento è Sinterklaas!

Sinterklaas

Attenzione, il Sinterklaas olandese non coincide esattamente con il Santa Claus – Babbo Natale a cui siamo abituati perché in Olanda l’immagine di San Nicola, che fu vescovo di Myra e le cui reliquie riposano nella cattedrale di Bari, non sono state stravolte più di tanto dal consumismo e l’uomo di Chiesa non è stato trasformato, suo malgrado, in un pacioso signore vestito di rosso e con la barba bianca che vive al Polo Nord! In Olanda Sinterklaas è un bel signore dalla barba bianca che indossa l’abito porpora ed in testa porta la tiara vescovile, arriva in nave via mare a metà novembre accompagnato dagli Zwart Piet – fidi aiutanti dal volto moro che ballano e saltano – ed una volta a terra sale su un bellissimo cavallo bianco per andare in processione lungo le vie delle diverse città festeggiato da tutti gli olandesi, grandi e piccini!

Sinterklaas resta in Olanda solo fino al 6 dicembre, giorno in cui sale nuovamente sulla sua nave per tornarsene in un luogo segreto dove trascorrerà i mesi dell’anno che lo separano dal suo nuovo ritorno in Olanda (i pettegolezzi dicono che la sua casa che si trovi in Spagna, ma nessuno ne ha la certezza!). Il giorno prima della sua partenza, che coincide con la sua festa (la festa di San Nicola è il 6 dicembre), Sinterklaas fa un regalo prezioso a tutti gli olandesi: il dono di stare insieme ai propri cari. Nella sera del 5 dicembre è infatti tradizione che le famiglie olandesi si riuniscano per trascorrere insieme momenti gioiosi e scambiarsi doni, disegni, poesie: ancor più del Natale, è Sinterklaas la festa dei bambini! Una bella tradizione legata alla festa di Sinterklaas riguarda i più piccoli: così come in Italia il giorno dell’Epifania appendiamo calze sul camino affinché vengano riempite di regali e chicche dolci, in Olanda i bambini usano lasciare accanto al camino una scarpetta (un tempo erano i tipici zoccoli di legno, oggi assai più spesso una scarpetta realizzata in cartoncino) affinché venga riempita di dolcetti; a tavola non mancheranno poi dolci di Sinterklaas: l’iniziale del nome in cioccolato per ciascun componente della famiglia, i biscotti speziati speculaas e le buonissime frittelle Olliebollen, con uvetta e mele (si trovano in vendita a pochi euro anche nei chioschetti dei venditori ambulanti).

E i mercatini dell’Avvento olandesi? Tranquilli, i mercatini ci sono anche in Olanda! Forse sono meno conosciuti di quelli tedeschi o austriaci (dove la tradizione con questo appuntamento è davvero antica), sono altrettanto spettacolari. Ve ne indico qualcuno, vedrete che non resterete delusi :) !

Royal Christmas Fair, L'Aia

Royal Christmas Fair, L’Aia

Mercatini dell’Avvento olandesi: Den Haag – L’Aia

Segnatevi questa data: il pomeriggio del 14 dicembre apre a l’Aia uno dei più grandi mercati natalizi dei Paesi Bassi, la Royal Christmas Fair, che invade con gazebi bianchi il  Lange Voorhout, il noto viale costeggiato da tigli. Un mercato amato dagli olandesi, che vi trovano proposte di design, di moda, articoli originali. E spesso l’atmosfera è resa magica dalla presenza della neve! Non manca tutto il corollario dei mercatini di Natale: vin brulè, cioccolata calda, musica e canti in sottofondo, eventi, spettacoli e figuranti che interpretano Babbo Natale.

Mercatini dell’Avvento olandesi: Maastricht

Forse la città olandese dove è più intenso lo spirito dell’Avvento è Maastricht, dove per tutto il mese di dicembre si svolge l’evento ‘Magical Maastricht‘: la piazza centrale (il Vrijthof) ospita il mercatino e sempre qui c’è una grande pista per pattinare sul ghiaccio ed una ruota panoramica illuminata; tutto il quartiere Jekerkwartier è decorato con luci e sempre qui si possono fare piccoli, grandi acquisti nei tipici negozi. La luce ha un rilievo importante a Maastricht, che si avvale della creatività di artisti della luce per illuminare le piazze Plein, Markt e Onze Lieve Vrouweplein e per creare un sentiero luminoso lungo il corso del fiume Mosa che attraversa i ponti Sint Servaasbrug e ‘Hoge Brug’.

Mercatini dell’Avvento olandesi: Dordrecht

Il mercatino dell’avvento di Dordecht (non distante da Rotterdam) dura solo tre giorni (dal 14 al 16 dicembre 2018) ma è anche quello più grande di tutta l’Olanda: oltre 200 bancarelle e 35 punti di ristoro sono dislocati lungo un percorso di due chilometri e mezzo che attraversa in centro cittadino e raggiunge il porto, per l’occasione addobbato con migliaia di piccole luci. Una bella notizia: ciò che viene messo in vendita al mercato di Dordrecht è realmente di qualità e artigianale.

La notte delle candele di Gouda

La notte delle candele di Gouda

Mercatini dell’Avvento olandesi: Deventer

Nella cittadina di Deventer il 15 ed il 16 dicembre 2018 si tiene un evento che è molto più di un mercatino: per due giorni il centro storico della città si trasforma nell’ambientazione natalizia delle opere di Charles Dickens (il suo Canto di Natale è il racconto di Natale più emozionante che abbia mai letto). Oltre a visitare il mercatino (oltre 200 banchi), ascoltare musica e cori, si potranno vedere ambientazioni delle scene dei romanzi, si potranno incontrare i personaggi (chissà se Mr. Scrooge ci sarà?) e assistere a rappresentazioni grazie agli oltre 900 figuranti in costume. Il Dickens Festival (e il mercatino dell’avvento di Deventer) è tra i più visitati d’Olanda: ogni anno si contano oltre 160.000 visitatori.

Mercatini dell’Avvento olandesi (ed eventi): Gouda

Più che un mercatino dell’Avvento, a Gouda il 14 dicembre 2018 va in scena il “Gouda bij Kaarslicht”, un evento spettacolare che prende avvio dalla presenza nel XIX secolo di numerose fabbriche di candele e coinvolge il cuore della città famosa per il suo formaggio: all’imbrunire si spengono tutte le luci della piazza, che resta illuminata soltanto dalle migliaia di candele poste sui davanzali delle case mentre nell’aria sale la musica dei cori di Natale. Dopo un discorso del sindaco della città viene acceso il grande albero di Natale dono della cittò di Konigsberg, con cui Gouda è gemellata. La sera prosegue con concerti di canti, visite ai musei e alle chiese (che per l’occasione restano aperti). Da acquistare a Gouda, oltre al formaggio, le candele, le pipe, i biscotti al caramello “stroopwafels” senza dimenticare di assaggiare la birra locale. Per maggiori informazioni, consultate il sito dell’Ente del turismo di Gouda.

Mercatini dell’Avvento olandesi (ed eventi): Zwolle

Un evento che inizia in avvento e finisce quasi in primavera (dal 15 dicembre al 3 marzo), quando il disgelo per forza di cose pone fine al Festival delle sculture di ghiaccio di Zwolle (Ijsbeelden Festival), che in uno spazio di 200 metri quadrati ospiterà le “storie famose da tutto il mondo”, il tema dell’anno elaborato da famosi scultori del ghiaccio grazie a 275.000 chili di ghiaccio e neve . Le sculture sono alte fino a sei metri e saranno illuminate da effetti speciali. Tra i protagonisti la storia di Giulietta e Romeo, Robin Hood, Alice nel Paese delle Meraviglie; verrà allestito anche un villaggio dove assaggiare cibi tradizionali, acquistare decorazioni e far giocare i bambini. A proposito: Zwolle è famosa per essere una città con tanti indirizzi per fare shopping e ristoranti prestigiosi.

country-christmas-fair-2010_700

Mercatini dell’avvento olandesi (ed eventi): Utrecht

 Dal 14 al 16 dicembre 2018 ad Utrecht si svolge il Knus, mercatino nel centro storico della città che offre shopping ed un nutrito programma di performance artistiche di musica, danza, salotti letterari con letture e presentazioni che si svolgono lungo i ponti illuminati della città. Se Utrecht è notoriamente una gran bella città, in periodo di Avvento lo è ancor di più (ed è a breve distanza da Amsterdam); maggiori informazioni su https://knusutrecht.nl/ (sito solo in olandese).

A proposito, e ad Amsterdam? Nessun mercatino di Natale? Come di consueto, anche nel 2018 la Capitale olandese saluta l’avvento con l’Amsterdam Light Festival, il festival che illumina la città con giochi di luce e sculture luminose angoli particolari della città. Il Festival si potrà visitare fino al 20 gennaio 2019 seguendo due percorsi, uno via terra ed uno via acqua, da fruire a bordo di battelli. Ovviamente anche ad Amsterdam non mancano mercatini dell’Avvento sparsi nella città tuttavia ricordatevi di fare un salto anche al mercato Albert Cuypmarkt: il consueto mercato in periodo di avvento trasforma il suo volto ed i consueti stand che propongono anche oggettistica, regali artigianali e delizie da assaggiare.

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

2 Commenti

  1. Avatar
    elena dicembre 10, 2018

    Ecco, quello che ti dicevo riguarda proprio l’aiutante di San Nicola. Durante il mio ultimo soggiorno in Olanda, mi hanno raccontato che, per le sue caratteristiche, da alcuni non è visto di buon occhio e c’è stato un dibattito per rimuoverlo. Mi chiedevo appunto, se ci fosse ancora… Comunque avete fatto un bellissimo giro: Dordrecht, personalmente, mi è rimasta nel cuore.

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini dicembre 11, 2018

      Sì, davvero un bel giro, peccato solo che un giorno ha piovuto davvero tanto e ci ha costretto a rivedere un po’ i piani. Ottima scusa per tornare. :)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *