Con la Rome Parade 2019 il nuovo anno inizia a tempo di musica!

Alla ricerca di un modo diverso (e gratuito) per iniziare il 2019 in allegria? Se il 1° gennaio siete a Roma, ho quel che fa per voi: la Rome Parade 2019, un intero pomeriggio – anticipato e seguito da eventi musicali dal 30 dicembre al 2 gennaio – in cui le marching bands di prestigiosi licei americani si sfideranno a colpi di strumenti musicali, armonie ed esibizioni in quello che da qualche anno è diventato uno dei modi più allegri per iniziare il nuovo anno. Insieme ai corpi di banda statunitensi sfileranno per le vie del centro anche marching band italiane e croate, in una fusione di suoni e gioia capace di scatenare applausi e convincere anche i più timidi ad accompagnare la sfilata della Roma Parade 2019 battendo le mani a tempo! L’appuntamento è la Piazza del Popolo alle 15.30 (ma arrivate prima se volete trovare i posti migliori!) e le diverse bande che partecipano allo spettacolo sono accompagnate da majorettes e ragazze pon-pon per uno spettacolo che va oltre la musica e che si dipanerà lungo tutto il cosiddetto Tridente di Roma (Via del Corso, Via del Babuino e Via di Ripetta). Oltre due ore di spettacolo entusiasmante e travolgente, per un indimenticabile 1° dell’anno!

Sabina Music Band 1

Le bande che partecipano all’evento sono numerose e dagli USA arrivano dalla Louisiana (Amelia EarHawts & Cabin Krewe; The Big Easy Jazz Ambassadors), dal Michigan (Detroit Catholic Central High School Marching Band), dall’Arizona (Gadsden Elementary School District #32 Marching Band), dal North Carolina (Hickory Ridge High School Choral Ensemble), dalla Georgia (Lambert High School Marching Band), dalla Virginia (Menchville High School Marching Monarchs), dalla California (Schurr High School Spartan Legion; Thousand Oaks Band), dal Kansas (Shawnee Mission East High School Marching Lancers). Sempre dagli USA arrivano i Varsity Spirit All American Dancers, Cheerleaders & Drum Majors.

Ancora: per l’Italia saranno presenti alla Rome Parade 2019 le bande musicali “marcianti” di Amaseno – FR (Amaseno Harmony Show Band). di Vejano – VT (Associazione Filarmonica Vejanese), di Mentana – R; (Associazione Bandistica Città di Mentana & Majorettes), di Rieti (Sabina Music Band), di Scafati  SA (Sailors Majorettes & Popeye Street Band). Partecipan inoltre le Associazioni Riunite di Rievocazione Storica Romana, le Majorettes di Casperia (Rieti) e gli Sbandieratori e Musici di Santa Rosa di Viterbo. Dalla Gran Bretagna assicurata la partecipazione dei Megaflatable balloons e da Ogulin in Croazia le Ogulin Majorettes.

L’iniziativa giunge a Roma per la tredicesima volta mentre a Londra è una manifestazione diventata oramai storica (la prima fu nel 1987) grazie alla società di eventi  Destination Events, ed il bello della Roma Parade 2019 è che… non si paga per assistere ai concerti! Nel senso che sia l’evento collettivo del 1° gennaio che i concerti che verranno tenuti dalle bande nei giorni a ridosso del Capodanno sono tutti ad ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti.

locandina Rome Parade 2019

I concerti inizieranno infatti dal 30 dicembre 2018 con l’esibizione a Frascati di alcune delle bande in occasione del Festival di Frascati (i concerti sono previsti alle ore 11.00 ed alle ore 16.00 presso Viale Vittorio Veneto, Piazza San Pietro e Piazza del Mercato ed alle ore 18.00  presso la Basilica Cattedrale di San Pietro Apostolo) e dopo la Roma Parade 2019 proseguono il 2 gennaio 2019 con i concerti presso la Galleria Nazionale di Arte Moderna (appuntamento alle ore 18.00) per poi concludersi nella Basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini con un concerto conclusivo alle ore 20.00.

Per maggiori informazioni, anche sul programma dei concerti, è possibile consultare il  sito ufficiale della Roma Parade 2019 mentre per avere un assaggio dell’evento dello scorso anno, potete guardare il video qui sotto

 

 

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *