La chiesa di St. Mary Abbots è un angolo speciale di South Kensigton

A pochi passi dalla trafficata e commerciale Kensington High Street, strada londinese poco lontana da Kensigton Palace (per capirci, è il palazzo reale dove vivono William e Kate) c’è un angolino speciale in cui il frastuono sembra non arrivare e  dove chiunque – al di là del proprio credo religioso – può ricevere un accogliente benvenuto: la Chiesa di St. Mary Abbots, che appartiene alla Chiesa d’Inghilterra, è un angolo speciale di South Kensington e nel complesso di edifici neogotici svetta la grande chiesa. La chiesa ospita il culto protestante ed è pienamente attiva nella sua missione – quando ci siamo stati noi stavano facendo le prove per un matrimonio – e rappresenta uno degli edifici più importanti di questo quartiere di Londra.

mary abbots 2

La Chiesa si intravede dalla via principale, posta com’è all’angolo tra Kensington High Street e Kensington Church Street ma non abbiate paura ad entrare: come vi dicevo, uno dei punti di forza di questa Chiesa è proprio l’accoglienza nei confronti dei fedeli e di chi si limita a visitare il complesso ecclesiastico. Tramite il piccolo ambulacro ad archi gotici si raggiunge sia la Chiesa vera e propria che il giardino, che pur mutando aspetto in base alle stagioni resta sempre particolarmente silenzioso e inviante. In realtà l’ingresso principale della Chiesa di St. Mary Abbot sarebbe proprio dalla parte del piccolo parco (che con una piccola stradina pedonale – Kensington Church Walk – è collegato alla via principale), che in qualche modo, con gli alberi in doppia fila che incorniciano le linee della chiesa completa la scenografia architettonica del complesso ecclesiastico.

mary abbots 4

Le prime notizie della Chiesa di St. Mary Abbots risalgono al 1100 circa, in pieno medioevo,quando in questa zona della città aveva la sua magione il cavaliere normanno Sir Aubrey de Vere che per ricompensare per le cure prestate dai monaci dell’Abbazia benedettina di Santa Maria di Abingdon al proprio figlio, regalò loro un ampio terreno su cui, nel 1262, venne costruita una piccola chiesa con funzioni di parrocchia per gli abitanti dell’allora Kensigton. Da allora una chiesa qui c’è sempre stata, anzi per molti secoli è stata l’unica Chiesa di Kensington e nel corso del tempo è stata ricostruita ed ingrandita più volte in stili diversi (normanno, tardo rinascimentale ed infine in stile neo-gotico inglese).

mary abbots 3

L’attuale edificio della Chiesa di St. Mary Abbots venne costruita nel 1872 su progetto dell’architetto George Gilbert Scott, che inserì un campanile di 85 metri oltre ad un carillon di dieci campane. Per la sua localizzazione – Kensigton è da tempo uno dei quartieri più esclusivi ed eleganti di Londra – ha avuto parrocchiani illustri, tra cui forse il più conosciuto di tutti è Sir Isaac Newton ma pare che anche Diana, la principessa del Galles, di tanto in tanto entrasse nella chiesa di St. Mary Abbots.

mary abbots 5

La Chiesa, che possiede la guglia più alta di Londra, è in parte circondata dall’antico cimitero a cui si accede dall’ambulacro, ci sono ancora molte vecchie tombe con lapidi coperte dai muschi (leggermente impressionante, a dir la verità, perché alcune tombe sono sollevate dalla forza delle radici degli alberi) mentre dal lato del giardino ci sono alcuni edifici in mattoncini del 1875 che ospitano una scuola elementare (il primo complesso educativo nasce nel 1707 come Charity School) .

mary abbots 1

La chiesa di St. Mary Abbots è molto attiva nella carità e nell’accoglienza, ed ha la particolarità di essere aperta tutti i giorni dell’anno ai fedeli ed ai visitatori. Se vi interessa partecipare ad uno dei servizi religiosi che vi si svolgono quotidianamente, ricordatevi che la preghiera del mattino è alle 8 (il sabato alle 9.40) mentre la preghiera della sera  si tiene alle 17.30 mentre la celebrazione dell’Eucarestia ha orari differenziati in base al giorno.

Perché questa Chiesa mi è piaciuta ed ho scelto di parlarvene? Perché è romantica, fuori del tempo pur avendo una storia millenaria, per il senso di serenità che infonde. E poi, lo stile della Chiesa, il giardino accogliente, i caratteristici edifici più che nel cuore di Londra fanno immaginare di essere in  una località di campagna, non certo a due passi da un quartiere frenetico: è, in pratica, un pezzettino di vecchia Inghilterra nel cuore di Londra!

Per maggiori informazioni, consultare il sito internet della Chiesa di St. Mary Abbots http://www.smaw8.org/

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

2 Commenti

  1. Avatar
    Marta dicembre 16, 2018

    Incantevole luogo, un pezzo di storia nel centro della città.

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini dicembre 16, 2018

      E’ questa la Londra che amo, che ogni volta mi fa dire che non voglio ripartire per tornare a casa :)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *