Il mercato coperto di Rotterdam è una festa per gli occhi e il palato!

E’ aperto dal 2014 ed è già diventato una delle attrazioni più gustose della città! Il bellissimo mercato coperto di Rotterdam, il Markthal, intriga i turisti che visitano la città olandese per più motivi, tra cui il grande assortimento di prodotti alimentari  che vi si possono acquistare – o assaggiare! – è solo uno dei tanti. Il mercato coperto di Rotterdam attira i visitatori soprattutto per la sua architettura al tempo stesso avveniristica e fiabesca, per aver saputo mettere insieme esigenze abitative con la necessità di creare un polo di aggregazione e per aver scelto di puntare decisamente sull’innovazione, in termini di struttura, di allestimenti e di decorazione. E sì, anche, perché al suo interno sono ospitati quasi 100 rivendite equamente distribuite tra negozi di prodotti alimentari freschi e chioschi di cucine e alimenti che arrivano da più parti del Mondo.

Rotterdam mercato 1

Se si va a Rotterdam, è pressoché impossibile non visitare il Mercato coperto anche perché si trova in una posizione della città che unisce, nello spazio di poche centinaia di metri, alcuni dei focus point più caratteristici della città: le famosissime case-cubo gialle, il vecchio porto Oudehaven, il curioso Museo dei Corpi di Marina olandesi (Mariniers Museum), la gotica Chiesa di San Lorenzo (la Laurenskerk è un ‘pezzo di storia’ della città, in quanto è uno dei pochi edifici rimasti quasi intatti dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale; una curiosità sono le porte di bronzo  che simboleggiano la guerra e la pace, opera dell’italiano Giacomo Manzù). E, poi, impossibile non vederlo, il Mercato coperto di Rotterdam: è enorme!

Rotterdam mercato 3

La sua forma, che ricorda un gigantesco tunnel del vento oppure un ferro di cavallo messo in verticale, è decisamente imponente ma non ‘pesante’, questo grazie ad alcuni accorgimenti come le linee curve delle pareti ed alle due facciate in vetro (in realtà sono tanti pannelli di vetro montati su una fitta tessitura di cavi di acciaio ma nell’insieme l’idea è proprio assenza di cesure tra interno ed esterno). Una volta entrati all’interno del grande spazio, che ha numeri ragguardevoli – è lungo 120 metri e largo 70 metri (Francesco mi ha fatto notare che queste dimensioni sono simili a quelle di un grande campo di calcio) per un totale di 4.600 metri quadrati di spazio destinati ai chioschi, ai negozi ed ai ristoranti e 1.600 metri quadri ai servizi ed al parcheggio – si viene immediatamente attratti dalla grandissima varietà di merci esposte e dal bellissimo dipinto Cornucopia (non so come definirlo, forse murales è ciò che si avvicina di più) una sarabanda bucolica con frutta e fiori giganteschi realizzato dalla coppia Arno Coenen e Iris Roskam che riveste l’intero arco interno. Per realizzarlo, sono stati scomodati gli sudi Pixar della Disney ed è stato necessario ‘sezionare’ il disegno in più parti che sono poi state stampate su lastre di metallo. Impossibile non restare almeno 5 minuti con il naso all’insù per cercare di vederlo tutto!

Rotterdam mercato 7

Il mercato coperto di Rotterdam non è però (solo) per turisti: qui ci si viene per fare la spesa (i prezzi sono incredibilmente competitivi!), ci si viene a pranzo/cena, a prendere un aperitivo oppure per incontrarsi con gli amici o per riunioni di lavoro. Dappertutto c’è un wi-fi super veloce e in generale l’atmosfera è molto accogliente. Si può scegliere se fermarsi ai tavoli dei chioschi al piano terra, sedersi sulle ‘panche pubbliche’ che di tanto in tanto si incontrano negli angoli dei chioschi oppure se si vuole stare più tranquilli si può salire sulle terrazze rialzate, da quel che ho capito però sono parte di  bar e ristoranti. Al piano interrato – cui si accede con le scale mobili – oltre ad un comodo parcheggio c’è un supermercato alimentare Albert Heijn e – udite, udite! – anche una sezione archeologica, la De Tijdtrap.

Rotterdam mercato 4

Nel luogo in cui è stato costruito il mercato coperto di Rotterdam, infatti, un tempo sorgeva l’antica città medievale di Rotterdam, costruita lungo le rive del fiume Rotte e durante gli scavi per i nuovo edificio sono stati ritrovati centinaia di reperti inclusi armi, utensili e gioielli che risalgono ai primi secoli della città, fino al 900 d.C.. Le scale mobili che dal piano terra portano fino ai parcheggi al 4° piano interrato  rappresentano una sorta di “macchina del tempo” e ad ogni livello che si scende corrisponde un periodo storico, con schede esplicative ed oggetti originali inseriti nelle teche: se conoscete la fermata romana della Metro San Giovanni (inaugurata però ben dopo il Markthal di Rotterdam), il concetto è simile: in pratica è un Museo a cielo aperto, totalmente gratuito e fruibile da chiunque abbia interesse).

Rotterdam mercato 6

Un altro motivo di  stupore di chi visita il mercato coperto di Rotterdam è che l’arco che lo contiene non è altro che… un gigantesco condominio! Infatti nei ‘costoloni’ laterali sono stati ricavati dallo studio di architettura MVRDV, che ha curato il progetto complessivo, ben 228 appartamenti di varie dimensioni, con affaccio sia esterno (per le stanze di soggiorno e le camere da letto) e che interno, sul mercato stesso (in genere, le cucine). Insomma, il mercato coperto di Rotterdam non finisce più di stupire chi lo visita, e pare quasi che la sua funzione primaria – quella appunto di ‘piazza commerciale’ – sia messa in ombra dalla struttura architettonica, dalle scelte innovative e fuori dagli schemi. Ma ovviamente  non è così, perché basta girare tra i diversi chioschi e si ritrova immediatamente il piacere di viaggiare con gli occhi e con il gusto, facendosi attrarre dalle piramidi di frutta colorata, dalle montagne di cioccolatini, dalle selezioni di caffè e spezie. Come in tutti i mercati olandesi, non mancano le pescherie che offrono i panini preparati al momento con cipolla, cetrioli in salamoia e aringhe crude (i famosi broodje haring che ogni volta che andiamo in Olanda usiamo come ‘spezzafame’ :) ), ma per chi ha gusti meno sperimentali c’è la possibilità di acquistare grandi macedonie di frutta esotica a 1€ (sì, avete letto bene!) o dolcetti esteticamente curatissimi con pochi euro o fare ‘assaggi estemporanei‘ di formaggi olandesi (ottimi i prezzi, a partire da 13€ al chilo).

Rotterdam mercato collage

Visitare il mercato coperto di Rotterdam vi darà la possibilità di fermarvi a pranzo in uno dei tanti ristoranti del mondo per assaggiare piatti della tradizione libanese, vietnamita, spagnola, giapponese, cinese, mediorientale, greca, italiana. Noi ad esempio ci siamo fermati per pranzo in un ristorante greco (Elliniko), dove ce la siamo cavata con meno di 40€ in due incluse due birre (nella foto vedete uno dei due piatti assortiti che abbiamo preso, l’altro era vegetariano).

Ancora: il mercato coperto di Rotterdam è anche un grande contenitore di eventi e gli allestimenti cambiano a seconda delle stagioni: noi ci siamo stati in periodo di Avvento ed un altissimo albero di Natale era il fulcro dei festeggiamenti.

Una curiosità: il mercato coperto di Rotterdam è talmente diventato uno dei luoghi di richiamo ed instagrammabili della città  che all’ingresso un cartello avverte i visitatori che potrebbero essere oggetto di riprese fotografiche. Per la serie: non venite poi a lamentarvi che siete finiti su qualche profilo Instagram! :P

Rotterdam mercato 12

Informazioni utili:

  • Il mercato coperto di Rotterdam si trova nel Laurenskwartier e si raggiunge con il tram n. 21 o 24 oppure con la metro linea A, B e C. In tutti i casi la fermata di riferimento è Blaak tuttavia se avete tempo si può anche pensare di arrivarci a piedi dalla stazione (all’incirca 30 minuti di passeggiata veloce, passando dietro il Municipio di Rotterdam);
  • accanto al mercato, quando ci siamo stati, c’era anche una grande ruota panoramica ma non so se era legata al periodo di Avvento oppure è un attrazione fissa;
  • orari di apertura: il mercato è aperto dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 20.00, il venerdì la chiusura è posticipata alle 21.00 e la domenica segue un orario ridotto dalle 12.00 alle 18.00 mentre i  ristoranti hanno orari differenziati.

Olanda 5

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *