Goût de/Good France 2019: il festival della gastronomia francese

All’inizio sembrava una scommessa, poi è diventato un appuntamento atteso, la più grande manifestazione del mondo che celebra la gastronomia francese e che si svolge in 5 Continenti, 150 Paesi e con la partecipazione di 5.000 (sì, avete letto bene, cinquemila) chef di tutte le nazionalità. Molto più di una una festa o di un evento, Goût de/Good France 2019 appare come un consesso plenario del mangiar bene! Quest’anno si svolgerà dal 21 al 24 marzo 2019 e in Francia coinvolgerà numerosi ristoratori chiamati a presentare la loro “cena alla francese”; nei 4 giorni dell’evento ci sarà un programma fitto fitto con tanti menù diversi e speciali (e con l’elevatissimo numero di ristoranti che vi partecipano, la scelta diventa infinità!) che avranno in comune i profumi, i sapori e le storie di Provenza, Destinazione scelta come tema per quest’anno, declinati con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale anche in cucina (e quindi per quanto possibile prodotti a chilometro zero, bando agli sprechi, attenzione alle fonti rinnovabili e rispetto per le risorse del Pianeta).

Il 21 marzo Goût de/Good France 2019 in accordo con il Ministero dell’Europa e degli Affari Esteri e del grande chef Alain Ducassse e sulla scia della mobilitazione internazionale a favore dell’ambiente, tema sempre più sentito e che vede le giovani generazioni in prima fila, oltre che nell’ottica della COP 21 e degli Stati Generali dell’Alimentazione, lancia una sfida che vuole promuovere il rispetto delle risorse del Pianeta anche attraverso la cucina sostenibile e salutare in cui vengono usati meno grassi, meno zuccheri e meno sale, per un’alimentazione più valida che non depredi l’ambiente. Per rafforzare il suo impegno, l’evento Goût de/Good France 2019 per questo ha scelto la partnership con la fondazione “No More Plastic” il cui alfiere è Alexandra Cousteau, regista e attivista ambientale nonché nipote del grandissimo scienziato ed esploratore subacqueo Jacques Cousteau.

Goût de/Good France 2019 è un evento-festival che si sviluppa su tutto il territorio francese rivolgendosi a tutti senza preclusioni per poi dilagare nel mondo. Il 21 marzo ci saranno anche esperienze culinarie di grande impatto, che andranno ad arricchire il programma. Da segnalare il grande Banchetto provenzale che si terrà a Parigi nell’ambito del “Village International de la Gastronomie, che si inserisce nel programma MPG 2019, Anno della gastronomia in Provenza, lanciato dal Dipartimento Bouches-du-Rhône e da Provence Tourisme. Al Banchetto, sei chef provenzali proporranno un menù in 5 portate legate al tema della cucina sostenibile e mediterranea. I cuochi coinvolti sono Gérald Passédat, Michel Portos, Sébastien Richard, Jean- André Charrial, Armand Arnal, Clément Higgins.

Altri eventi in programma sempre a Parigi:

  • le Esperienze del Gusto, in collaborazione con l’Ufficio del Turismo di Parigi, che coinvolgerà turisti e parigini alla scoperta dei luoghi gastronomici imperdibili della capitale;
  • le “Cene Complici” del Collège Culinaire de France, un format che vede la partecipazione degli chef e dei produttori/coltivatori, che in sinergia creeranno un menù attraente e vitale rendodosi disponibili ad allacciare conversazioni con il pubblico per rispondere a dubbi e a richieste di approfondimento;
  • il “Duo di Collezionisti” unisce nella preparazione di una cena l’entusiasmo e la competenza di giovani chef e l’esperienze di cuochi affermati, che insieme condivideranno gesti, valori e savoir-faire;
  • il Gran Menù si ricollega invece alle cene di Epicuro e di Escoffier e verrà proposto nelle cattedrali della gastronomia francese che proporranno menù degustazione con una quantità variabile di portate, da 4 a 10, e relativa selezione di vini e spiriti

Oltre alla Capitale francese, saranno numerosi gli appuntamenti Goût de/Good France 2019 che dal 21 al 24 marzo si svolgeranno in tutta la Francia: banchetti, degustazioni, pic-nic e laboratori metteranno in connessione i professionisti del settore con gli il pubblico di appassionati ed il 23 marzo 2019 sarà la volta dell’UNESCO, che promuove un convegno sulla gastronomia e l’alimentazione sostenibile, con grandi protagonisti mondiali. Impegnate anche più di 150 ambasciate e consolati di Francia in tutto il mondo, che ospiteranno eventi e celebrazioni.

E in Italia? Sono più di 40 i ristoranti (dal Nord al Sud, Isole comprese) che hanno aderito all’iniziativa ed è molto interessante che siano stati coinvolti anche alcuni Istituti professionali alberghieri (link all’elenco, in corso di costante aggiornamento). Ogni ristorante proporrà un menù speciale e dedicato, che renderà omaggio all’eccellenza e alla creatività della cucina francese.

Per maggiori informazioni e per trovare tutto il programma dell’evento, si può consultare il sito dedicato a Goût de/Good France 2019.

Cattura

.

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *