Parco Nazionale d’Abruzzo: emozione allo stato puro

Un week end davvero  pieno, quello appena trascorso in Abruzzo, a Pescasseroli, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo.
 
Pieno di ricordi, di attività, di scoperte e soprattutto  di emozioni.
 
 
Emozioni inaspettate, incontri che ti lasciano imbambolata, senza fiato e incapace di ragionare. Che ti fanno perfino dimenticare di  avere in mano la macchina fotografica, tanto lo stupore improvviso.
 
 
Queste le sensazioni che ho provato vedendo un branco di cervi che pascolavano a meno di 10 metri da me, lungo il bordo della strada che da Villetta Barrea sale rapida verso Passo Godi per poi proseguire verso Scanno.
 
Un ambiente poco battuto dall’uomo, foreste di conifere e campi innevati. Gli animali non sono impauriti: sono alla ricerca del cibo e qui non temono l’uomo, che può solo osservarli (ed è un grandissimo privilegio!).
 
Uno dei luoghi più incantevoli del Centro Italia, dove la flora e la fauna sono rispettate e protette fin dal lontano 1921 (anno in cui ha visto la luce il primo nucleo del Parco), un ambiente unico dove vivono  daini, camosci, cervi, lupi, orsi. 
Con questo post partecipo all’iniziativa “La foto della domenica”, del blog  Bimbumbeta
Claudia Boccini

6 Commenti

  1. Avatar
    Beta gennaio 19, 2013

    Oohhhhh… e ci credo che sei rimasta senza fiato!!!! Uno spettacolo da togliere il respiro, io penso di non averne mai visti da così vicino! Un vero momento da ricordare! :)

    Reply
  2. Avatar
    Graziano da Faenza gennaio 18, 2013

    Ho la fortuna di avere casa a Villetta e da quando sono andato la prima volta mi sono innamorato dell ambiente il cambiamemto delle stagioni, dei colori dia del cielo d estate ,degli animali che vengono a mangiare le mele in giardino ,delle persone semplici orgogliose ma sempre disponibili insomma un piccolo tibet.
    Graziano da Faenza

    Reply
  3. Avatar
    Gua-sta Blog gennaio 14, 2013

    Che bellezza! Sono stata in campeggio a Pescasseroli una vita fa! E’ sempre una grande emozione incontrare gli animali selvatici…

    Reply
  4. Avatar
    Lallabel gennaio 13, 2013

    Quanto ti capisco, io mi emoziono da matti quando incontro animali selvatici! Ricordo ancora le marmotte e stambecchi della scorsa estate… però anche la mia zona riserva belle sorprese: pensa che proprio stamattina due caprioli ci hanno attraversato la strada a poche centinaia di metri da casa!

    Reply
  5. Avatar
    Marilu gennaio 13, 2013

    Che emozione, mi sembra di tornare indietro nel tempo quando durante le vacanze estive non mancavano mai le gite a Villetta Barrea, Forca d’Acero, Pescasseroli… luoghi incantevoli!

    Reply
    • Avatar
      Shanta gennaio 13, 2013

      Noi siamo stati a fare fondo lungo la strada che porta a Forca d’Acero… un posto meraviglioso!

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *