L’ hotel Heritage Avenida Libertade a Lisbona

heritage1Vi presento con piacere l’hotel dove abbiamo pernottato a Lisbona: Heritage Avenida Libertade, un bel boutique hotel 4 stelle di 42 stanze ricavato in un palazzetto azzurro del XVIII secolo sul’omonimo viale, elegante e raffinato. L’attenta ristrutturazione a cura dell’architetto Miguel Câncio Martins ha cercato di preservare, per quanto possibile, gli elementi originari dell’edificio, come i balconi in ferri battuto, le mostre in pietra ed il senso di ordine geometrico scandito dalle alte finestre.

La posizione eccellente (è davvero vicino al centro di Lisbona, la stazione di Rossio si raggiunge in 10 minuti a piedi, ancor meno per la metropolitana e nei paraggi ci sono bar di quartiere e botteghine dove acquistare generi di prima necessità o fare colazione).

heritage6

Oltrepassata la porta d’ingresso, si scendono alcuni scalini e ci si trova nella grande lounge che la mattina si trasforma in sala colazione informale (noi però abbiamo scelto di non fare colazione in hotel). Un settore del bar è dedicato ad un ricco assortimento di miscele di tè e tisane messe a disposizione dei clienti dell’hotel, che possono liberamente servirsene a qualsiasi ora del giorno e della notte utilizzando le tazze a libero uso ed il bollitore, sempre in funzione. Per chi non ama le tisane, vi è disponibilità di caffè. Per tutti, biscottini e vino Porto o vino dolce, a scelta. Davvero un bel modo di accogliere e far sentire a proprio agio gli ospiti!

heritage5

La reception è ricavata all’interno di quello che era un bancone di un vecchio negozio, forse di una merceria o di una erboristeria (è una struttura piena di cassetti e scaffali, mi spiace di non aver chiesto più dettagli!) e il check-in è estremamente rapido: lo abbiamo molto apprezzato considerando che siamo arrivati in hotel alle 10.30 di sera, abbastanza stanchi dopo una giornata passata tra casa, ufficio, aeroporto e aereo.

La superior room che ci ha riservato Expedia (*) era al 3° piano, con affaccio diretto su Avenida Libertade (ma il rumore del traffico non ci ha mai disturbato), con arredamento sui toni del beige, marrone ed ocra e parte delle pareti in boiserie. Non proprio i miei colori preferiti, a dir la verità, ma l’insieme riusciva a rendere bene il concetto di raffinata eleganza.

heritage9

Oltre al letto (gigantesco, almeno due metri e 20 di larghezza), completavano l’arredo un divano, un tavolino da caffè piuttosto moderno, una scrivania con prese per computer (e, in ogni caso, il wi-fi funzionava bene) con sedia e pouf rivestite in tessuti di pregio. Dal disimpegno, in cui si trova  l’armadio con cassaforte e frigobar, si accede al bagno con vasca e doccia dotata di una gran bella tenda a fiori – il decoro lo vedete nella foto in fondo, e i garofani, se non lo sapete, a Lisbona assumono un significato particolare, in quanto sono stati il simbolo della Revolução dos Cravos, la rivolta organizzata da militari progressisti nel 974 che depose la dittatura fascista di Marcelo Caetano (succeduto ad António Salazar) e mise il Portogallo sulla strada di sistema politico democratico. In ogni caso, tornando al bagno: tutto ok tranne qualche minima scheggiatura del piatto doccia che andrebbe ripresa con un po’ di smalto.

heritage7

Molto attento il personale, eccellente la pulizia dei locali e ricchissima la dotazione di amenities per la toilette: all’hotel Heritage Avenida Libertade di Lisbona ho ritrovato i miei adorati prodotti Molton Brown, scoperti per la prima volta negli hotel dove abbiamo soggiornato in Canada ed il fatto che ogni mattina venissero nuovamente assortiti, mi ha reso particolarmente felice (indovinate perché? :) ). Quasi inutile, considerato il livello di comfort e la classe dell’hotel,  sottolineare che a a nostra disposizione avevamo accappatoio e ciabattine.

heritage3

Nell’hotel Heritage Avenida Libertade di Lisbona ci sono anche una piccola palestra ed una mini piscina con idromassaggio, una meraviglia per rilassarsi dopo un’intera giornata di visite e percorsi culturali!

Per arrivare in hotel dall’aeroporto, oltre al taxi (costo cica 14-20 euro, dipende dal traffico, dai bagagli che si hanno, dall’orario) si può anche utilizzare la metropolitana (dall’aeroporto prendere la linea rossa fino al capolinea di Saõ Sebastiaõ, quindi la linea blu in direzione Santa Apolònia e scendere alla fermata Restauradores, in totale sono circa 40 minuti, cambio metro incluso).

heritage8

L’inconfondibile palazzetto blu dell’Eritage Avenida Libertade dal Miradouro de São Pedro de Alcântara

(*) inizialmente il nostro viaggio a Lisbona avrebbe dovuto essere di 4 notti/5 giorni, con partenza da Roma il 18 mattina all’alba e rientro da Lisbona nel primo pomeriggio di lunedì 22 febbraio. Peccato che la TAP, la compagnia aerea di linea portoghese, una ventina di giorni prima della partenza per motivi tecnici-operativi abbia scelto di annullare il nostro volo di andata. Panico, ansia, anche un po’ di rabbia. Mi metto in contatto con il servizio clienti di Expedia, che mi aveva informato via mail della modifica del piano di volo – e con gentilezza, cortesia e pure tanta pazienza risolvono il problema (sono un’ansiosa inguaribile e li avrò contattati almeno 6 volte per avere conferma che tutto fosse a posto!): quello che ho acquistato per 780€ è a tutti gli effetti un “pacchetto turistico” per cui siamo totalmente garantiti. Ci fanno scegliere se e quando partire – per non perdere un’intera giornata di viaggio preferiamo anticipare la partenza alla sera del giorno prima – e non solo ci offrono gratuitamente il pernottamento del mercoledì, ma ci fanno anche l’upgrade da stanza base a stanza superior (e questo dimostra, ancora una volta in più, che un’agenzia on-line può essere efficiente ed affidabile tanto quanto un’agenzia turistica tradizionale).

heritage4

Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Claudia Landoni marzo 04, 2016

    sempre piacevole, utile e accattivante ogni tuo post!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *