5 splendidi villaggi olandesi sull’acqua

100_8998

il villaggio di Marken

In Olanda spesso il cielo si mescola con l’acqua. Del mare, dei canali, dei laghi. Un connubio indissolubile, che crea paesaggi e panorami mozzafiato, da percorrere in bicicletta, in bus o anche con le barche, navigando da canale a canale. Di tanto in tanto, si incontrano villaggi olandesi che paiono sospesi sull’acqua, piccole isole verdi connesse da ponticelli su cui a fatica trovano spazio deliziose casette, linde e pinte come solo in Olanda ho visto. La stessa Amsterdam, con i suoi caratteristici canali su cui si affacciano case alte e strette, percorsi incessantemente da battelli e barche che lo usano come agevole via di comunicazione, è un buon esempio di quanto l’acqua sia un elemento essenziale – nel bene e nel male – della nazione olandese.

schokland_23

Le tipiche case di Schockland con accanto le likhùzen

E’ facile incontrare villaggi di questo tipo, circondati da canali, senza nemmeno allontanarsi troppo da Amsterdam: durante le nostre escursioni a Marken e Volendam ma anche andando verso Zaanse Schans, ne abbiamo incontrati alcuni. D’altronde l’acqua è un elemento che in Olanda è stato “domato” dall’uomo, che grazie a dighe, polder e stazioni di pompaggio ha strappato terreno fertile e sicurezza contro le inondazioni. Non è stata una battaglia facile, il nemico era imponente ed infido ma gli olandesi sono tenaci ed hanno lottato duramente fino a trarre buoni vantaggi da quello che poteva essere uno svantaggio incolmabile.

Giethoorn32

in barca sui canali che attraversano Giethoorn

Il primo dei 5 splendidi villaggi olandesi sull’acqua  che vi presento non può che cominciare da Marken, forse uno dei villaggi più visitati da chi si trova ad Amsterdam per turismo. Facile da raggiungere con l’autobus partendo dalla stazione centrale oppure via traghetto da Volendam, Marken era un’isoletta finché non venne costruita la Houtribdijk, la diga che separa il grande lago di Marken (Markenmeer) dall’ IJsselmeer, altro enorme bacino d’acqua anche questo creato con la costruzione di una diga.

100_9002

il porticciolo di Marken

Io vi consiglio di arrivare a Marken con il battello, per ammirare da lontano il suo paesaggio unico: tante case di legno colorate, vicoletti, giardini ed orticelli, percorsi nel verde che portano sino al faro “Het Paard van Marken”, il Cavallo di Marken, il cui esterno è così particolare da essere spesso utilizzato come location per celebrare matrimoni! Non manca il porticciolo, memore di tempi in cui le barche si arrischiavano nel mare aperto per andare a gettare le reti. Sul’isola, ora connessa alla terraferma da un istmo artificiale su cui passa la strada che percorre l’autobus, non sono ammesse auto a meno di non abitarci. Marken è davvero uno splendido villaggio olandese sull’acqua, caratteristico eppure, nonostante tutto, non eccessivamente turistico!

Hindeloopen, gracht

idilliaci canali a Hindeloopen

Un altro villaggio olandese sull’acqua molto particolare è Bourtange: risale al 1580 ed è una vera città-fortezza. Visto dall’alto, ha la forma perfetta di una stella a cinque punte che richiama una fortezza militare ed è circondato da canali e da isole che rafforzano il profilo a stella, costruiti per garantire, all’epoca, isolamento e protezione al piccolo borgo. Per chi è appassionato di storia, a Bourtange vengono messe in scena rievocazioni della Guerra degli Ottant’anni contro la Spagna e si può provare l’ebrezza di dormire in quella che era una caserma pernottando presso l’hotel Bourtange.  Bourtange si trova nel nord dell’Olanda, nella provincia di Groningen, quasi al confine con la Germania.

Bourtange fortress - high_rgb_3529

La fortezza di Bourtanhe vista dall’alto, eccezionale la forma a stella

Per tutti coloro che amano le atmosfere schiettamente marinare, la destinazione da scegliere è senza dubbio Hindeloopen, una città della Frisia con un suo particolare dialetto, famosa per aver avuto un passato importante come centro di pesca e di commerci, poi tristemente abbandonata al suo destino dopo che il Zuiderzee, il mare del sud fonte di sostentamento dei pescatori (-zee in olandese è mare, meer corrisponde all’incirca al nostro lago), venne chiuso con la costruzione di una diga, analogamente a quanto accaduto a Marken.

Hindeloopen_brug_kerk-1024x683

La chiesa del borgo di Hindeloopen

Hindeloopen ha una fitta rete di canali, piccoli giardino e tipici edifici in mattoni rossi ed ha trovato una nuova dimensione alla metà del XX° secolo quando, per rispondere alla crescente domanda turistica, vennero restaurati gli edifici più importanti e le tipiche case dei capitani di vascello con le loro likhúzen, (piccole case), dependance estive in legno dove la famiglia poteva aspettare il ritorno dei marinai

schokland_10

i polder di Scokland

Sempre sul temibile Zuiderzee, il Mare del Sud, si trovava l’isola di Shockland che, nonostante fosse costantemente sotto la minaccia del mare tempestoso, ospitava una folta comunità di abitanti che pian piano si spostarono sulle zone più alte dell’isola quando il mare prese stabilmente possesso delle terre emerse fino a quando furono costretti a trasferirsi sulla terra ferma. Solo attorno al 1940 furono eseguiti imponenti lavori di bonifica e di protezione che hanno trasformato Shockland in un polder, non più isola circondata dal mare ma da prati e pascoli verdi. Per la sua particolarità, è stata inserita nel patrimonio dell’Unesco.

schokland_06

ancora una foto di Shockland

Per trovare l’ultimo dei 5 splendidi villaggi olandesi sull’acqua, andiamo nella provincia dell’Overijssel, a Giethoorn:  è una piccola cittadina (2.500 abitanti) con case dai tipici tetti di paglia, fattorie e ponti sui canali, e fa parte del Parco Nazionale Weerribben-Wieden. Per visitarla avete due possibilità: andare a piedi oppure noleggiare un “punters”, imbarcazione locale dal fondo piatto che si manovra con delle pertiche.

Giethoorn - high_rgb_7089

facile andare in barca lungo i canali di Giethoorn!

Distanze da Amsterdam:

  • Amsterdam – Marken: circa 24 km. e meno di un ora con il bus
  • Amsterdam – Schockland: circa 85 km. e 1 ora e 10minuti con l’auto
  • Amsterdam – Giethoorn: circa 120 km. e poco più di 2 ore in treno
  • Amsterdam – Hindeloopen: circa 130 km e più di 3 ore in treno
  • Amsterdam – Bourtange: oltre 240 km e circa 3 ore e mezza con il treno

Con una macchina a disposizione e dormendo una notte in un hotel lungo il percorso, si può fare il giro completo dei 5 villaggi in un paio di giorni, con tempo a sufficienza per visitarli. Da Hindeloopen si può poi tornare ad Amsterdam passando per la strada che corre lungo la diga dell’IJsselmer e, in quel caso, visitare il villaggio di Marken per ultimo.

villaggi sull'acqua

(per le informazioni e le foto ringrazio l’Ente Nazionale Olandese per Turismo, sul cui sito è possibile trovare dettagli ed ispirazioni su come organizzare un viaggio in Olanda, anche seguendo itinerari meno consueti)

Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Monica I Viaggi di Monique agosto 08, 2016

    Ma che belli questi paesini! Ho in testa da diverso tempo una vacanza in house boat lungo i canali olandesi e prima o poi spero di riuscire ad organizzare xchè è un peccato fermarsi solo ad Amsterdam quando ci sono questi deliziosi gioiellini da scoprire.
    Sarà che amo le casette sull’acqua, sarà che sogno di vivere lungo un lago, insomma questi posticini hanno un richiamo pazzesco.
    Info utilissime, questo post è in cima ai preferiti e spero di andarci un giorno.
    Buoni viaggi- Monica

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini agosto 08, 2016

      Si, mai fermarsi solo ad Amsterdam (per assurdo, meglio fare base in uno dei paeselli deliziosi e visitare Amsterdam in giornata!)

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *