Girare il Giappone con il Japan Rail Pass

Un post che spero sarà di aiuto a tutti coloro che vogliono organizzare da un viaggio in Giappone: parliamo del Japan Rail Pass (più conosciuto come JR Pass), strumento indispensabile se in Giappone non si vuole restare solo a Tokyo. Nel nostro caso, lo abbiamo utilizzato in occasione degli ultimi due viaggi ed è stato non solo molto utile ma ci ha anche permesso di risparmiare alcune centinaia di euro (ed in fondo al post, vi dimostro come!).

jr pass come funziona 4

Il sistema ferroviario giapponese

Il sistema ferroviario giapponese è eccellente, treni nuovi, orari rispettati al millisecondo, personale cortese, ambiente di viaggio piacevole ed è fornito dalla società pubblica Japan Rail e da alcune società private minori, che per lo più garantiscono la copertura di tratte minori o provinciali. Utilizzare il treno con il Japan Rail Pass significa assicurarsi un mezzo di trasporto facile da utilizzare, con corse più che frequenti e coincidenze programmate al minuto. I collegamenti ferroviari sono capillari ed estesi, sebbene i treni super veloci, gli Shinkansen, viaggiano fondamentalmente solo lungo le direttrici sud-nord, connettendo l’isola meridionale del Kyushu con quella all’estremo nord dell’Hokkaido, con alcuni ‘bracci’ che si diramano da Tokyo verso le coste del mar del Giappone: da poco più di un anno è stata aperta la linea Tokyo-Kanazawa. Da ricordare che Tokyo è la stazione da cui originano e transitano tutti i treni Shinkansen, una sorta di super stazione (e lo è davvero in termini di dimensioni!).

 Chi può acquistare il Japan Rail Pass?

E’ un titolo di viaggio riservato esclusivamente ai turisti oppure ad alcune limitate categorie di giapponesi (devono vivere stabilmente all’estero, oppure essere sposati con un coniuge straniero che vive all’estero), il soggiorno in Giappone non deve superare i 90 giorni e deve essere un ‘viaggio turistico’, quindi con esclusione di viaggi di lavoro, viaggi studio, scambi culturali, ecc. Fino a marzo 2017 sarà possibile acquistarlo solo prima di entrare in Giappone e sebbene costi parecchie centinaia di euro, alla fine resta uno degli strumenti più economici e pratici per girare in lungo e in largo il Paese del Sol Levante.

Come si acquista il Japan Rail Pass?

Il voucher per Japan Rail Pass si può acquistare in due modi:

  • tramite agenzie autorizzate in Europa
    • alcune hanno anche shop on-line, come la Japan Experience, francese, a cui mi sono appoggiata per acquistare i nostri, che sono stati recapitati tramite plico assicurato Federal Express nel giro di 48 ore
    • in Italia le agenzie sono a Torino, Milano, Firenze e Roma (link alle agenzie abilitate alla vendita dei Japan Rail Pass). Ho preferito non utilizzare le agenzie di Roma perché sarei dovuta andarci fisicamente e non era possibile l’acquisto on-line, per me molto più comodo in termini di risparmio di tempo;
  • direttamente in Giappone (questa è una novità, che verrà sperimentata a partire da marzo 2017 fino al 31 marzo 2018, ma lo pagate 33.000 yen: il costo è maggiore ma può essere comunque conveniente se non ci avete pensato prima di partire). Gli Uffici abilitati sono a: Sapporo, Sendai, Niigata, Tokyo, Aeroporto di Tokyo Narita Terminal 1, 2, 3, Aeroporto di Tokyo Haneda (terminal voli internazionali), Shinjuku, Yokohama, Nagoya, Osaka, Hiroshima, Takamatsu, Hakata, Aeroporto New-Chitose e Aeroporto del Kansai. Ho evidenziato gli aeroporti di Tokyo perché si tratta delle destinazioni più utilizzate dai viaggiatori europei.

jr pass come funziona 3

Quanto costa un Japan Rail Pass?

Dipende dalla classe di viaggio scelta, dalla durata in giorni e se si vuole un Pass completo per tutto il Giappone o limitato solo ad alcune regioni (ad esempio può essere utile questa opzione se si atterra a Fukuoka o a Sapporo e ci si vuole focalizzare solo, rispettivamente, sulla regione del Kyushu o dell’Hokkaido). Il Japan Rail Pass esiste in tre versioni: 7 giorni (29.110 yen); 14 giorni (46.390 yen); 21 giorni (59.350 yen) – prezzi riferiti alla 2^ classe. Sono previste riduzioni per i bambini: gratuiti al di sotto dei 6 anni, metà tariffa tra i 6 e gli 11 anni.

La nostra esperienza:  in entrambi i casi abbiamo acquistato un Japan Rail Pass settimanale di seconda classe esteso a tutte le linee del Giappone, al costo di 29.110 yen: calcolate che 1.000 yen al 29 gennaio 2017 equivalgono a circa 8, 12 euro, quindi un Pass ci è costato circa 236€ a testa. Tanto? No, e più avanti ve lo dimostro conti alla mano! Ah, a proposito: la seconda classe dei treni giapponesi, o classe ordinaria, non ha assolutamente nulla da invidiare alla prima classe dei treni italiani (anzi, meglio!).

jr pass come funziona 2

Si possono utilizzare tutti treni giapponesi con il Japan Rail Pass?

No. Si possono utilizzare tutti i treni gestiti dalla Japan Rail (rapidi, super-rapidi, espressi) mentre le linee a gestione privata sono escluse (e quindi, ve le pagate a parte). Inoltre, non tutti gli Shinkansen, i treni rapidi, sono inclusi nel Pass: ad esempio i treni Nozomi e Mizuho non si possono prendere. Sono invece inclusi gli Shinkansen (*) Hikari, Sakura, Kodama e Tsubami.

Con il Japan Rail Pass si possono utilizzare anche: linee di bus JR, il traghetto che porta fino a Miyajima, la linea ferroviaria di Tokyo JR Jamanote, che compie un percorso circolare attorno alla città e ferma nelle principali stazioni di scambio con la metropolitana, la Monorotaia che collega la città all’aeroporto di Tokyo Haneda e il N’EX, il treno della Japan Rail che connette l’Aeroporto di Tokyo Narita con il centro della città. Oltre al trasporto ferroviario, nel Japan Rail Pass sono incluse le prenotazioni del posti a sedere ( che costano quasi quanto un biglietto ferrviario!)

Consiglio: se avete intenzione di restare a Tokyo ed al più fare un’escursione in treno nei paraggi (Nikko, Hakone), evitate l’acquisto del Japan Rail Pass perché queste linee sono gestite da società private e non ha assolutamente senso acquistarlo solo per utilizzare la JR Jamanote di Tokyo: le corse partono da 130 yen, mentre una corsa breve in metropolitana costa 160 yen!

jr pass come funziona 5

Come si attiva e si usa il Japan Rail Pass?

  1. acquistate il Japan Rail Pass, via internet in una delle agenzie internazionali o appoggiandovi ad una delle agenzia italiane abilitate;
  2. il documento che vi verrà consegnato è un voucher (questo che vedete sopra nella foto) che dovrà essere cambiato una volta arrivati in Giappone con il Pass vero e proprio, una tesserina con i vostri dati e gli estremi di validità. Gli Uffici della JR si trovano nelle principali stazioni ed aeroporti e sul voucher sono indicati i diversi uffici;
  3. una volta in Giappone, recatevi in uno degli uffici abilitati della JR: tenete a portata di mano voucher e passaporto, perché dovrete consegnarli all’operatore di sportello insieme ad un modulo prestampato da compilare con dati personali.;
  4. vi verrà chiesto da quando volete far decorrere il Japan Rail Pass (potete scegliere di attivarlo subito oppure nei giorni successivi);
  5. potete chiedere all’operatore di prenotare il vostro primo treno, in modo da non aver problemi di sorta. In ogni caso, nel Japan Rail Pass sono incluse tutte le prenotazioni, utilissime soprattutto negli orari di punta; gli Shinkansen ad esempio hanno quasi tutte vetture con posti prenotati, le uniche due vetture con posti non prenotato sono normalmente prese d’assalto ed il rischio è di fare il viaggio in piedi;
  6. per prenotare viaggi successivi, dovrete recarvi alle biglietterie e chiedere la prenotazione (vi verrà dato un tagliandino verde con tutti i riferimenti: orario di partenza, di arrivo, nome e numero del treno, carrozza, sedile);
  7. ricordatevi di aver molta cura del vostro Japan Rail Pass, perché in caso di perdita non è consentita la duplicazione e di tenere a portata di mano il passaporto, perché vi potrebbe essere richiesto (a noi, mai successo!)

Consiglio: studiate bene l’itinerario che volete fare, in modo da ottimizzare i giorni in cui potete utilizzare il vostro pass 

La nostra esperienza: per sicurezza, noi abbiamo sempre prenotato il giorno prima la partenza, ad esempio all’arrivo a Fukuoka prima ancora di andare in hotel abbiamo prenotato il treno che ci avrebbe portato a Nagasaki il giorno successivo. Nel caso vogliate cambiare una prenotazione già fatta, nessun problema, è sufficiente restituire il tagliando della prenotazione da modificare.

jr pass come funziona 1

Quanto conviene acquistare un Japan Rail Pass?

Tanto se lo usate tanto! Solo ripensando a tutte le volte che abbiamo preso il treno in quest’ultimo viaggio, il Pass ci ha permesso di risparmiare parecchio (e per verificare i costi delle singole tratte, nonché trovare gli orari ferroviari e dei trasporti giapponesi in genere il portare da consultare è Hyperdia). Nello specifico, noi abbiamo preso il treno sulle seguenti tratte (sempre con prenotazione) e il costo indicato a fianco è riferito ad una persona che non abbia il Pass:

  • Tokyo – Beppu: 24.610 yen
  • Beppu – Fukuoka-Hakata: 5.560 yen
  • Fukuoka-Hakata – Arita: 3.260 yen
  • Arita – Fukuoka-Hakata: 3.260 yen
  • Fukuoka-Hakata – Nagasaki: 4.700 yen
  • Nagasaki – Fukuoka-Hakata: 4.700 yen
  • Fukuoka-Hakata– Tokyo: 22.230 yen
  • Tokyo – Tokyo Haneda: 480 yen

Inoltre, abbiamo utilizzato il Pass per circa 10 corse sulla JR Jamanote di Tokyo (oltre 1300 yen). Insomma, se non avessimo avuto il Japan Rail Pass (pagato, vi ricordo, circa 236€), avremmo speso, a testa, la cifra di 68.800 yen, ovvero 558 Euro. Con il Pass abbiamo risparmiato ben 322 euro. Che ne dite, conviene? :)

Ovviamente si può anche scegliere di viaggiare in treno nelle poche carrozze disponibili senza prenotazione, risparmiando  non poco ma è estremamente spiacevole rischiare dover fare un viaggio lungo in piedi se è orario di punta o sono giornate particolari, come è successo a noi durante le feste di inizio anno in cui nel viaggio Fukuoka-Kokura. A voi la scelta :)

Note:

(*) tutti i treni in Giappone hanno un nome, i Nozomi e Mizuho percorrono le stesse tratte di altri shinkansen inclusi nel pass con la differenza che fanno meno fermate e quindi il viaggio è più breve

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *