La Maker Faire di Roma promette un week end super innovativo

All’inizio era un evento solo per addetti ai lavori o per smanettoni, di quelli che sanno esattamente cosa bisogna fare per programmare un computer, costruire un robot, creare connessioni digitali. Poi, anno dopo anno, la Maker Faire di Roma – anzi, quest’anno è la Maker Faire Rome – European Edition –  si è trasformata in un vero e proprio spettacolo su tutto ciò che ruota attorno all’innovazione digitale e tecnologica ed ha la missione speciale di avvicinare i più piccoli alla tecnologia ed al  movimento dei ‘Makers’, rendendo fruibili concetti come intelligenza artificiale, robotica, artigianato digitale attraverso il gioco e il divertimento.
L’appuntamento per il 2018 è da venerdì 12 ottobre a domenica 14 ottobre, presso la Nuova Fiera di Roma, dove i Makers occuperanno pacificamente ben sette padiglioni dedicati a elettronica, economia circolare, life-design, case domotiche, conferenze e dibattiti, giovani Makers, droni, educazione e bambini, aerospazio, ricerca, robotica, realtà virtuale, start-up, energia e mobilità: difficile non trovare un argomento a cui appassionarsi, difficile non farsi prendere dalla smania di guardare ogni cosa ma ancor più di provare, testare, domandare!
Perché il concept che è alla base della Maker Faire di Roma è molto più di una serie di convegni ed incontri (sì, ci sono anche quelli, indispensabili per approfondire), è innovazione che parte da idee astratte per ottenere prodotti innovativi estremamente concreti,  in cui il ‘saper fare’ va di pari passo con il ‘saper fare insieme’. Se ci pensiamo, difficilmente c’è innovazione se manca una rete di contatti con cui confrontarsi e mettere in comune scoperte!
La Maker Faire di Roma rilancia e valorizza il valore della comunità internazionale dei Makers, nati nel 2006 negli Stati Uniti nella zona della Bay Area di San Francisco come un progetto della rivista Make magazine ed oggi presenti in oltre 100 Paesi: l’innovazione va di pari passo con la condivisione e così come i Makers internazionali si scambiano informazioni tra loro via web o in luoghi fisici (i Fab Lab, forse ne avete sentito parlare), l’evento romano è diventata il luogo in cui adulti e bambini trovano risposta a domande e curiosità sulla scienza.

Sì, la Maker Faire di Roma è un evento adatto a tutta la famiglia, un modo diverso per trascorrere alcune ore del fine settimana immersi tra le novità tecnologiche, con la possibilità di diventare ‘aspiranti makers‘ e sperimentare, interagire, informarsi e giocare con la tecnologia seguendo percorsi esperenziali ed immaginando concretamente il mondo di domani attraverso progetti innovativi che trasformeranno nel breve periodo le nostre vite. In un unico appuntamento troviamo scienza, tecnologia, innovazione,  divertimento e business, un qualcosa di assolutamente unico nel panorama italiano ed internazionale.
La Maker Faire di Roma contribuisce a mettere in luce centinaia di progetti ed è la più grande Maker Faire al di fuori degli Stati Uniti tant’è che nel 2017 hanno visitato la fiera oltre 100.000  persone, un numero davvero enorme se pensiamo che Roma è soprattutto una città di terziario e il suo polo industriale non è certo tra i più grandi e ciò fa ben sperare sulla propensione all’innovazione tecnologica e digitale del nostro Paese. I protagonisti dell’evento sono studenti e ricercatori, start-up tecnologiche, imprese innovative, operatori di settore ed ovviamente le famiglie ed i giovani appassionati.
Se volete saperne di più su droni, intelligenza artificiale, tecnologia applicata non vi resta che programmare una visita alla Maker Faire di Roma e per arrivare già con le idee chiare su quale padiglione visitare, vi consiglio di leggere sul sito della Maker Faire di Roma il programma della Fiera, chi sono gli espositori, i laboratori programmati.

Informazioni utili:

  • La Maker Faire di Roma  – the European Edition, è organizzata da Innova Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma e l’intero evento occupa uno spazio di oltre 50.000 metri quadri.
  • Per arrivare alla Nuova Fiera di Roma conviene prendere il treno regionale diretto all’aeroporto di Fiumicino e scendere alla fermata della Fiera oppure in auto, prendendo dal Grande Raccordo Anulare la bretella Roma-Fiumicino (uscita Fiera di Roma, seguire le indicazioni per l’ingresso Est o per l’ingresso Nord).
  • I bambini ed i ragazzi (4-15 anni) hanno a disposizione uno spazio dedicato dove frequentare laboratori di elettronica, robotica, programmazione e creatività digitale (in alcuni casi devono essere prenotati, maggiori informazioni sul sito della Fiera).
  • Il biglietto per entrare alla Maker Faire Rome – European Edition si può acquistare anche on line sempre sul sito ufficiale dell’evento: un biglietto giornaliero costa 12€, per i tre giorni di fiera 23€. Sono previste riduzioni (anche per famiglie), un biglietto ‘abbonamento’ per i tre giorni ed alcune gratuità.
 Senza titolo
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *