Una gioiosa festa di Pasqua

E’ arrivata! Nemmeno il tempo di mettere a posto l’albero di Natale che già la festa di Pasqua ci trascina in una sarabanda di uova di cioccolato, colombe, torte pasqualine, pulcinotti gialli e soprattutto ci mette addosso tanta voglia di uscire all’aperto, per respirare l’aria nuova della Primavera.

Le liturgie e gli usi legati alla tradizione che segnano questi giorni di resurrezione e rinnovamento – qualcuno l’ho citato nel post 10 motivi per non restare a casa a Pasqua – sono tanti quanti sono i paesi d’Italia (e, aggiungo, dei paesi di religione cristiana) ma tra tutti mi piace ricordare un gesto bene augurante legato alla religione greca ortodossa, che ha come protagoniste le uova sode ancora coperte dal loro guscio, colorato in rosso: coloro che partecipano alla liturgia di resurrezione (o gli invitati al pranzo  della festa di Pasqua) si pongono uno di fronte all’altro, ciascuno con il proprio ovetto lesso in mano, e li battono lievemente l’uno contro l’altro affermando che “Hristos anesti!“, Cristo è risorto. Un bel modo semplice, quasi ingenuo, ma colmo di significato per scambiare gli auguri e celebrare la festa di Pasqua, non credete?

Pasqua è la festa cristiana per eccellenza e se non si ha il dono della fede è difficile dare una spiegazione logica a questo giorno, in cui una divinità, fattasi uomo, sconfigge la morte. Se per coloro che credono Pasqua è celebrazione della resurrezione, per tutti gli altri diventa comunque un periodo di pausa per predisporsi mentalmente ai mutamenti apportati dalla bella stagione. Ed, allora, evviva Pasqua!

pasqua auguri modificati

décor per la festa di Pasqua

Su come (e dove) noi trascorreremo la Pasqua e la Pasquetta incombe, come al solito, l’incognita del meteo:  una Pasqua che cade a fine marzo potrebbe riservare giornate non così assolate e calde e ricordo ancora quando, qualche anno fa, trascorremmo una pasquetta sul Monte Amiata, in Toscana, davanti al camino acceso a mangiar polenta e salsicce  mentre fuori imperversava una tempesta di neve!

Ma non perdo la speranza  – e mai, come in questi giorni difficili, la speranza delle piccole, grandi cose è un bene prezioso da tenere stretto stretto tra le mani perché non sfugga – e mi preparo ad allestire la tavola della festa di Pasqua con le tovaglie più allegre che ho, a comporre bouquet di fiori primaverili, a donare uova di cioccolata e far entrare il sole – anche solo quello metaforico – nelle nostre vite.

Virtualmente battiamo le nostre uova rosse con le vostre e vi auguriamo Buona Pasqua, buona Pasqua a tutti voi.

Claudia e Francesco

Claudia Boccini

2 Commenti

  1. Avatar
    Fra' marzo 26, 2016

    Grazie!!!
    La Vita ha vinto la morte!
    E anche se, purtroppo, la data della Pasqua cattolica coincide solo ogni 4 anni con quella ortodossa, è molto bello questo augurio di unità, PER TUTTI che ci avete dato.
    Serena Pasqua a voi Claudia e Franz

    Reply
    • Avatar
      Claudia Boccini marzo 26, 2016

      Grazie mille, Francesca, e auguri cari a te ed alla tua bella famiglia!
      Claudia

      Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *