Vacanze sulla neve a Leukerbad con terme

Buongiorno e… pronti per tornare nel Vallese, il cantone svizzero entro cui scorre il Rodano, dove le vacanze invernali sono ad alto tasso di neve e di infinito, piacevole relax? Per la precisione, oggi andiamo a visitare virtualmente il piccolo borgo alpino di Leukerbad (in francese Loèche-les-Bains) che non solo è una destinazione turistica invernale di tutto rispetto, con chilometri di piste ed un efficiente sistema di impianti di risalita ma è – udite, udite! – la più grande destinazione termale delle Alpi! A me al solo pensiero già brillano gli occhi: immaginate che bello poter passare una giornata sui campi da sci (anche solo a prendere il sole, sia ben chiaro!) e poi al pomeriggio ritemprarsi nelle calde acque delle terme di Leukerbad! Quindi, le vacanze sulla neve a Leukerbad sono super? Sì, certo!

Gemmi_in_inverno

Di Davide Rüetschi – Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=1657992

Gli impianti, la neve e lo sci:

A Leukerbad vige un motto che ben chiarisce le possibilità di svago e di vacanza offerte: “A ognuno il suo!“, ovvero un comprensorio capace di offrire proposte mirate capaci di soddisfare sia un pubblico familiare che sportivo. Ecco perché le vacanze sulla neve a Leukerbad rendono tutti contenti: di piste da sci (discesa e fondo) ce ne sono in abbondanza nel comprensorio sciistico del Torrent, nei pressi del villaggio e anche sull’altopiano della Gemmi, dove si arriva con la funivia. In totale 50 chilometri di piste da sci, oltre 30 km. di anelli battuti per il fondo, percorsi battuti e segnalati per passeggiate ed escursioni (7o km), itinerari da percorrere con le ciaspole (18 km.) oltre a piste per slittini. Ed ovviamente, anche i più spericolati snowboarder e gli sci-alpinisti trovano pane per i loro denti e volendo potranno anche provare, sull’altopiano della Gemmi, l’emozione dello snowkite!

Le piste per lo sci da discesa sono posizionate ad un’altitudine che varia tra i 1.540 metri ed i 2610, sono mediamente difficili (5 classificate nere, 10 rosse, 2 azzurre oltre a 4 dedicate al freeride) servite da impianti di risalita e da baite in quota con ristoranti dove sostare per spuntini e prendere il sole. Agli impianti del Torrent (aperti dal 16 dicembre 2017 fino all’8 aprile 2018) si arriva con un servizio di autobus urbani che durante la stagione invernale transita ogni 20 minuti circa. La funivia della Gemmi (stagione di apertura invernale dal 22 dicembre 2017 al 22 aprile 2018) invece, parte nelle immediate vicinanze del centro di Leukerbald. Per avere idea delle piste da sci e degli impianti invernali, vi consiglio di consultare la mappa delle piste da sci di Leukerbad.

Per chi dopo un’intera giornata sulle piste non è ancora stanco o nell’eventualità il meteo non consigli uscite sulla neve, chi sceglie di trascorrere le vacanze sulla neve a Leukerbad ha la soluzione sotto mano: le attività proposte dal complesso dell’Arena sportiva consentono di praticare, al coperto, pattinaggio sul ghiaccio su una pista di 60 metri per 30 oppure di allenarsi in palestra, fare scuola di alpinismo sulla parete attrezzata, giocare a calcio, a tennis ed a squash.

Impianti_sciistici_del_Torrent

Di Davide Rüetschi – Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=1496358

Il relax termale

Volete mettere scendere dagli sci e immergervi, pochi minuti dopo, in una delle tante vasche termali per rilassare i muscoli e recuperare energie in quello che è a tutti gli effetti un superbo àpres-ski? Oltre alla possibilità di fare vacanze sulla neve , ciò che rende davvero unica Leukerbald sono le sue 65 sorgenti termali, già conosciute dagli antichi romani che ne apprezzavano le virtù benefiche (nel territorio di Leukerbad sono stati rinvenuti reperti del periodo elvetico-romano quali tombe, fibule, oggetti in ceramica) e che nei tempi più o meno recenti sono state apprezzate da numerosi ospiti famosi che ne hanno apprezzato le virtù tra cui Goethe, Mark Twain, Thomas Cook, Lenin, Picasso, Paul Valery, Herbert von Karajan.

Molti sono gli hotel con terme private ed ogni giorno sgorga dalle sorgenti una portata d’acqua impressionante, ben 3,9 milioni litri d’acqua termale a temperatura variabile (in alcune sorgenti si arrivano a toccare i 51° gradi centigradi) che va ad alimentare le diverse strutture termali, pubbliche o private, di Leukerbald. La sorgente più grande, dedicata a San Lorenzo, sgorga proprio presso la piazza principale con una portata di 900 litri al minuto. La tipologia di acque che sgorgano a Leukerbad rientra nella classe delle acque solfato-calciche, con percentuali di sodio, stronzio, ferro e fluoruro e tra le proprietà riconosciute vi è la capacità di essere diuretiche e di beneficio a chi soffre di dolori reumatici e articolari e utili nella terapia riabilitativa in caso di traumi.

Tra gli impianti termali aperti al pubblico le terme più grandi sono le Leukerbad Therme che mettono a disposizione 10 vasche termali con temperature variabili tra i 28°C ed i 43°C (ingresso per 3 ore 25 franchi svizzeri – CHF, giornata intera 30 CHF) e dove si può scegliere di fare la prima colazione o l’aperitivo con lo champagne immersi nelle vasche, con il cibo e le bevande posti su vassoi che galleggiano oppure – si svolge una volta al mese, in coincidenza con la luna nuova – partecipare al Aqua Mystica, con giochi di luce e il sottofondo di musica lounge.

Le Walliser Alpentherme & Spa sono invece proprio nella piazza principale del paese ed hanno una piscina interna ed una esterna, con giochi d’acqua, le cui acque hanno una temperatura estremamente gradevole che oscilla tra i 37 ed i 40 gradi. All’interno delle Walliser è stato anche realizzato un ‘villaggio delle saune’, con tante casette in legno che ospitano, ciascuna, una tipologia di sauna o servizio: nel fienile si fa il bagno di erbe, nello chalet c’è la sauna calda a 90°, in un altro edificio il bagno turco e nella ricostruzione di un mulino ad acqua c’è la sauna secca, a 40°, dalla fontana sgorga acqua termale mentre nella stube si possono acquistare tisane e bevande. In questo stabilimento termale si può partecipare ad un rituale termale in stile romano (area per nudisti), che si sviluppa in due ore seguendo un percorso che include saune, bagni di vapore e immersioni in acqua a diverse temperature e si conclude, dopo un energico massaggio con spazzole e sapone, con un momento di relax. Una particolarità di Leukerbad è che nel suo comprensorio è stata aperta una clinica moderna, con 90 posti letto, specializzata nella riabilitazione muscolo-scheletrica, nella medicina sportiva e preventiva, che utilizza le sorgenti termali.

Loeche-les-bains_mg_1519

By Rama – Own work, CC BY-SA 2.0 fr, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1738058

Informazioni su Leukerbad
  • Cosa apprezzare di Leukerbad; è un villaggio tranquillo (1630 abitanti) dove è difficile annoiarsi ed è la destinazione perfetta per le famiglie con bambini – che trovano hotel dedicati, ristoranti a misura di bimbo e programmi di animazione; per le coppie in cerca di relax e romanticismo; per gli ospiti di ogni età che possono scegliere tra un’offerta alberghiera che conta 28 tra pensioni ed hotel, numerosi affittacamere e B&B e ben 50 tra ristoranti, bar, baite con cucina. L’offerta termale è tra le più ampie e l’aria fresca e frizzante come si addice ad un borgo di montagna. I servizi presenti a Leukerbad comprendono negozi, supermercati, farmacia, libreria,,
  • Vacanze sulla neve a Leukerbad per famiglie con bambini: gli hotel per famiglie di Leukerbad mettono sempre a disposizione dei piccoli ospiti una sala per giocare; microonde, scalda biberon ed un bollitore per preparare la pappa dei più piccoli e nelle camere sono installate le prese elettriche di sicurezza. La stessa attenzione anche nei ristoranti per famiglie, dove a disposizione ci sono seggioloni e fasciatoi e menù specifici per bimbi. I bimbi fino ad 8 anni non pagano sugli impianti sciistici del Torrent e su quelli della Gemmi. Ugualmente gratuito l’accesso alle terme (Leukerbad Terme e Walliser Alpentherme & Spa) ed allo Sportarena.
  • Trasporti pubblici: ci si sposta agevolmente grazie ai bus pubblici che garantiscono collegamenti con la stazione ferroviaria di Leuk ed anzi, volendo, è proprio possibile rinunciare alla macchina per arrivare a Leukerbad: da Milano via treno sono necessarie 4 ore e 40 (treno Milano-Domodossola; treno Domodossola -Brig; treno Brig-Leuk e bus fino a Leukerbad).
  • Sconti e offerte: per venire incontro agli ospiti in vacanza a Leukerbad, è stata realizzata un Pass Montagna e Terme che mette insieme il trasporto, gli impianti a fune e le terme. Nello specifico, al costo di 66 CFH per un giorno e 291 CFH per 6 giorni, la comprende l’uso degli impianti del Torrent e del Gemmi, l’accesso ai bagni termali (Leukerbad Therme e Walliser Alpentherme & Spa). Ancora: per chi acquista un soggiorno in hotel o in appartamento nel periodo dal 10 marzo all’8 aprile, lo skipass per gli impianti del Torrent e il Pass montagna e Terme sono scontati.
  • Dintorni: vicino a Leukerbad si trovano piccole frazioni e paesi microscopici con le tradizionali architetture di montagna e tra questi Albinen, di cui si è parlato sui giornali per la curiosa decisione di destinare del denaro a chi sceglie di abitarvi, per evitarne il completo spopolamento e mantenere in funzione la scuola elementare.
  • Su Booking trovate numerose proposte di appartamenti, residence e hotel a Leukerbad e dintorni.
  • Per approfondire l’offerta invernale di Leukerbad: link al sito ufficiale di Leukerbad Turismo.

(grazie all’Ente del turismo Leukerbad per le informazioni)

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *