Tempus fugit – da un proverbio nasce una riflessione

E’ già venerdì, il giorno in cui in genere tiro le fila degli impegni e delle attività della settimana che sta per finire. Questa settimana è stata davvero intensa: tra casa, lavoro, post da scrivere, social da seguire, amiche da incontrare, un paio di visite mediche perché ogni tanto ci sono anche quelle!, un super evento che mi ha portato all’Ambasciata di Francia per la presentazione del grande appuntamento gastronomico Bordeaux S.O Good che ci sarà nella città francese dal 16 al 18 novembre 2018 e per ammirare la bellissima Galleria Farnese con gli affreschi opera del Carracci – foto sul mio profilo Instagram @claudiaboccini), non ultimo l’intervento in diretta a Radio Godot per parlare del viaggio in Carinzia, il tempo mi è davvero volato! In realtà ho notato che più passano gli anni e le candeline della torta aumentano (fin troppo velocemente) più il tempo sembra non bastarmi mai. Le ventiquattro ore sono un’inezia rispetto a tutto ciò che vorrei poter fare: la mia è ormai quasi una ricerca bulimica di minuti liberi dal lavoro per portare a termine progetti, per viaggiare, per leggere, per cucinare o più banalmente per fare una telefonata per mantenere saldi rapporti cari. I latini dicevano tempus fugit e devo dire che fin quando non ho girato la boa degli -anta pensavo che fosse solo un modo di dire. E invece no, il tempo fugge davvero, veloce come un baleno e imprendibile come il vento. E’ solo una mia opinione? Oppure anche voi, donne impegnate su mille fronti, avete la stessa sensazione di non riuscire più a far tutto ciò che vorreste? E’ una dannazione del nostro tempo rapido, oppure siamo noi incapaci di organizzarci? Eppure la mia agenda è piena ma non pienissima, quindi ci deve essere per forza qualche dettaglio che mi sfugge, qualche ‘ladro di tempo’ che di nascosto sottrae minuti preziosi!

Withings Activité Steel Orologio Connesso con Monitoraggio Automatico delle Attività

Tempus fugit, ma se il tempo è una convenzione astratta, che ci consente di dare un ritmo alle giornate e ad evitare il caos, perché deve diventare anche il nostro padrone e tiranno? Me lo chiedo in continuazione, mentre controllo compulsivamente l’orologio, la sveglia, il dispay del cellulare senza che lo scorrere dei minuti prenda mai un respiro di pausa!

La nostra è l’era del tempo assottigliato, moltiplicato, trasformato in divinità assoluta a cui inchinarsi, raramente è nostro alleato, lo scorrere del tempo è un processo immateriale che ci costringe però a confrontarci con i limiti – molto reali – del nostro essere umani. Con il tempo ci giochiamo, lo valorizziamo, lo sciupiamo oppure lo utilizziamo a nostra discolpa quando non riusciamo a portare a termine un progetto – non ho avuto tempo, è mancato il tempo. Di tempo non ce n’è uno solo: per chi viaggia il tempo è una variabile da tenere in grande considerazione, da lui dipendono orari, fusi, partenze e coincidenze; una torta ha i suoi tempi di cottura, il grano si semina e si miete al tempo giusto, l’agenda del manager scandisce il tempo di riunioni ed incontri, un bimbo nasce quando è il tempo! Tempus fugit, ma senza il tempo, noi, chi saremmo?

Tempus fugit, il tempo è come un aquilone lanciato nel ventoe quindi non bisogna mai dimenticare di cogliere l’attimo. E poiché – ahimè per noi – il tempo non è infinito, non bisogna mai cadere nella tentazione di sciuparlo, non diamoci il permesso di rimandare a domani quel che si potrebbe fare oggi perché è vero, quel che passa è perduto: non importa l’età che si ha, non importano (o, almeno, non dovrebbero essere invadenti fino all’estremo) gli impegni obbligati, quel che conta è utilizzare bene il tempo che si ha a disposizione utilizzando ogni minuto, ogni secondo libero per dare spazio ai propri interessi, per rendere reale un sogno, per sentirsi bene con se stessi e con i propri cari.

Cattura

 

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *