I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio

Dopo il post sulle 10 cose da non fare mai in aeroporto, continuiamo il nostro viaggio in tutto ciò che è bene evitare quando si viaggia o si prenota un viaggio.  Nello specifico voglio aiutarvi a districare tra alcune delle situazioni che rischiano di compromettere la buona riuscita di un viaggio: spesso sono dettagli che tendiamo – io per prima – a non considerare perché ci sembrano banali ma che sommati sono in grado di trasformare una bella esperienza in un vero e proprio viaggio da incubo! Ed ecco allora i 10 errori da non fare quando si viaggia o si prenota un viaggio:

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 1 – sbagliare destinazione

No, non sono impazzita, so bene che se decidete di andare in vacanza in un determinato luogo non è che lo scegliete a caso o salite sul volo sbagliato – con l’aereo è pressoché impossibile, perché per fortuna controllano il biglietto più volte prima di farvi imbarcare mentre con il treno, ahimé, può succedere – quel che voglio sottolineare è che non tutte le destinazioni sono indicate in un determinato momento dell’anno: meglio evitare di andare ai Tropici tra agosto ed ottobre quando vanno soggetti a tempeste e uragani, se nei Paesi nordici cercate l’aurora boreale nei meglio scegliere  i mesi tra novembre e fine marzo e se temete il freddo evitate di visitare San Pietroburgo tra la fine dicembre ed i primi di marzo, quando il gelo si impossessa della città gelando i canali. Prima di prenotare, sempre meglio verificare quali sono i mesi migliori per visitare la destinazione di interesse, l’abbigliamento consigliato, gli eventuali luoghi chiusi per riposo.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 2 – sbagliare compagni di viaggio

Un viaggio è un’esperienza totalizzante, entusiasmante ma capace di tirar fuori la parte peggiore di noi. Per cui, prima di imbarcarvi in un viaggio di gruppo, ricordatevi sempre che tra tante persone piacevoli ci potranno essere ritardatari, persone noiose, bastian contrari e lamentosi di mestiere. Fatevene una ragione oppure, la prossima volta, selezionate attentamente i vostri compagni di viaggio. Ma ricordate che perfino un viaggio insieme ad amici di lunga data può rivelare aspetti nascosti del carattere e delle abitudini.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 3 – sbagliare mezzo di trasporto

Adeguate il mezzo di trasporto all’itinerario ed allo stile del viaggio: se è vostra intenzione raggiungere velocemente la destinazione per focalizzarvi sulla sua visita, non c’è nulla di meglio che prendere un aereo. Se invece avete voglia di un viaggio itinerante che vi permetta di fermarvi lungo il percorso a vostro piacimento, l’automobile è il mezzo di trasporto più indicato (eventualmente da noleggiare sul posto) mentre il treno vi assicura tempi relativamente veloci e la possibilità di osservare lo scorrere di panorami e paesaggi. Valutate anche i costi rapportandoli alle distanze e al tempo necessario per raggiungere la vostra meta: pressoché inutile – a mio parere – risparmiare poche decine di euro se ciò significa fare numerosi scali, sopportare soste prolungare o seguire rotte/itinerari arzigogolati.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 4 – non scegliere la vacanza adatta al nostro stile di vita

Non tutti i viaggi sono per tutti, facciamocene una ragione. Io ad esempio so per certo che un viaggio avventuroso non fa più per me, magari poteva andare bene dieci anni fa ma oggi no, ho bisogno di comfort e di certezze. Per cui, prima di ritrovarvi invischiati in un’avventura che non è la vostra, prendete carta e penna e mettete su carta le aspettative, i desideri, le idiosincrasie vostre e dei vostri compagni di viaggio in modo da sapere esattamente su quale genere di viaggio puntare. E se vi avvalete del supporto di un agente di viaggio per le prenotazioni e la costruzione dell’itinerario, saper definire cosa cercate (e cosa non cercate) in un viaggio gli renderà più semplice selezionare le offerte e proposte più adatte a voi.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio : 5 – non stipulate una assicurazione di viaggio (soprattutto per i Paesi Extraeuropei)

Oramai lo sanno anche i muri: ci sono Paesi del mondo in cui per avere una buona assistenza sanitaria bisogna rivolgersi a strutture private ed altri Paesi in cui la sanità è di alto livello ma è solo a pagamento (e spesso carissima, come negli Stati Uniti e in Giappone). Quindi nel budget del viaggio calcolate sempre la spesa per una buona polizza, con una ampia copertura, che includa le spese mediche, i costi di rimpatrio, la perdita bagaglio. Chiedete sempre se ci sono offerte per viaggi di coppia, polizze annuali o multi-viaggi, in genere si risparmia qualcosa.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 6 – non leggere una guida di viaggio prima di partire

Un luogo va visitato sapendo cosa si va a vedere, altrimenti è quasi inutile partire. Onestamente non riesco a capire chi visita un luogo senza conoscerne – almeno a grandi linee – la sua storia e la sua situazione politica e sociale, i luoghi di interesse, le abitudini gastronomiche  e senza nemmeno aver aperto un atlante (o, meglio, Google Maps) per dare un’occhiata a ciò che si andrà a visitare.  Se non volete acquistare guide di viaggio, se ne trovano alcune basiche gratuite in rete, come quelle di Arrival Guides, che potete scaricare in formato PDF, oppure una delle tante App da scaricare sul telefono. Spesso, sono più che sufficienti per avere un’idea generale.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 7 – non avere l’abbigliamento ed il bagaglio adatto

Inutile usare uno zaino se è un viaggio stanziale in hotel, sbagliato portare un trolley (molto meglio lo zaino!); se in programma c’è un viaggio avventura o che prevede trekking lo zaino è invece d’obbligo. Sempre meglio calibrare al ribasso le dimensioni del bagaglio per evitare di riempirlo oltre il necessario (una valigia vuota scatena in molti una sorta di horror vacui, da compensare rapidamente riempiendola di tutto e di più). Ricordatevi che alcune compagnie low cost hanno politiche estremamente restrittive sui bagagli e quindi è importante giocare d’astuzia e di organizzazione, utilizzando valigie e borse a mano con dimensioni corrette. E, se necessario, trasformando borsette in mini bagagli a mano. Altro errore: sopravvalutare – o sottovalutare – l’abbigliamento adatto: informatevi pochi giorni prima di partire per controllare meteo e temperature, e preparate la valigia di conseguenza.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 8 – sbagliare o non verificare il biglietto

E’ uno dei classici errori di chi viaggia: il biglietto riporta dati errati (un nome con una consonante in più o in meno, una data di nascita sbagliata, una destinazione al posto di un’altra (*)  e al momento di partire succedono i pasticci: verificate sempre prima di premere invio sulle prenotazioni web che i dati sui biglietti corrispondano a quelli sui documenti – se prendete l’aereo, rischiate proprio di non partire! – e che ogni dato sia corretto. E leggete due volte il biglietto anche se lo ritirate in agenzia!

(*) anche i travel blogger sbagliano: per un viaggio ad Amsterdam anziché prenotare un volo Roma/Amsterdam con ritorno Amsterdam/Roma, ho fatto esattamente il contrario – non chiedetemi come! – e quindi ora ho un paio di biglietti inutilizzabili e non rimborsabili con la conseguenteperdita di qualche centinaio di euro!

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 9 – non fare più preventivi

Questo vale sia per chi i viaggi se li organizza da solo che per chi si avvale dei servizi di un’Agenzia di viaggio. Non limitatevi a controllare un solo sito o a chiedere ad una sola agenzia, cercate di avere ben chiaro cosa volete – semmai preparate una griglia di punti essenziali – ed il vostro budget minimo/massimo e quindi provate a verificare se esistono mezzi di trasporto alternativi, itinerari modificabili, hotel che a parità di costo offrono di più. Soprattutto per gli hotel, prima di prenotare on-line fate una telefonata direttamente alla struttura: gli hotel per stare sui portali di intermediazione pagano fino al 15% della tariffa e qualche volta concedono piccoli sconti a chi prenota direttamente.

I 10 errori da non fare quando si organizza un viaggio: 10 – non controllare i visti e i documenti, non iscriversi al portale del Ministero degli affari esteri.

Lo sapete che molti Paesi extraeuropei negano l’accesso ai turisti con passaporti che scadono entro 6 mesi? E che – almeno a Roma – per rinnovare la carta d’identità sono necessari anche mesi? Vi dico questo perché uno degli errori classici di chi viaggia e rendersi conto, all’ultimo minuto, che il proprio documento di identità è scaduto o in scadenza. Il mio consiglio? Riservate una pagina del calendario alle scadenze importanti e tra queste inserite anche i documenti di identità. Altro errore, non valutare per tempo che per molti Paesi è necessario un visto di ingresso: per gli Usa e il Canada si possono fare direttamente on-line pagando con la carta di credito (il visto Usa è l’Esta e dura due anni, quello canadese è l’Eta e dura fino a cinque anni). Infine, ultimo ma non meno importante, errore comune è non segnalare al Ministero degli Affari esteri – tramite il portale Dove siamo nel Mondo – la nostra destinazione di viaggio soprattutto se la meta è tra quelle destinazioni indicate come a rischio (ma in realtà bisognerebbe sempre iscriversi, anche se si va in Europa o, almeno, lasciarlo detto a qualcuno).

 COSA NON FARE MAIIN AEROPORTO

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *