Mostre ed eventi culturali in programma a Roma nella primavera 2019

Cosa propone per la primavera 2019 la scena culturale romana? Quali sono le mostre e gli eventi culturali in programma nella primavera 2019? Come sempre, la piazza romana è particolarmente ricca di proposte grazie al numero elevato di istituzioni museali – statali e comunali – che ci sono in città e per il fermento creato dalle numerose gallerie d’arte e da imprenditori dello spettacolo. Come sempre in questi casi, il post che state leggendo è frutto di una mia selezione basata sui miei gusti – e quindi non sarà assolutamente esaustivo dell’insieme degli eventi culturali programmati.

  • Il primo degli eventi culturali in programma a Roma che vi segnalo è dedicato alla fotografia: il mese di marzo è il mese della fotografia e con l’evento MFR19 (Mese della Fotografia a Roma) dal 1° al 31 marzo 2019 – attraverso un insieme di appuntamenti (quasi tutti gratuiti) aperti a tutti gli appassionati, i professionisti ed anche ai curiosi – prenderà vita un evento diffuso con oltre 250 iniziative ospitate in 140 diversi luoghi della città: ci saranno laboratori e workshop, passeggiate fotografiche, caffè fotografici e ovviamente mostre. Da segnalare, tra i tanti appuntamenti in programma, la mostra del critico e fotografo Andrea Attardi “Classico Contemporaneo” (presso il Museo dell’Arte Classica presso l’Università La Sapienza di Roma, tutto il mese di marzo) e quella di Damiano Rosa, “Ichi-go ichi-e, una volta un incontro”, in cui entra nella squisita unicità ed irripetibilità che sono alla base della cerimonia del tè giapponese (Museo delle Civiltà , fino al 31 marzo 2019). Sul sito di MFR19 trovate il calendario con il dettaglio degli eventi.

WP Photo 2019

  • Sempre legata alla fotografia è la mostra World Press Photo 2019, che resterà aperta al Palazzo delle Esposizioni dal 25 aprile al 26 maggio 2019 e che presenta i migliori scatti che hanno partecipato al Premio World Press Photo, riconoscimento nato nel 1995 e giunto quest’anno all’edizione n. 62 e a cui quest’anno si affianca il Premio per il Digital Storytelling. Premi estremamente ambiti dai fotografi professionisti, dai foto-giornalisti e narratori digitali, tant’è che alla selezione hanno preso parte 4.783 fotografi provenienti da 129 paesi diversi; la selezione è stata effettuata su ben 78.801 immagini ed alla fine hanno superato la valutazione della giuria indipendente solo in 43. I vincitori dei premi verranno annunciati l’11 aprile 2019 ad Amsterdam.
  • Sempre al Palazzo delle Esposizioni, fino al 22 aprile 2019 sarà esposta la video installazione “Manifesto” di Julian Rosefeldt, che tramite 13 grandi schermi su cui scorrono 13 cortometraggi di cui 12 con la presenza dell’attrice Cate Blanchet, in cui  narra ambienti sociali attuali, spesso problematici, creando una sorta di proclama ricolto alla collettività.

balla gnam

  • Marzo è il mese della primavera e, per estensione della festa dell’8 marzo, è anche il mese delle donne. Una mostra tematica super interessante che promuove la riflessione sulla figura femminile nelle correnti artistiche dell’Ottocento e del Novecento è in corso presso la GNAM – Galleria di Arte Moderna e proseguirà fino al 13 ottobre 2019 (c’è quindi tutto il tempo per visitarla). Con la mostra “Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione” viene documentato attraverso oltre 100 opere – dipinti, sculture, installazioni e fotografie – l’universo femminile e la sua evoluzione nel corso del tempo da soggetto angelicato da ammirare a soggetto attivo della società contemporanea. Completano il percorso spezzoni tratti da film e cinegiornali d’epoca ed una sezione che esplora le dinamiche relazionali tra l’arte contemporanea, l’emancipazione femminile e le lotte femministe, con l’apporto di materiale documentario oltre ad un programma di iniziative culturali  e di incontri. La GNAM in occasione della mostra promuove anche un contest su Instagram invitando il pubblico a condividere – con l’hashtag #donneGAM – foto di donne della propria storia familiare ritratte nella loro quotidianità casalinga o di lavoro.

Leonardo

  • Nel 2019 si celebra in Italia e in Francia – dove l’illustre artista morì il 2 maggio 1519 presso il Maniero di Clos-Lucé (Amboise) – il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci. Per celebrare la sua genialità e le sue profonde intuizioni tecniche e meccaniche, le Scuderie del Quirinale gli dedicano una mostra in programma dal 13 marzo al 30 giugno 2019. Con “Leonardo Da Vinci. La scienza prima della scienza” viene ripercorsa la storia di Leonardo partendo dal periodo fiorentino, passando per quello milanese alla corte di Ludovico Maria Sforza e quello romano focalizzando i grandi temi tecnici e scientifici di cui Leonardo era appassionato, in una visione umanistica  e rinascimentale in cui la conoscenza in senso ampio non era settorializzata ed entrava di diritto a far parte delle ‘arti’.

unseen

  • Una mostra fotografica ‘on the road’ attraverso itinerari d’Europa che attraversano luoghi fuori dagli itinerari turistici è “Unseen/Non visti“, in programma presso il Museo di Roma in Trastevere dal 22 marzo 2019 al 26 maggio 2019. L’opera nasce da un viaggio intrapreso nel 2017 dai fotografi Jutta Benzenberg, Andrei Liankevich, Livio Senigalliesi e Mila Teshaieva grazie alla sponsorizzazione del Goethe Institut, in cui le foto narrano storie (e microstorie) di persone incontrate in zone economicamente depresse se non addirittura dimenticate come quella delle due anziane donne, uniche abitanti del villaggio bielorusso di Vialikaya Hats nella regione palustre della Polesia o, assai più vicino a noi, la storia di Iride Peis, scrittrice che ha raccolto la memoria delle donne, spesso bambine, che lavoravano nelle miniere del Sulcis-Iglesiente.

farfalle

  • Ed ora, pensiamo ai più piccoli! Se talvolta i bambini si annoiano ad andare per musei (non sempre, a dir la verità, perché ci sono parecchi musei particolarmente attenti a coinvolgere ed intrigare i visitatori più piccoli),  la visita alla Casa delle Farfalle di Roma (Via Appia Pignatelli 450) sarà un’esperienza coinvolgente da raccontare agli amichetti: dal 23 marzo 2019 al 9 giugno 2019 all’interno della serra  si potrà passeggiare in mezzo a piante tropicali osservando le farfalle, tra cui alcune specie davvero spettacolari. Si potrà scoprire il ciclo di nascita e trasformazione di bruchi e crisalidi, si imparerà cosa mangiano le farfalle, quali sono le loro abitudini, in quale ambiente naturale preferiscono vivere e si potrà riflettere sul valore ecologico della loro presenza. Per i più curiosi, ci saranno anche gli insetti stecco, gli insetti foglia e perfino un formicaio!

Eventi culturali primavera 2019 Roma

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *