Valencia a Natale : colori, luci e mercatini

30c

Chi pensa che Valencia, la città spagnola famosa per gli edifici futuristici dell’architetto Santiago Calatrava, sia una meta più primaverile-estiva-autunnale che non invernale, deve considerare che Valencia a Natale:

  • ha un clima gradevole e mai gelido;
  • è indicata per tutti i budget, inclusi quelli minimi (le strutture alberghiere di Valencia hanno un rapporto costo/qualità altissimo e è scalo di Ryanair e di Vueling, compagnie aeree low cost)
  • offre talmente tante attività adatte per tutte le età ed i target – bambini inclusi – che è impossibile annoiarsi
  • il buon cibo valenciano si apprezza ancor di più nelle giornate fresche, in cui un bicchiere di “vino tinto” costituisce la migliore compagnia a paella e montaditos
  • nella stagione invernale la città ritorna padrona di se stessa ed i costi degli hotel sono ancora più bassi del solito.

Quindi, perché non programmare una vacanza a Valencia nel periodo delle vacanze natalizie?

30a

Se poi il vostro timore è di non trovare nella città spagnola il clima tipico delle feste, tranquilli: anche se difficilmente troverete la neve, a Valencia a Natale può essere molto “White Christmas”.

 Già, il bianco. A Valencia è il colore predominante, vuoi per la luce del sole che qui sembra avere una potenza diversa, più intensa, vuoi perché dettagli e elementi bianchi si ritrovano un po’ ovunque nell’architettura della città. Di pietra bianca sono i 17 ponti che attraversano quello che era il fiume Turìa ed oggi è stato trasformato in una cintura verde di giardini che attraversa la città; altrettanto bianchi sono gli edifici di Calatrava (in estate diventano addirittura abbaglianti) che tutti insieme danno vita alla Città delle arti e della scienza. Ed è bianca anche la specialità della città, l’Horchata (che non c’entra nulla con l’orzata: qui è il cipero, un tubero tipico della zona, che viene frullato e filtrato per ricavarne un liquido opalescente molto dissetante), da bere inzuppandoci i fartones, dolcetti allungati di pasta lievitata leggermente spugnosa, perfetta per intridersi con la dolce bevanda, talmente popolare che non avrete problemi a trovare una rivendita, soprattutto nel centro di Valencia!

 Oltre al bianco, ancor meno mancano a Valencia i colori, le luci ed i decori tipici del periodo di Natale. I giardini del Comune vengono adornati con stelle di natale e le vie si accendono di illuminazioni particolari, che esaltano il clima di festa mentre i negozi trasformano le loro vetrine in scenografie brillanti.

30b

Valencia a Natale e prima ancora nel periodo di avvento è si veste per le feste: è una ricorrenza molto sentita e dal 1° dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 numerosi sono gli eventi e gli appuntamenti che si svolgono in città e nei musei, nelle chiese e perfino nei centri commerciali vengono allestiti i presepi. Tra i più famosi il presepe monumentale di Plaza del Ayuntamiento e quello della Cattedrale. L’uso raffigurare la Natività – che nasce per la prima volta in Italia grazie a San Francesco nel 1223, – è stata importata in Spagna da Carlo III nel XVIII° secolo e, da allora, è diventata una consuetudine assai amata.

 Come  nella maggior parte delle città d’Europa, a Valencia a Natale  si tengono i tipici mercatini:

  • il più grande e famoso è quello che ha luogo attorno al Mercato centrale, con oltre 60 chioschi, che dal 1° dicembre al 6 gennaio offre – oltre ai decori per la casa e a piccoli regali – i migliori prodotti gastronomici locali;
  • altro mercatino da non perdere, per la sua atmosfera speciale e per la sua ampia offerta di spettacoli, giochi per bambini e animazioni, è il Mercado de Colòn, in Calles Cirilo Amorós y Jorge Juan. Sotto le volte dell’interessante edificio in stile modernista troverete tante bancarelle con idee per piccoli doni;
  • la Fiera dell’artigianato di Arteval, in Plaza de la Reina, è specializzato in prodotti artigianali;
  • anche la Città delle Arti e della Scienza ospiterà un piccolo mercato di Natale, con dimostrazioni di tecniche artigianali ed attività per bambini, dal 23 dicembre al 6 gennaio;
  • per chi invece ha in mente di visitare Valencia per la festività dell’Epifania, troverà il Mercado de Reyes che, con le sue 250 bancarelle, invade le vie attorno al Mercato centrale dal 3 al 6 gennaio.

Il periodo dell’Avvento è il momento migliore per scoprire la cucina tradizionale valenciana: tipiche pietanze sono lo stufato, l’agnello, i frutti di mare, il pato a la naranja (anatra con salsa all’arancia), i dolci di marzapane, mantecados e polvorones. Ricette create utilizzando, da sempre, i prodotti del territorio. A proposito: lo sapete che a Valencia si crede che brindare nelle festività natalizie con il sidro porti fortuna?

La Vigilia di Natale è molto sentita ed è una festa prettamente familiare, da trascorre a casa in attesa di partecipare alla “Misa del gallo”, ovvero alla messa della Vigilia, così definita dalla tradizione popolare che vuole che il primo ad assistere alla nascita del Bambino fu, per l’appunto, un gallo!

Ricordatevi che in questa giornata, proprio per il suo carattere di festa familiare, potreste avere qualche difficoltà a trovare la sera bar, ristoranti e locali aperti. Nulla di impossibile ma, nel caso, è preferibile organizzarsi prenotando la cena con un po’ di anticipo.

 

Claudia Boccini

Potresti trovare interessanti anche questi posts!

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *