Arte nella metropolitana di Lisbona

Lisbona continua ad essere presente nei mie pensieri, è una città che ho amato fin dal primo momento e che ho sentito subito “mia”, con i suoi ritmi, le sue vie, le sue storie. Ho scritto tanto su Lisbona ed ancora non ho finito, chiudo un post ed immediatamente trovo altri dettagli da raccontare, consigli da suggerire, immagini da condividere. Ad esempio, non vi ho mai raccontato, se non per brevi accenni, della metropolitana di Lisbona. Che non è solo un mezzo rapido di trasporto per raggiungere (quasi) ogni zona della città, ma è allo stesso tempo una galleria d’arte, un museo aperto, un compendio dello stile e delle correnti artistiche del XX° secolo.

parcoe1

Fanno parte della metropolitana di Lisbona 4 diverse linee, identificate da colori e simboli, per un totale di 55 stazioni e 46 chilometri di percorso:

  1. Linha Azul o da Gavoita: linea azzurra o del gabbiano (da Reboleira a Santa Apolónia)
  2. Linha Amarela o do Girassol: linea gialla o del girasole (da Odivelas a Rato)
  3. Linha Verde o da Caravela: linea verde o della caravella (da Cais do Sodré a Telheiras)
  4. Linha Vermelha o Linha do Oriente: linea rossa o di Oriente, è identificata da una piccola bussola (da Sao Sebastião fino all’aeroporto di Lisbona)

ma quella che sicuramente prenderete per prima è la metropolitana Vermelha, tra l’altro la più recente, che collega l’aeroporto di Lisbona con Sao Sebastião e quindi con il centro della città.

parcoe2

In via generale, tutte le linee della metropolitane si interconnettono l’una con l’altra, in modo da consentire facilmente il cambio. Ecco le stazioni di scambio:

  • linea azzurra con linea verde: stazione di Baixa Chiado
  • linea azzurra con linea gialla: Marqués de Pombal
  • linea azzurra con linea rossa: Sao Sebastião
  • linea rossa con linea gialla: Saldanha
  • linea rossa con linea verde: Alameda
  • linea verde con linea gialla: Campo Grande

Ogni stazione della metropolitana di Lisbona è caratterizzata da decori e opere d’arte e sono una diversa dall’altra: in pratica, è come avere a disposizione 55 sale espositive da ammirare tra un viaggio e l’altro. Le stazioni che risalgono al 1959, anno in cui a Lisbona venne inaugurata la metropolitana sono per lo più ancora rivestite con gli azulejos con motivi decorativi dell’artista portoghese Maria Keil (in taluni casi, nel corso degli anni sono state integrate con opere di artisti contemporanei) mentre la decorazione delle pareti delle stazioni delle linee della metropolitana inaugurate successivamente (anno 1988) sono state affidate all’opera di artisti contemporanei di fama, come Rolando Sá Nogueira (stazione di Laranjeiras), Júlio Pomar (stazione Alto dos Moinhos), Manuel Cargaleiro (stazione Colégio Militar), Maria Helena Vieira da Silva (stazione Cidade Universitária) e Eduardo Nery (stazione Campo Grande).

Nella terza tranche di espansione della metropolitana è stato ancor più sottolineato il valore aggiunto di trasformare le singole stazioni in opere d’arte fruibili dai cittadini ed è soprattutto lungo la linea Vermelha, quella appunto che porta fino all’aeroporto, che si trovano alcune delle stazioni più colorate, irriverenti e, in una parola, straordinarie dell’intera rete metropolitana lisboneta.

parcoe20

Come vi dicevo all’inizio, il benvenuto a Lisbona ve lo porge la stazione della metropolitana interna all’aeroporto – ebbene sì, la città di Lisbona è collegata benissimo con il suo aeroporto tramite la metropolitana, ed il costo che si paga è quello standard di una corsa in metro, altro che Roma ed i balzelli per arrivare a Fiumicino! – decorata con le simpatiche caricature del fumettista António Antunes, uomini e donne che hanno fatto la storia del Portogallo e della città: non mancano Ferdinando Pessoa, Amalia Rodriguez, Amadeo de Souza Cardoso insieme ad altre decine di ritratti, realizzati utilizzando pietra bianca e nera intagliata ed assemblata.

Collage Lisboa aeroporto

Altra stazione della metropolitana che merita una visita (anche perché se volete visitare il Parco delle Nazioni dovete scendere proprio qui!) è la stazione  di Oriente, opera immensa di Santiago Calatrava e punto focale per accedere a quella che fu l’area di Expo ’98. A differenza di altre stazioni della metropolitana, la cui decorazione è stata affidata ad artisti portoghesi, qui sono stati chiamati ad occuparsi degli immensi spazi della stazione di Oriente 11 artisti internazionali di grande fama in grado di rappresentare i cinque continenti e di sottolineare lo spirito stesso dell’Esposizione, il cui tema è stato “Oceani: un’eredità per il futuro”. All’interno della stazione di Oriente si trovano quindi le opere di Joaquim Rodrigo (Portogallo), Friedrik Hundertwasser (Austria), Kusama Yayoi (Giappone), Sayed Raza (India), Errö (Finlandia), Zao Wou Ki (Cina), Abdoulaye Konaté (Mali), Antonio Segui (Argentina), Arthur Boyd (Australia), Sean Scully (Irlanda), Magdalena Abakanowicz (Polonia).

parcoe3

Sempre sulla linea rossa della metropolitana di Lisbona, è interessante visitare la stazione di Alameda (è anche stazione di scambio con la linea verde), arricchita dalle opere di Costa Pinheiro, che crea una galleria museale con i ritratti dei nomi illustri di navigatori Portogallo ; Alberto Carneiro crea un bosco sotterraneo con sculture che sembrano alberi mentre il pavimento in marmo con motivi geometrici è di Juahana Bloomsted.

Se siete interessati ad approfondire quali capolavori d’arte si celano nelle diverse stazioni della metropolitana di Lisbona, potete leggere il sito  A Arte no Metro, curato da Metro Lisbona (in fondo c’è l’elenco di tutte le fermate, basta cliccare sopra e si apre la pagina con le informazioni. E’ solo in portoghese ma si capisce abbastanza e, nel caso c’è sempre Google Translator a dare una mano!)

stazioni lisboa2

 Ma lasciamo da parte l’arte e parliamo di questioni pratiche. Come si utilizza la metropolitana di Lisbona? Quanto costa un biglietto?

  • Come già detto in altri post, per utilizzare i mezzi pubblici di Lisbona per prima cosa dovete acquistare la tesserina ViaViagem (costo 0,50€) che vi servirà come base per caricare il denaro necessario; in pratica, il primo biglietto vi costerà 50 centesimi in più, tutti gli altri a tariffa normale.
  • La tessera Via Viagem si compra o agli uffici dei trasporti (uno – sempre affollatissimo – c’è in aeroporto poco prima dell’entrata in metro) oppure alle macchinette erogatrici che si trovano in tutte le stazioni metro.
  • Conservate sempre la ricevuta che viene erogata insieme al biglietto o alla ricarica: in caso di malfunzionamento è l’unico documento che attesta il vostro acquisto.
  • La carta dura un anno dal momento dell’acquisto, può essere ricaricata più volte e non è nominativa, per cui nessuno vi vieta di passarla agli amici o ai parenti che, dopo di voi, vanno a Lisbona.
  • Sulla carta, che funziona “a scalare“, potete anche pre-caricare un importo maggiore, in modo da non dover acquistare i singoli biglietti di volta in volta.
  • Il biglietto per una corsa singola costa € 1,40 mentre un biglietto giornaliero (24 ore) costa € 6.00 e comprende l’uso di metro, bus  e tram.
  • Per entrare in metropolitana, dovete passare la Carta sul sensore che si trova sul tornello, la stessa cosa per uscire.
  • La carta Via Viagem può essere utilizzata anche per i treni della provincia di Lisbona (noi ci siamo andati a Sintra ma è valida anche per il treno diretto a Cascais).

 stazioni lisboa1

se volete saperne di più su Lisbona, vi invito a leggere tutti gli altri post sull’argomento:

  1. Perché andare a Lisbona
  2. Viaggio a Lisbona
  3. Lisbona è una città felice
  4. Itinerario nel quartiere della Mouraria di Lisbona
  5. Vedere Lisbona con una visita guidata
  6. Cosa visitare nel quartiere di Belem a Lisbona
  7. Da non perdere a Lisbona: il Centro Culturale di Belem
  8. Il Museo degli Azulejos
  9. Il Museo Calouste Goulbenkian a Lisbona
  10. Cosa vedere al Parco delle Nazioni di Lisbona
  11. La buona cucina di Lisbona non è solo baccalà
  12. Fare colazione nelle leitarie di Lisbona
  13. L’Hotel Heritage Avenida Libertade di Lisbona
  14. Volare con TAP Portugal
  15. Come organizzare un viaggio tra donne a Lisbona
  16. Gita di un giorno a Sintra e Cabo de Roca da Lisbona
  17. L’atelier creativo di Teresa Pavao a Lisbona

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *