La minestra di cicerchie

Le cicerchie sono un legume povero, oggigiorno assai difficile da reperire, che rimanda ai tempi in cui i legumi erano il piatto forte dei deschi italiani… 
In una recente puntata a Perugia, con Franz abbiamo scoperto “L’Antica spezieria e drogheria eredi Bavicchi“, in Via dei Priori 15, una drogheria specializzata in legumi, spezie e alimenti perduti (nel senso che non si trovano quasi più), come la fagiolina del Trasimeno, il fagiolo zolfino, le lenticchie di Castelluccio di Norcia, quelle di Colfiorito, il farro di Monteleone, il fagiolo grande del Barolo… noi ci siamo scatenati ad acquistare fagioli di tutti i tipi e forme, e abbiamo anche ritrovato le care, umili, vecchie cicerchie.
Questa sera, rientrata dal lavoro, ho finalmente messo a bagno i legumi, che lascerò in acqua per almeno 36 ore, sciacquandoli ogni 12 ore e gettando l’acqua di ammollo.
Non appena pronte per la cottura, preparerò un soffritto con olio, aglio, sedano, carota, cipolla e un rametto di rosmarino, verserò le cicerchie e farò dorare per 5 minuti, allungando con un po’ di acqua se necessario.
Verserò quindi nella pentola mezzo litro di passata di pomodoro, un litro di acqua, sale, peperoncino e prezzemolo tritato, facendo cuocere per non meno di un’ora e mezza o comunque finchè i legumi saranno morbidi.
A questo punto potrò scegliere: servire le cicerchie così, magari con un filo di olio a crudo, oppure aggiungere due manciate di pasta e fare una minestra, da servire con pecorino grattugiato e un trito di rosmarino fresco.
Claudia Boccini

5 Commenti

  1. Avatar
    Luisa gennaio 13, 2013

    anche io le cucino ogni tanto, di solito le preparo come i ceci, con aglio e aromi e le servo con la pasta

    Reply
  2. Avatar
    Anna gennaio 09, 2013

    Basta che tu non faccia la purea secca che hai avuto la (s)fortuna di mangiare da me! :)))) prossima volta cambio menù e mi rifaccio. Comunque le cicerchie sono buonissime!

    Reply
  3. Avatar
    Letizia gennaio 09, 2013

    Ciao Shanta, Le cicerchie sono proprio buone! Ma qui in umbria oltre alle cicerchie, famose sono le lenticchie di castelluccio di norcia e la fagiolina del trasimeno. Ne hai mai sentito parlare? A breve nel blog http://agriturismiumbriablog.it pubblicheremo una gustosa ricetta alla scoperta di questo legume, presidio slow food. Venite a trovarci!

    Reply
  4. Avatar
    Letizia gennaio 09, 2013

    Mmmm bone! :)Io sono umbra e dopo le lenticchie di Castelluccio c’è la Fagiolina del Lago Trasimeno. Ne hai mai sentito parlare? A breve nel blog http://agriturismiumbriablog.it una ricetta davvero interessante!

    Reply
  5. Avatar
    Bluezlee aprile 13, 2011

    Cara Shanta, sono una fan sfegatata della cicerchia e quelle rare volte che la trovo non me la faccio sfuggire! ciao ciao

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *