I piccoli musei gratuiti del Comune di Roma, nicchie di cultura

I piccoli musei gratuiti del Comune di Roma sono realtà importanti dell’offerta museale capitolina, spesso sono tematici ed interessanti ma, ahimè, ben poco conosciuti. Visitarli è l’occasione per trascorrere qualche ora scoprendo un’offerta culturale qualitativamente alta e per di più senza dover spendere un euro, perché sono tutti ad ingresso gratuito. Fanno parte dei piccoli musei gratuiti del Comune di Roma, un vero e proprio ‘pacchetto di nicchia’ che saprà coinvolgere e interessare anche i più piccoli:

  • Museo di scultura antica Giovanni Barracco, che espone le raccolte di arte antica (per lo più egizia, assira, fenicia, cipriota, etrusca, greca e romana) raccolte dal collezionista vissuto nel XIX° secolo, che oltre ad essere un appassionato di arte fu anche parlamentare del Regno d’Italia: una storia nella storia! Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele II, 166A, orario di apertura dal martedì alla domenica 10-16.
  • Museo Napoleonico: questo è uno dei piccoli musei gratuiti del Comune di Roma che a me piace di più. Non solo per la posizione a due passi dal Tevere, ma perché è inserito negli spazi abitativi a pian terreno di Palazzo Primoli ed è nato in seguito alla donazione alla città di Roma della collezione di famiglia da parte del conte Giuseppe Primoli (imparentato per via materna con i Bonaparte).Il Museo ospita all’interno di sale eleganti, arredate in stile ottocentesco che già da sole varrebbero la visita, una ricca collezione di quadri, statue ed oggetti a tema napoleonico. Inoltre, spesso vi si tengono mostre tematiche. Indirizzo: Piazza di Ponte Umberto I, 1; orario di apertura da martedì a domenica (10-18).
  • Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina: tra i più recenti fra i piccoli musei gratuiti del Comune di Roma, è nato in occasione del 15o° anniversario dell’Unità italiana all’interno degli spazi di Porta San Pancrazio, luogo iconico per la città di Roma non distante dal Gianicolo, che è a sua volta un vero e proprio luogo di rimembranza delle gesta di Garibaldi e dei garibaldini, che lottarono aspramente contro le truppe francesi per difendere la Repubblica romana. Nella particolare ambientazione del Museo – che utilizza ambienti interni alla Porta – sono conservati cimeli garibaldini e la visita si svolge in modalità multimediale. Indirizzo: Largo di Porta San Pancrazio, orario di apertura dal martedì al venerdì (10-14) e sabato e domenica (10-18). Si accede al museo in gruppi, ogni 45 minuti.
  • Museo delle Murasi trova all’interno di Porta S. Sebastiano, consente ai visitatori di visitare le sale espositive interne ai torrioni che contraddistinguono la Porta e percorrere un itinerario didattico che segue un tratto del camminamento delle mura aureliane – indirizzo: Via di Porta San Sebastiano, 18, orario di apertura da martedì a domenica 9-14.
Piazza_del_Campidoglio

photo credit: CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=120294

  • Museo di Casal dei Pazzi: un altro dei piccoli musei gratuiti del Comune di Roma, ma questa volta non siamo nel centro storico della città bensì nella prima periferia della capitale. Viene creato  in seguito al rinvenimento, nel corso di una campagna di scavo, di un deposito geologico risalente al Pleistocene medio, con numerosi resti che indicavano che già nella preistoria questo sito era abitato. Il Museo usa gli strumenti multimediali per aiutare a immaginare come fosse la zona nel Pleistocene ed è accessibile solo da 30 persone ogni ora, con visita accompagnata, che bisogna prenotare al n. 060608. Indirizzo: Via Egidio Galbani, 6; aperto dal martedì al venerdì (orario: 9-14) e il sabato e la domenica (orario 10-14);
  • Museo Pietro Canonica a Villa Borghese: affermato artista del XX° secolo, lo scultore piemontese Pietro Canonica si trasferisce a Roma nel 1922, dove gli viene concesso in uso dal Comune di Roma la Fortezzuola di Villa Borghese, dove l’artista lavorerà ad opere celebrative che hanno trovato collocazione in Italia ed Europa. Il museo conserva la collezione permanente di modelli delle opere realizzate dal Canonica all’interno della splendida cornice di Villa Borghese. Indirizzo: Viale Pietro Canonica (Villa Borghese zona di Piazza di Siena); aperto dal martedì alla domenica con orario differenziato tra periodo invernale (ottobre-maggio 10-16) e estivo (giugno -settembre 13-19).
  • Museo Carlo Bilotti all’Aranciera di Villa Borgheseun museo che è una vera chicca di arte contemporanea, sorto grazie al lascito dell’imprenditore, mecenate e collezionista Carlo Bilotti, che nel corso della sua vita ha stretto amicizia con nomi importanti dell’arte del XX° secolo tra cui Giorgio de Chirico a Andy Warhol, da Larry Rivers a Gino Severini fino a Giacomo Manzù, le cui opere sono ospitate nell’edificio dell’Aranciera in cui ha sede dil Museo. Indirizzo: Viale Fiorello La Guardia, 6 (Villa Borghese);  aperto dal martedì al venerdì (da ottobre a maggio 10-16, da giugno a settembre 13-19), il sabato e la domenica (tutto l’anno 10-19).
  • Villa di Massenzio: è un museo che permette di immergersi nella storia di Roma, è una delle aree archeologiche più grandi ed interessanti che si incontrano percorrendo la via Appia Antica ed è un insieme di tre edifici distinti: palazzo imperiale, circo e un mausoleo (conosciuto come Tomba di Romolo), che vennero edificati per celebrare l’imperatore Massenzio. Indirizzo: via Appia Antica 153; aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 16.
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *