Il festival della Neve di Sapporo: bellissimo e freddissimo!

L’inverno per me non è inverno se non è ben freddo ed io ho scelto di visitare uno dei posti più freddi del Giappone, l’Hokkaido, perché in questa isola a nord del Giappone che si trova sulla stessa latitudine di Vladivostock e della Siberia, da ben 69 anni si festeggia l’inverno, il freddo, la neve ed il ghiaccio con il Festival della Neve di Sapporo, un festival internazionale dove la protagonista è proprio la neve – che cade sempre molto abbondante in questa regione – che viene pressata, compattata in enormi blocchi che ricordano nelle dimensioni e nel colore il marmo e quindi scolpita per riprodurre statue, quadri, installazioni, perfino edifici. Ne avevo sentito parlare più volte nel corso degli anni – generalmente qualche immagine di Sapporo in festa viene sempre condivisa dal telegiornale – ed era un mio desiderio forte, che coltivavo da tanto, riuscire a vedere il Festival della Neve di Sapporo.

DSC_0793

Finalmente, ci sono riuscita! Complice un quarto viaggio in Giappone, ho deciso di programmare l’itinerario di visita in modo da inserire l’Hokkaido con visita alla città  di Sapporo proprio nel giorno inaugurale della manifestazione. Faccio un inciso: raggiungere l’Hokkaido non è più complicato come un tempo: ci sono aerei che collegano Tokyo e le altre principali città giapponesi con l’aeroporto di New Chitose, a poche decine di chilometri da Sapporo e anche in treno non è più improponibile come un tempo: una volta ci voleva tanto tempo per raggiungere l’Hokkaido da Tokyo, era un viaggio epico, perché oltre al treno bisognava prendere un traghetto che dalla Prefettura di Aomori (isola di Honshu) portava ad Hakodate (isola dell’Hokkaido) e quindi da lì prendere nuovamente il treno per Sapporo: almeno 12 ore di viaggio, uno sfinimento!

DSC_0801

Per fortuna nel 1988 è stata aperta la galleria ferroviaria sottomarina Seikan, che con un percorso ferroviario di 53, 85 è il tunnel ferroviario sottomarino più lungo del mondo ed è in progetto il prolungamento del treno super veloce  Shinkansen fino a Sapporo (oggi ha la stazione terminale è invece a a Shin-Hakodate). Quindi, oggi arrivare in Hokkaido è davvero facile e l’unica cosa che vi può capitare, soprattutto in inverno e con bufere di neve in corso, è che il vostro treno arrivi con un po’ di ritardo alla destinazione a causa di passaggi a livello e scambi congelati. L’Hokkaido è sì Giappone, ma è un Giappone per forza di cose (clima, distanza, storia) speciale!

DSC_0798

Il Festival della Neve di Sapporo si svolge nel Parco Odori, un’ampia striscia verde nel pieno centro cittadino, con alberi, giardini, fontane ed installazioni artistiche, che spezza la linea continua di palazzi e grattacieli per circa 1 chilometro e mezzo (12 isolati) e da una parte termina con l’alta antenna televisiva (durante il Festival della Neve di Sapporo è addobbata con milioni di lampadine colorate) e dall’altra con lo Shiryokan, il vecchio edificio della Corte di Appello di Sapporo che risale al 1926, oggi monumento nazionale. Il Parco Odori è anche la cartina di tornasole delle diverse stagioni: in primavera è tutto un fiorire di ciliegi ed in autunno i mille colori aranciati delle foglie  sono una tavolozza per pittori. Il Parco Odori si raggiunge con una delle tre metropolitane di Sapporo (non importa se linea arancio, blu o linea verde, la stazione di Odori è uno dei punti di scambio tra le tre metropolitane cittadine e se partite dalla stazione dei treni JR la distanza è una sola fermata, con costo 200 Yen).

mum and son

Il festival della Neve di Sapporo (nome in giapponese: Sapporo Yuki Matsuri, dove c’è la parola Matsuri c’è sempre una festa!) si svolge a Sapporo ogni anno dal 5 al 12 febbraio, è ad ingresso gratuito ed è un mix riuscito di esposizione artistica, luna park e fiera dei prodotti gastronomici locali. E’ anche una perfetta vetrina per promuovere beni di consumo e fare pubblicità, per cui non stupitevi se di tanto in tanto ci saranno dei tendoni dove vengono distribuiti omaggi (ovviamente, i giapponesi si mettono in fila ordinata e aspettano il loro turno, nessuno sgomita o si sogna di scavalcare la fila!) e, in generale, è un momento di felicità gioiosa per adulti, bambini e nonni.

DSCN1798

Le sculture sono davvero tante: accanto alle grandissime installazioni – quest’anno, tra le altre, è stata ricostruita la Cattedrale di Stoccolma, è stato riprodotto il Tempio Toshoda-ji di Nara, quindi un edificio di ghiaccio trasparente di ispirazione occidentale e poi non bisogna dimenticare i tanti ‘grandi quadri’ in onore di cartoni animati, vi sono sculture più piccole ma non per questo meno belle: tra tutte, vi segnalo la bellissima scultura di ghiaccio che rappresenta una mamma che nutre il suo bambino e…  il Minion!

Come vi dicevo, tanti sono i chioschi e gli chalet che vengono (prezzi onesti, va detto) il classico cibo da strada giapponese, alcune ‘variazioni sul tema’ di ricette occidentali (i wurstel con le faccine disegnate con le salse, per dire…) e moltissime specialità locali normalmente difficili da trovare. Tra uno yakitori, un ramen e le immancabili patate dolci cotte sotto la cenere, tra un’esibizione e l’altra di cantanti e interoreti,  il tempo scorre veloce ma in ogni caso per vedere bene tutte le ‘opere’di neve bisogna calcolare non meno di un paio di ore, tre sicuramente meglio se volete assaggiare anche qualcosa ai chioschi.

DSCN1810

Consiglio fraterno: quando visitate il Festival della Neve di Sapporo, oltre a vestirvi come se doveste andare sulle piste da sci o comunque molto ben coperti, prestate molte attenzione al terreno: in alcuni tratti è completamente ghiacciato – e non sempre i marciapiedi sono sgombri dalla neve –  per cui vi conviene indossare scarpe adatte, oppure comprate i ramponi togli e metti da applicare alle scerpe (si trovano anche da Decathlon e costano pochi euro) oppure, consiglio mio, portatevi i bastoncini da trekking che se ben usati in alcune situazioni di aiutano ad essere più sicuri.

DSCN1780

Ma quindi davvero il Festival della neve di Sapporo può da solo valere il viaggio in Hokkaido? A mio parerem sì: sicuramente è un Festival diverso dall’ordinario, capace di stupire, far sorridere e tornare anche un po’ bambini :)

Informazioni utili:

  • Sapporo Yuki Matsuri (Festival della Neve di Sapporo) – Odori Park: 1 a 12 Odori Koen Nishi, Sapporo, Giappone. In genere si svolge entro i primi 15 giorni del mese di febbraio.
Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *