Street food: gli Imbiss a Vienna

Lo street food a Vienna è una cosa molto seria. Lo abbiamo capito molto bene durante il nostro breve soggiorno nella capitale austriaca: non c’è quartiere, via o piazza trafficata che non abbia il suo Imbiss dove trovare tutto il necessario per uno spuntino, un pranzo veloce o anche una cena a basso costo. Gli Imbiss a Vienna non sono altro che chioschi , più o meno alla buona, dove si vendono würstel, affettati, panini, birre, talvolta dolcetti e caffè. Tutto da mangiare al banco, se proprio va bene ci sono dei tavoli a cui appoggiarsi ma niente sedie, servizio o raffinatezze. Gli Imbiss a Vienna sono estremamente democratici: all’Imbiss l’operaio  mangia fianco a fianco al medico o al manager. Tutti sono trattati allo stesso modo, senza badare a titoli o posizione sociale: vale a dire piuttosto rudemente e senza troppe smancerie!

INBISS1

Imbiss a Vienna: Bitzinger

Alcuni  Imbiss a Vienna, va detto, sono piuttosto trasandati ma nonostante ciò hanno una loro clientela affezionata, fatta di famiglie e anziani che al chiosco si ritrovano con la scusa di far merenda. E gli Imbiss sono anche una salvezza per chi non ha troppi soldi da poter spendere, oltre ad una vera e propria attrazione per chi viene a Vienna per turismo. Perché se Vienna già di per sè è una città piuttosto economica, gli Imbiss lo sono ancor di più e con l’equivalente di 10 euro (al massimo) si riesce a mangiare un bel panino con würstel, sottaceti e patatine ed una bevanda, che può essere anche una birra, in porzioni più che sufficienti per saziarsi.

Ci sono poi alcuni Imbiss “di lusso” e con questo termine intendo chioschi che puntano sulla qualità dei prodotti e sulla differenziazione delle proposte. Uno di questi è sicuramente Bitzinger (oltre al chiosco, con lo stesso nome c’è anche il ristorante che serve cucina tradizionale), un Imbiss che si trova in Albertinaplats, di fronte all’hotel Sacher ed appena accanto alle scale mobili che portano all’Albertina Galerie. Bitzinger ha un marcia in più: il chiosco ha linee moderne, interni di acciaio, grandi vetrate ed all’interno lavorano chef in divisa rossa, veloci, efficienti, ma come da tradizione poco propensi alla chiacchiera e scorbutici quel tanto che basta.

Da lontano riconoscete Bitzinger per la buffa scultura a forma di lepre verde fluò (è una riproduzione tridimensionale dell’incisione di Dürer esposta alla Galleria dell’Albertina) e per la lunga fila di uomini e donne in attesa di acquistare il loro spuntino a base di salsicce viennesi. Da Bitzinger, considerato che è praticamente dietro il Teatro dell’Opera, non è difficile incrociare persone vestite con una certa eleganza che prima di entrare nel Teatro per assistere alle rappresentazioni si fermano al chiosco per un piccolo spuntino o un calice di champagne (sì, nel menù delle bevande di Bitzinger c’è anche lo champagne!). Un altro chiosco Bitzinger è al Prater, ma non l’abbiamo provato e  quindi non so dire.

INBISS COLLAGE

Inbiss a Vienna: Bitzinger

Il menù di un Imbiss a Vienna, pur variando, ha dei “classici” immutabili. Ad esempio Bitzinger è specializzato in würstel, serviti in diverse varianti. Un consiglio: da Bitzinger individuate cosa volete ordinare prima di mettervi in fila, gli addetti al banco sono veloci e non ammettono dubbi o tentennamenti. Quindi studiatevi l’elenco e preparatevi :)

Da Bitzinger si possono ordinare:

  • Bratwurst, il tipico würstel a base di carne di vitello, maiale o manzo
  • Käsekrainer, würstel farcito con pezzettini di formaggio
  • Currywürstel, i tipici würstel di Berlino conditi con ketchup al curry
  • Burenwurst, grosso würstel bollito, piuttosto grasso e spesso venduto a pezzi
  • Frankfurter, würstel affumicato a base di carne suina
  • Waldviertel, würstel dal sapore particolarmente affumicato, dalla pelle spessa
  • Bosna, würstel tipici di Salisburgo molto aromatici, serviti con cipolle
  • Griller:  würstel piccanti.

I costi dei würstel partono da 3,30€, una porzione di patate fritte costa 2,20, una fetta di pane aggiuntiva 0,50€ e le birre (ampia scelta tra Stiegl Goldbräu, Gösser, Wieselburger Gold, Murauer Märzen, Stiegl Weisse, König Ludwig Dunkel, Pilsner Urquell, Hirter Privat Pils e Heineken) a partire da 3,20€ per 50 ml. Insieme ai würstel, viene sempre servito anche del pane (bianco, nero o panini in caso di hot dog), salse (senape, il ketchup e la maionese si pagano a parte) mentre con un costo aggiuntivo si possono avere peperoncini e cetrioli sotto aceto e patate ripiene al formaggio. Per bere, oltre a birra (buona) e vino, da Billiger potete deliziarvi anche con un calice di champagne. Per cui, anche se siete in gita romantica, potete festeggiare!

(Noi ci siamo stati per pranzo, tornando dall’escursione sull’Alte Donau: una birra, due fette di pane scuro ed un Frankfurter con senape per ciascuno, a cui abbiamo aggiunto un trancio di Sacher Torte ed un caffè presso l’omonimo caffè che si trova giusto a pochi passi). Street food molto viennese, decisamente!

Claudia Boccini

1 Commento

  1. Avatar
    Alessandra agosto 06, 2015

    Ecco, grande voglia di essere lì a imitarvi!

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *