Sapori di Ciociaria al Casale Verde Luna del Piglio

Dopo il tempo dell’acqua (di Fiuggi), è ora il momento per incontrare Bacco. In Ciociaria funziona proprio così, non c’è contraddizione tra chi la sceglie per un soggiorno dedicato al benessere e chi invece la ama per i sapori schietti che caratterizzano la cucina del territorio, piatti robusti e saporiti, gli stessi che le nonne un tempo preparavano con tanta cura per famiglie numerose. E un press tour non è tale – ancor più in Ciociaria – se accanto al tempo dedicato a conoscere l’arte e la storia del luogo non vi si affianca un momento conviviale in cui al centro dell’attenzione vi sono la cucina tradizionale ed i vini prodotti. E di vini ben strutturati in provincia di Frosinone ce ne sono diversi, tra cui spicca il Cesanese del Piglio, prodotto nella zona pedemontana dei Monti Ernici delimitata dai borghi di Piglio, Serrone, Acuto, Anagni e Paliano e che ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOGC).  La Ciociaria è fondamentalmente una terra agricola e dedita alla pastorizia, le imprese e le industrie sono cosa degli ultimi decenni (ma se ne trovano anche di importanti lungo l’asse autostradale) e l’attaccamento alla terra ed al lavoro dei campi è ancora molto sentito. Il Casale Verde Luna del Piglio, dove siamo stati ospiti a pranzo dopo aver visitato la Cattedrale di Santa Maria Annunziata di Anagni e aver schivato un gran brutto temporale estivo, è un compendio di saper fare, di coraggio imprenditoriale e di passione.

Casale Verde Luna collage vigne

L’Agriturismo si trova in località Civitella e vi si arriva percorrendo una breve tratto di strada sterrata costeggiata da infiniti filari di viti di Cesanese di Affile, un vitigno originario della zona: l’edificio principale è davvero molto bello, ricorda – per il grande uso di pietra a vista, per le tegole rosse dei tetti e soprattutto per l’infilata di cipressi che porta fino al Casale – alcune delle strutture agricole della Toscana e dell’Umbria. Un agriturismo vero: al Casale  Verde Luna si produce il vino (tra 12.000 e 15.000 bottiglie per anno, la quantità esatta dipende dalla resa delle viti), si coltiva l’orto da cui si traggono erbe e verdure per la cucina ma soprattutto si impasta, si stende, si cucina con passione ogni pietanza che verrà poi proposta al ristorante.

Casale Verde Luna collage vino e acqua

L’agriturismo Casale Verde Luna è una scommessa vinta: il proprietario dell’agriturismo, Lino Nardone, non nasce contadino e si è reinventato una professione dopo aver lavorato per lungo tempo a Roma in un settore assolutamente distante dall’agricoltura e dalla ristorazione. Acquista il Casale, lo ristruttura dalle fondamenta al tetto e nel 2003 inizia produrre vino – il Civitella 2003 è il primo vino prodotto – e buona tavola. Mette allegria entrare dentro il Casale Verde Luna: mobili antichi recuperati dai rigattieri, raccolte di riviste d’epoca, pavimento in cotto luminoso,  proprio come se fosse stato appena lucidato per te, e tanti dettagli che rendono l’ambiente caldo ed accogliente.

Casale Verde Luna collage degustazione

Produzione di vino ma soprattutto ristorazione, queste le scelte del patron Lino. La formula utilizzata al Casale Verde Luna è particolare: è previsto un menù à la carte ma in genere gli ospiti preferiscono il menù all-inclusive a prezzo fisso. Con 30 Euro arriva a tavola un grande quantitativo di saporiti antipasti – i formaggi arrivano direttamente dai produttori artigianali dell’agro pontino (super il formaggio di mucca erborinato e la ricotta) e i salumi da Monte San Biagio, paese tra Fondi e Terracina; le verdure, i tortini, gli sformati di verdure e la panzanella sono preparati con le verdure dell’orto, l’ottimo pane fritto da mangiare con gli affettati arriva caldo perché cotto al momento. Lasciate però lo spazio per provare i due assaggi di primi, il secondo, i contorni ed il dolce. L’acqua minerale è inclusa nel menù e se prendete una bottiglia di vino imbottigliato della casa aggiungete al conto finale il costo di 12€.

Casale Verde Luna 12a

Noi al Casale Verde Luna abbiamo provato un menù relativamente light, in cui un gigantesco antipasto che prevedeva anche un tortino di melanzane e gustosa panzanella ai funghi ha preceduto un assaggio di gnocchetti di patate con crema di melanzane, ricotta fresca e insolite bucce di melanzana fritte per chiudere con un dolce al cucchiaio, una  panna cotta con composta di fragole caramellate in padella successivamente aromatizzate con menta (onestamente, è stata la portata che mi ha convinto di meno: la composta buonissima ma la panna cotta troppo fredda e dura).

Casale Verde Luna 5

Casale Verde Luna 2

Il Casale Verde Luna, con i suoi ampi spazi, è particolarmente apprezzato come location per eventi familiari, feste e perfino per momenti di team building aziendale. Vi si possono organizzare corsi di cucina e degustazioni di vino e dispone inoltre di alcune camere ben arredate.

Informazioni utili:

  • Casale Verde Luna – Strada Vicinale della Civitella, 03010, Piglio (FR) – Tel/fax 0775503051
  • Aperto al pubblico il sabato, la domenica e nelle festività. E’ tuttavia possibile prenotare anche nei giorni della settimana se si è un gruppo di persone.

Casale Verde Luna 4

Claudia Boccini

Potresti trovare interessanti anche questi posts!

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *