Torta di mele morbida di Renata, profumo di mamma

Non c’è dolce che riempia la casa di profumo come la torta di mele morbida che preparava mia mamma! Renata era (ahimè, sì, era) abbastanza brava in cucina ed i suoi ‘cavalli di battaglia’ erano soprattutto i piatti della tradizione romana: i suoi arrosti, i suoi sformati e le sue minestre di verdura e legumi  erano apprezzati nelle tavolate familiari ma nulla poteva superare i suoi timballi di pasta. Brava e capace finché non si trattava di mettere in forno i dolci, per i quali probabilmente nutriva un’avversione naturale che si traduceva in grandi flop e torte bruciate. Unici a salvarsi dalla sua antipatia i ciambelloni, la torta mantovana, la crostata (ma qualche volta, quando proprio non era giornata, le veniva più dura di un piatto di porcellana) e la torta di mele, con la quale – per via della presenza di abbondante frutta – doveva aver trovato un compromesso mentale che le permetteva di sfornare un piccolo capolavoro, ogni volta perfetto.  La torta di mele morbida è stato per tanti anni il dolce della domenica ed il profumo che dal forno si spandeva per tutta casa era (e lo è ancora) il ‘profumo di mamma’.

Ho riaperto solo da poco il suo quaderno delle ricette (una vecchia agenda nera ricevuta in omaggio dalla Michelin per un cambio gomme, su cui lei trascriveva ricette e dosi) e il primo dolce in elenco era proprio la torta di mele morbida, quella che lei preparava con successo. Ho provato a farla anche io di nuovo dopo tanto tempo e sì, anche se solo per qualche minuto, ho ritrovato con un po’ di emozione il ‘profumo di mamma’.

Per far riuscire alla perfezione la torta di mele c’è un trucco: le mele – ne serve un buon quantitativo – devono essere croccanti e succose, assolutamente non farinose e devono avere un sapore asprigno e fresco (su wikipedia trovate qualche indicazione sui diversi tipi di mela). La ricetta di mamma della torta di mele morbida prevedeva zucchero bianco e farina per dolci (00), tuttavia io ho variato un po’ sostituendo con farina di kamut. Non ho idea di come può variare la ricetta se ci si mette zucchero di canna al posto di quello raffinato, ma nulla vi vieta di provare!

La ricetta della torta di mele morbide di mamma Renata

 Ingredienti per una torta di 8-10 porzioni:

  • 5 mele succose e asprigne sbucciate e tagliate a dadini (io ho usato le Stayman, di cui faccio grandi scorte a Buonconvento visto che a Roma si trovano con difficoltà)
  • 1 mela lavata e tagliata a fettine sottili con tutta la buccia
  • un limone fresco
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 8 cucchiai grandi  colmi di zucchero + 1 cucchiaio
  • 250 gr. di farina di kamut (o farina per dolci, integrale, ecc.) più eventuale altra farina
  • 6 cucchiai grandi di olio di girasole
  • 3 uova intere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un cucchiaio colmo di zucchero a velo

Come preparare la torta di mele morbida:

  • grattare la scorza di limone e spremere il succo ;
  • marinare le mele a dadini nel succo di limone per 30 minuti, aggiungendo un cucchiaio di zucchero e la cannella;
  • montare le uova con lo zucchero finché il composto non diviene spumoso, quindi aggiungere la scorza grattugiata del limone e poco alla volta l’olio di girasole e la farina;
  • aggiungete il succo di marinatura delle mele e mescolate con cura (l’impasto deve essere morbido)
  • versare i cubetti di mela marinati e mescolate molto delicatamente:
  • versate l’impasto nella tortiera (io l’ho rivestita con carta per il forno, altrimenti dovete ungerla con olio o burro e spolverarla con la farina) aggiungete il lievito per dolci setacciandolo e decorate la torta con le fette di mela tagliate a fettine sottili;
  • io cuocio la torta in forno ventilato a 160°, per circa 50 minuti (ma dipende dal forno e vi conviene fare sempre la ‘prova stecchino)
  •  una volta terminata la cottura, fate raffreddare, sformate (fate attenzione, la torta morbida di mele è venuta bene se risulta molto morbida) e disponete con attenzione su un piatto da portata
  • va servita con la forchetta da dolce.

Nel blog trovate anche un’altra ricetta di torta di mele, la torta di mele di nonna Paolina: sono allo stesso tempo simili ma piuttosto diverse nella consistenza, nella ricchezza degli ingredienti ed anche nel sapore.

IMG_6844

Claudia Boccini

Curiosa di novità e di tendenze sociali e culturali, il mio karma è il viaggio

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *