Ho festeggiato il compleanno con un menù vegetariano

Continuo – con qualche strappo dovuto all’estate e alla minore voglia di mettermi ai fornelli – il mio lentissimo percorso di avvicinamento alla cucina salutare, non propriamente vegetariana (uso latticini, uova, pesce e di tanto in tanto anche la carne) e che favorisce l’uso di cereali, legumi e ortaggi e riduce di molto il consumo degli zuccheri non raffinati. Il menù vegetariano che ho preparato per il mio compleanno seguendo questo principio – eravamo solo io e Francesco, quindi potevo sperimentare senza troppi problemi perché si trattava di un’occasione del tutto informale – si è rivelato particolarmente gustoso, con tre portate diverse che possono agevolmente diventare piatti unici se si aumentano le quantità. Alla fine, una macedonia di frutta con cocomero, melone e cubetti di cocco ha accompagnato l’immancabile mini torta Follonica!

Il mio menù vegetariano di compleanno prevedeva:

  1. spaghetti di carote e zucchine con ceci speziati, basilico e pomodorini;
  2. cupola di riso con crema di fagioli e top di pomodorini piccanti
  3. toast integrale con uova e avocado.

Menù vegetariano – le ricette (per due commensali):

  • 1. Spaghetti di verdure con ceci speziati, basilico e pomodorini:
    • con l’apposito attrezzo per fare spirali di verdura preparate gli spaghetti di carote e di zucchine;
    • lavate e pulite un peperone rosso e tagliatelo a striscioline sottili;
    • in una padella tipo wok (o comunque con i bordi alti) fate scaldare uno spicchio di aglio incamiciato (che toglierete appena rosolato), una cipolla di Tropea tagliata sottilmente, una manciata di pomodorini rossi tagliati a metà ed  un pezzettino piccolo di peperoncino;
    • versatevi due mestoli colmi di ceci (io ho usato i legumi che avevo tenuto a bagno il giorno per 12 ore e cotto il giorno prima, ma nulla vieta di usare i ceci in barattolo), aggiungete un pizzico di rosmarino e del prezzemolo e fate insaporire per bene per 15 minuti;
    • versate nello stufato di verdure e legumi anche gli spaghetti di carote e zucchine e fate cuocere ancora per 10 minuti al massimo (gli spaghetti devono restare ‘al dente’, no? ;) );
    • aggiungete alla fine basilico fresco sminuzzato e servite.

a pranzo un menù vegetariano 2

  • 2. Cupola di riso con crema di cannellini e top di pomodorini piccanti:
    • lessate  250 gr. riso con poco sale, scolatelo e ponetelo in piccoli contenitori dalla forma a cupola leggermente oleati, pressandolo un poco (io ho usato ciotoline di vetro da macedonia);
    • in una padellina fate scaldare 250 gr. di fagioli cannellini lessi (anche in barattolo) con aglio e rosmarino. Frullate il tutto e aggiungete olio extra vergine, sale se occorre ed una bella macinata di pepe;
    • preparate la salsa di pomodorini piccanti mettendo in una padella 500 gr. di pomodorini datterini a pezzetti, un filo d’olio, un cucchiaio di paprica dolce ed un puntina di peperoncino macinato. Fate cuocere velocemente (il pomodoro non deve essere stracotto ma solo leggermente appassito) e frullate;
    • In ogni piatto sformate al centro una semisfera di riso, contornatela di crema di cannellini e versate sul top della cupola di riso la salsa di pomodorini piccanti. Io ho aggiunto un paio di cucchiaini di mais per questioni fotografiche, ma se ne può fare a meno oppure si può guarnire con un trito di foglie di sedano.

a pranzo un menù vegetariano 1

  • 3.toast integrale con uova in camicia e avocado
    • ho pulito due avocado maturi e morbidi: uno l’ho ridotto in crema aggiungendo succo di limone e lime, cipolla sminuzzata, un pomodoro rosso tagliato a dadini piccoli e un filo di olio, l’altro l’ho tagliato a fettine che ho coperto con succo di limone per evitare che annerissero;
    • ho poi preparato le uova in camicia: in una pentolina alta ho portato ad ebollizione acqua e mezzo bicchiere di aceto. In un piatto ho sgusciato le uova fresche –  uno o due per commensale, mi raccomando che siano a temperatura ambiente e sgusciateli uno alla volta – e quindi le ho versate nell’acqua che sobbolliva, utilizzando un mestolo di legno per aiutare l’albume a rapprendersi attorno al tuorlo. Ho fatto cuocere 4 minuti ed ho scolato con un mestolo forato, delicatamente;
    • ho tostato due fette di pane di segale e vi ho spalmato la crema guacamole preparata in precedenza, ho aggiunto sopra un uovo in camicia, le fettine di avocado scolate dal limone ed ho decorato con semi di sesamo tostati e pepe macinato fresco. Per contorno ho aggiunto del radicchio tagliato a fettine perché mi piaceva il contrasto che si veniva a creare tra il rosso dell’insalata ed il verde dell’avocado.

  a pranzo un menù vegetariano 3

Come detto, ho concluso il menù vegetariano della cena del mio compleanno con una macedonia fresca resa esotica dal dadini di cocco fresco e con una fettina di torta Follonica, in omaggio alla città di mare dove ci trovavamo. Il risultato è stato ottimo e la prossima volta proverò a ripetere l’esperienza del menù vegetariano anche in occasioni più formali. Voi avete mai provato a fare un menù totalmente senza carne/pesce? Cosa mi suggerite di provare la prossima volta?

Claudia Boccini

0 Commenti

Scrivi il primo commento!

Fammi sapere cosa ne pensi.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *